• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Esempi di interventi clinici

    Ciao amici, conoscete siti dove leggere esempi di casi clinici? Con l'anamnesi del paziente, la diagnosi e la ''prognosi''?

    Lo scopo è iniziare a familiarizzare con casi concreti di intervento, perché studio studio ma a livello pratico mi sento proprio un'imbranata, tanta teoria senza averla mai vista applicare


  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    Posso conoscere qualche testo,
    senza anamnesi e senza prognosi.
    Esempi di trattamento e trascrizioni di sedute.

    Ciao
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  3. #3
    agex
    Ospite non registrato
    I testi di psicologia riportano tutti casi clinici. Evidentemente non ti bastano. E allora ti facciamo una proposta: noi siamo dei ricercatori che propongono un modello di applicazione clinica che si chiama "codice binario" ed è (per noi) la trascrizione moderna della psicoanalisi freudiana, tu portaci un tuo caso clinico (il portiere del tuo palazzo, il fornaio, il conoscente con il cancro, l'amica con la cefalea, il corteggiatore sprovveduto,ecc. un caso a caso, non necessariamente di ambulatorio...) dove scrivi "tu" l'anamnesi, la storia clinica ecc. e noi ti offriamo la nostra esperienza di commento...

  4. #4
    lu77
    Ospite non registrato
    agex
    la tua superficialità e mancanza totale di rispetto per il disagio umano è imbarazzante!
    per fortuna conosco ricercatori che sono vicini all'umanità del paziente e non pronti a somministrarli il protocollo di turno

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    ciao, se vuoi un po' di casi clinici ti consiglio il sito del mio prof di psicologia clinica Renzo Carli, comincia a fare l'analisi della domanda senza vedere i commenti...poi confrontali

    il sito è spsonline.it entra e vai a cattedra...

    fammi sapere

    a presto
    grillo parlante

  6. #6
    agex
    Ospite non registrato
    "agex
    la tua superficialità e mancanza totale di rispetto per il disagio umano è imbarazzante!
    per fortuna conosco ricercatori che sono vicini all'umanità del paziente e non pronti a somministrarli il protocollo di turno"

    Caro lulu abbiamo registrato e letto il tuo intervento come una massima ammirazione nei nostri confronti per il lavoro che approfondiamo nel forum, espressa nella tua modalità espressiva evidentemente: perciò te ne siamo grati, e ti ringraziamo per l'ammirazione che nutri verso di noi. Hai colto nel segno: ci proponiamo come ricercatori che portano un nuovo contributo scientifico che si chiama "codice binario", di cui tu hai intelligentemente colto la validità e la semplicità. Hai capito che chiunque cerchi di fare esperienza clinica può inviare un post ed essere seguito con competenza ed esperienza, ma ciò non ci impedisce di confrontarci con altri ricercatori che sono vicini all'umanità del paziente e non pronti a somministrarli il protocollo. Dunque portaci i ricercatori vicini all'umanità del paziente e i loro interventi, cerca di farlo al più presto altrimenti, da parte nostra, per quanto ci riguarda sei pregato di tacere per sempre..saresti solo di intralcio...

  7. #7
    lu77
    Ospite non registrato
    siete di una tristezza unica....
    ...e ora mi raccomando tornate nei vostri laboratori con il vostro malato di cancro e con qualche ragazzo con alle spalle qualche tentativo di suicidio, almeno però mi raccomando, che non avrete nessuno che vi possa essere di intralcio!
    e mi raccomando con i protocolli e i vostri codici binari...quelli si che sono fondamentali, del resto non vi preoccupate, sono tutte sciocchezze!

  8. #8
    agex
    Ospite non registrato
    Lu77:
    "siete di una tristezza unica.......e ora mi raccomando tornate nei vostri laboratori con il vostro malato di cancro e con qualche ragazzo con alle spalle qualche tentativo di suicidio, almeno però mi raccomando, che non avrete nessuno che vi possa essere di intralcio!
    e mi raccomando con i protocolli e i vostri codici binari...quelli si che sono fondamentali, del resto non vi preoccupate, sono tutte sciocchezze!"
    Lu77 accogliamo il tuo intervento sul piano dialettico e crediamo (è la nostra autorevole opinione) che tu ti sia, come dire, in sintesi sembra che ti sei innamorato di noi!! Guarda che è la nostra opinione clinica, non certo un'offesa, non travisare...tu che ne pensi??? