• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Spezzoni :)

  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Spezzoni :)

    Prima di andare a letto butto giù qualche "schizzo" dei miei ultimi sogni...

    1) sono a Pesaro, in viale Trieste ed è estate. Siedo al bancone di un bar e bevo qualcosa quando sento gridare da fuori. Esco, e vedo che il mare si è ritirato di diversi metri e (abbastanza assurdo) un sacco di cetacei con l'improvviso abbassamento di marea sono rimasti arenati sulla spiaggia.
    Provo terrore (magari di un'onda anomala... premesso, sono sempre stata fissata da molto prima del tristemente celebre Tsunami), stupore e divertimento (ma guarda tu che cosa non c'è a pochi metri dalla riva! Saperlo col cavolo che facevo il bagno in questi anni!" (come se poi lo facessi ). Poi però provo schifo e tristezza. Schifo perchè sono sempre pesci (lo so che sono mammiferi ma se vivono nell'acqua sono pesci per me, e i pesci sono brutti, soprattutto se fuori dall'acqua), tristezza perchè mi fanno molta pena... perchè tutto sommato io ai pesci gli voglio bene.

    2) io e mio cugino G (16 anni) passeggiamo sulla riva di un lago (probabilmente in campeggio coi parenti), e intorno al lago come un'enorme corona svettano delle montagne. G mi propone: vuoi vedere la base delle montagne?" "ma si dai!" montiamo in macchina (lui è alla guida ) e anzichè fare il giro del lago punta la macchina direttamente verso l'acqua. Io gli chiedo terrorizzata cosa stia facendo e lui mi risponde che la base delle montagne è situata sott'acqua ("e dove se no?!"). Sono paralizzata dalla paura e penso che una volta nell'acqua la pressione sarà troppa per aprire gli sportelli e fuggire e anche se fosse, dal fondo del lago alla superficie non potrei mai farla a nuoto... ma da una parte mi fido di lui (è stato lui a portarmi in salvo una volta che ero in difficoltà nel mare).
    Infatti, andiamo sotto l'acqua e io già sono convinta di morire, ma poi ci assale un grande silenzio, ed è tutto blu e sto bene. Poi dopo un pò lui si scoccia perchè non si vede nulla, gira la macchina e magicamente la guida fino alla riva. Metto i piedi a terra e sono stupefatta, mi sento come se fossi rinata! La stessa sensazione di quando scendo viva dall'aereo

    3) Sono in vacanza, sembra un'isola tropicale. E'un viaggio organizzato (bah), siamo io, il mio ragazzo Federico e altri amici, assieme a sconosciuti.
    Cerchiamo un posto dove fare il bagno e dopo tanto vagare troviamo una baia con un mare azzurrissimo e un piccolo chiosco. Andiamo al chiosco per bere qualcosa e mentre sono seduta, una donna che non sopporto e che "purtroppo" è compagna di un mio grande amico mi confida che dopo la vacanza entrambi si trasferiranno a Londra. Io mi fingo felice per loro ma mi dispiace un sacco separarmi dal mio amico (che nella vita reale poi non vedo MAI!)... allora vado da lui che guardava il mare e cerco di farlo parlare riguardo a questa cosa. Lui sembra non sapere niente, e io non capisco chi dei due mi faccia un torto: se lei dicendo una sciocchezza per farmi star male o lui tenendomi nascosto il suo progetto).
    Scocciata vado da Federico, un pò distante dal gruppo, e vedo che ha uno sguardo troppo triste. Percorro il suo sguardo, che va a finire nel mare e orrore! Tutta l'acqua cristallina si è riempita di alghe verdi ed è diventata una specie di palude. Sono tanto dispiaciuta per lui, perchè so che ci teneva a fare un bel bagno in acque tropicali!

    4) E'una festa particolare in cui si regalano dei cani. Trovo della gente radunata attorno a un cucciolo color crema grasso e morbido come il velluto, con le orecchie pendule e nessuna caratteristica che mi intrigasse troppo.
    Mi dicono che questo cane è estremamente intelligente.
    Questa parte è assurda... chiedo al cane: "sai dirmi cosa c'è in cima a quelle scale?" e il cane risponde di si, che c'era una porta (non a parole, coi gesti). E io: "la vedi?". No. "Allora come fai a saperlo?" e lui si indica con la zampa la testa per dire "non la vedo ma me la ricordo, l'ho vista prima". E io sono stupita, non perchè il cane mi capiva ma perchè si ricordava della porta senza vederla. Ora non è che io sono una grande esperta di animali ma credo che sia normale...! Comunque penso sia ricollegabile a un pensiero che mi è venuto giorni fa quando guardavo il mio cane che non riusciva a scendere dalla mia macchina perchè lo spazio tra lo sportello e il muro davanti era quasi sufficiente per spiccare un balzo ma non abbastanza, per pochissimo. Ho pensato: "caspita non salta perchè nella sua testa sa quanto spazio le serve per farlo, dunque conosce le sue possibilità e sa calcolare gli spazi"... non che sia strano ma pensavo che il mio cane fosse più stupido.
    Insomma, prendo questo cucciolo senza farmelo ripetere, sapendo che i miei non avrebbero mai voluto che lo portassi a casa ma era un prodigio della scienza e sebbene non "affascinante" lo trovavo molto dolce.
    A metà strada mi pento, so che i miei non me l'avrebbero lasciato tenere, allora incontro una mia amica e le dico: "senti ti andrebbe di tenere questo cane?" taccio sulle sue "grandi doti intellettive" ma non so perchè. Lei mi dice "ma si, volentieri!" col suo solito tono che significa "si bello, mi piacerà per i prossimi due o tre giorni e poi me ne stancherò e lo lascerò perdere" (anche io, che cattiva che sono però!) e subito mi pento. Allora lei mi dice: "però non so se andrà d'accordo coi miei gatti" allora glie lo tolgo dalle mani e accpmpo scuse per non cederglielo... però a quel punto suona la sveglia
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Altro spezzone, che stra-conferma le solite cose mi pare:

    Nel sogno sono stata adottata da una famiglia di Fermo... è una città alla quale sono legata perchè mio babbo ci ha studiato da ragazzo, e poi ci vive un mio amico (è oboista, di conseguenza diventa subito per me un Maestro oltre che un amico). Ed è proprio dalla sua famiglia che sono stata adottata! Però lui, che doveva essere mio fratello non era proprio lui... erano due gemelli! Uno antipatico ma affascinante, l'altro simpatico ma bruttaccio. Vederli, erano uguali. E anche nell'odio che provavano per me erano uguali. Erano gelosi, arrabbiati che io (povera ragazzina senza arte ne parte) fossi loro sorella. E dunque alla fine erano diversi, ma erano anche uguali. Ed erano lui.

    Alla fine, dopo varie peripezie che non ricordo, io decido di non voler più stare in quella famiglia, ma loro due, ormai affezionati a me dopo essersi comportati come le sorelle di Cenerentola, mi implorano di restare e mi abbracciano calorosamente.

    Mi sento un pò stupida a raccontare questo sogno, perchè mi ricorda le mie fantasie da piccola (credo un pò di tutti i bambini) di non venire accettata all'inizio ma poi dopo aver compiuto un'azione eroica di venire portata in trionfo e amata da tutti!
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    agex
    Ospite non registrato
    Ember
    "Prima di andare a letto butto giù qualche "schizzo" dei miei ultimi sogni..."
    Butto???? Non lo accettiamo, questo è un lavoro!!!!

    "1) sono a Pesaro, in viale Trieste ed è estate. Siedo al bancone di un bar e bevo qualcosa quando sento gridare da fuori. Esco, e vedo che il mare si è ritirato di diversi metri e (abbastanza assurdo) un sacco di cetacei con l'improvviso abbassamento di marea sono rimasti arenati sulla spiaggia. Provo terrore (magari di un'onda anomala... premesso, sono sempre stata fissata da molto prima del tristemente celebre Tsunami), stupore e divertimento (ma guarda tu che cosa non c'è a pochi metri dalla riva! Saperlo col cavolo che facevo il bagno in questi anni!" (come se poi lo facessi ). Poi però provo schifo e tristezza. Schifo perchè sono sempre pesci (lo so che sono mammiferi ma se vivono nell'acqua sono pesci per me, e i pesci sono brutti, soprattutto se fuori dall'acqua), tristezza perchè mi fanno molta pena... perchè tutto sommato io ai pesci gli voglio bene."
    Il pesce eh? Che strana simbologia usa il tuo inconscio. Ma cosa sono per te i pesci?? Forse da come li descrivi dovrebbero rappresentare l'incognita della vita, il paradosso, insomma la fregatura!!! Tu vai in acqua e zac il pesce ti entra.....è una fantasia molto ricorrente delle bambine (dopo i tre anni) che si rifiutano di fare il bagno. Nel campo dell'agricoltura richiama genericamente il cetriolo, vedi tu. In sintesi: il cervello ti avverte che a te piacciono le situazioni inciuciose, ovvero le possibili fregature, perché??????

    "2) io e mio cugino G (16 anni) passeggiamo sulla riva di un lago (probabilmente in campeggio coi parenti), e intorno al lago come un'enorme corona svettano delle montagne. G mi propone:vuoi vedere la base delle montagne?" "ma si dai!" montiamo in macchina (lui è alla guida ) e anzichè fare il giro del lago punta la macchina direttamente verso l'acqua. Io gli chiedo terrorizzata cosa stia facendo e lui mi risponde che la base delle montagne è situata sott'acqua ("e dove se no?!"). Sono paralizzata dalla paura e penso che una volta nell'acqua la pressione sarà troppa per aprire gli sportelli e fuggire e anche se fosse, dal fondo del lago alla superficie non potrei mai farla a nuoto... ma da una parte mi fido di lui (è stato lui a portarmi in salvo una volta che ero in difficoltà nel mare).
    Infatti, andiamo sotto l'acqua e io già sono convinta di morire, ma poi ci assale un grande silenzio, ed è tutto blu e sto bene. Poi dopo un pò lui si scoccia perchè non si vede nulla, gira la macchina e magicamente la guida fino alla riva. Metto i piedi a terra e sono stupefatta, mi sento come se fossi rinata! La stessa sensazione di quando scendo viva dall'aereo
    3) Sono in vacanza, sembra un'isola tropicale. E'un viaggio organizzato (bah), siamo io, il mio ragazzo Federico e altri amici, assieme a sconosciuti. Cerchiamo un posto dove fare il bagno e dopo tanto vagare troviamo una baia con un mare azzurrissimo e un piccolo chiosco. Andiamo al chiosco per bere qualcosa e mentre sono seduta, una donna che non sopporto e che "purtroppo" è compagna di un mio grande amico mi confida che dopo la vacanza entrambi si trasferiranno a Londra. Io mi fingo felice per loro ma mi dispiace un sacco separarmi dal mio amico (che nella vita reale poi non vedo MAI!)... allora vado da lui che guardava il mare e cerco di farlo parlare riguardo a questa cosa. Lui sembra non sapere niente, e io non capisco chi dei due mi faccia un torto: se lei dicendo una sciocchezza per farmi star male o lui tenendomi nascosto il suo progetto). Scocciata vado da Federico, un pò distante dal gruppo, e vedo che ha uno sguardo troppo triste. Percorro il suo sguardo, che va a finire nel mare e orrore! Tutta l'acqua cristallina si è riempita di alghe verdi ed è diventata una specie di palude. Sono tanto dispiaciuta per lui, perchè so che ci teneva a fare un bel bagno in acque tropicali!
    4) E'una festa particolare in cui si regalano dei cani. Trovo della gente radunata attorno a un cucciolo color crema grasso e morbido come il velluto, con le orecchie pendule e nessuna caratteristica che mi intrigasse troppo. Mi dicono che questo cane è estremamente intelligente.
    Questa parte è assurda... chiedo al cane: "sai dirmi cosa c'è in cima a quelle scale?" e il cane risponde di si, che c'era una porta (non a parole, coi gesti). E io: "la vedi?". No. "Allora come fai a saperlo?" e lui si indica con la zampa la testa per dire "non la vedo ma me la ricordo, l'ho vista prima". E io sono stupita, non perchè il cane mi capiva ma perchè si ricordava della porta senza vederla. Ora non è che io sono una grande esperta di animali ma credo che sia normale...! Comunque penso sia ricollegabile a un pensiero che mi è venuto giorni fa quando guardavo il mio cane che non riusciva a scendere dalla mia macchina perchè lo spazio tra lo sportello e il muro davanti era quasi sufficiente per spiccare un balzo ma non abbastanza, per pochissimo. Ho pensato: "caspita non salta perchè nella sua testa sa quanto spazio le serve per farlo, dunque conosce le sue possibilità e sa calcolare gli spazi"... non che sia strano ma pensavo che il mio cane fosse più stupido.
    Insomma, prendo questo cucciolo senza farmelo ripetere, sapendo che i miei non avrebbero mai voluto che lo portassi a casa ma era un prodigio della scienza e sebbene non "affascinante" lo trovavo molto dolce. A metà strada mi pento, so che i miei non me l'avrebbero lasciato tenere, allora incontro una mia amica e le dico: "senti ti andrebbe di tenere questo cane?" taccio sulle sue "grandi doti intellettive" ma non so perchè. Lei mi dice "ma si, volentieri!" col suo solito tono che significa "si bello, mi piacerà per i prossimi due o tre giorni e poi me ne stancherò e lo lascerò perdere" (anche io, che cattiva che sono però!) e subito mi pento. Allora lei mi dice: "però non so se andrà d'accordo coi miei gatti" allora glie lo tolgo dalle mani e accampo scuse per non cederglielo... però a quel punto suona la sveglia
    In sintesi: il cervello ti avverte che a te piacciono le situazioni inciuciose, ovvero le possibili fregature, perché??????

