• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5

Discussione: Dubbio!!!

  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    16-10-2004
    Messaggi
    74

    Dubbio!!!

    HO SENTITO DIRE CHE SE UNO PSICOLOGO, ISCRITTO ALL'ALBO, LAVORA DA QUALCHE PARTE PART-TIME NON PUò AVERE UN'ATTIVITà DA LIBERO PROFESSIONISTA!!!!!

    Dunque se lavorassi tipo in un ente solo 5 ore poi non potrei avere privatamente dei pazienti! Deduco valga anche se avessi un lavoro a tempo pieno no!? MA perchè?? Sapete dirmi se questa voce è attendibile? Che tipo di contratto dovrei avere con l'ente, per poter lavorare anche in proprio? bisogna scegliere se lavorare solo in proprio o solo presso un ente?

    Ma i medici non lavorano sia in ospedale che nel prprio studio????e noi?

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Credo che la questione stia in questi termini:
    Un laureato in psicologia, abilitato e iscritto all'ordine, che abbia un rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato con un ente pubblico (di qualunque tipo, non necessariamente come psicologo) NON, ripeto NON può avviare un'attività privata come psicologo o come qualunque altra cosa SENZA IL CONSENSO SCRITTO dell'ente pubblico per il quale lavora. Se invece lavora per un'azienda privata non deve chiedere nulla a nessuno.
    Almeno, questo è quel che so io. Peraltro, gli enti pubblici sono estremamente restii a concedere ai loro dipendenti la possibilità di aprire partita iva e lavorare come liberi professionisti. Un mio carissimo amico e collega, infermiere professionale, per fare lo psicologo ha dovuto licenziarsi dall'ospedale presso il quale lavorava, prché altrimenti non avrebbe mai e poi mai iniziato ad aprire uno studio.

    Buona fortuna.
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  3. #3
    Partecipante L'avatar di pollianna
    Data registrazione
    19-10-2004
    Residenza
    Monterotondo - Roma
    Messaggi
    47
    Anch'io so questo.
    E ciò vale per qualsiasi dipendente pubblico non solo per lo psicologo.
    Che lavori per le Poste, le Ferrovie, l'Asl, o altro non puoi avere un secondo lavoro e men che meno aprire la partita iva.
    Diverso il discorso se lavori nel privato dove invece puoi avere anche altre attività, anche se ho sentito di casi in cui l'avere una partita iva non ha agevolato l'assunzione...

    In bocca al lupo

  4. #4
    lauhvian
    Ospite non registrato
    Io lavoro come consulente per un ente pubblico e poi esercito privatamente.... se vuoi mi informo.... ciao

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    16-10-2004
    Messaggi
    74
    si mi faresti un fasvorone informandoti....Che dipenda dal tipo di contratto la possibilità di lavorare sia nel pubblio che privatamente?

Privacy Policy