    "Altro spezzone, che stra-conferma le solite cose mi pare: Nel sogno sono stata adottata da una famiglia di Fermo... è una città alla quale sono legata perchè mio babbo ci ha studiato da ragazzo, e poi ci vive un mio amico (è oboista, di conseguenza diventa subito per me un Maestro oltre che un amico). Ed è proprio dalla sua famiglia che sono stata adottata! Però lui, che doveva essere mio fratello non era proprio lui... erano due gemelli! Uno antipatico ma affascinante, l'altro simpatico ma bruttaccio. Vederli, erano uguali. E anche nell'odio che provavano per me erano uguali. Erano gelosi, arrabbiati che io (povera ragazzina senza arte ne parte) fossi loro sorella. E dunque alla fine erano diversi, ma erano anche uguali. Ed erano lui.
    Alla fine, dopo varie peripezie che non ricordo, io decido di non voler più stare in quella famiglia, ma loro due, ormai affezionati a me dopo essersi comportati come le sorelle di Cenerentola, mi implorano di restare e mi abbracciano calorosamente.

    Mi sento un pò stupida a raccontare questo sogno, perchè mi ricorda le mie fantasie da piccola (credo un pò di tutti i bambini) di non venire accettata all'inizio ma poi dopo aver compiuto un'azione eroica di venire portata in trionfo e amata da tutti!"

    Appunto!!!! In sintesi: il cervello ti avverte che a te piacciono le situazioni inciuciose, ovvero le possibili fregature, perché?????? Vedi di ragionarci sopra perché hai un cervello brillante e ricco di simbologia dunque non lo sprecare.....

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Se dico che "butto" giù non vuol dire mica nella monnezza

    Ma perchè "situazioni inciuciose"? E perchè "possibili fregature"? e perchè "perchè?"?
    Diciamo che ho anche gli strumenti ma non li so usare
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  5. #5
    agex
    Ospite non registrato
    Da Ember:
    "Se dico che "butto" giù non vuol dire mica nella monnezza "
    Ah!!Già.. butta la pasta??? Opssss. Ci scusiamo, pensavamo al buttare, insomma una cosa buttata là semplice, semplice.
    "Ma perchè "situazioni inciuciose"? E perchè "possibili fregature"? e perchè "perchè?"?"
    Il sogno lo fai tu, rileggitelo e vedrai le contraddizioni come sono parse a noi, è il bello del sintomo, ci svela, ci anticipa, ci colpisce e ci fa riflettere...si spera...
    "Diciamo che ho anche gli strumenti ma non li so usare"
    su ciò concordiamo, ma noi non ci risparmiamo a fartelo notare...dunque...forza...dacci una mano, facci vedere...

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Beh io cose che dite le ritrovo nei sogni si, ma nella vita, in me... non so proprio dove andarle a cercare!
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  7. #7
    agex
    Ospite non registrato
    Da ember
    "Beh io cose che dite le ritrovo nei sogni si"

    Grazie del contributo!!!! Noi ne vogliamo parlare con te, e grazie della conferma!!! Te le ritrovi nei sogni perché (secondo il nostro modello) il tuo inconscio utilizza il desiderio rimosso come esempio di piacere paradossale che attraverso il lavoro di analisi viene interfacciato come pericolo, ecco il prodigio dell'analogico in digitale, che vogliamo introdurre come allargamento al dibattito (se siete d'accordo, ovviamente).

    ".ma nella vita, in me... non so proprio dove andarle a cercare!"

    Come??? Dove andarle a cercarle??? L'evento che si lega con il sogno si trova in quello che è accaduto nella veglia immediatamente prima del sogno; grazie, sei di vero aiuto...

Privacy Policy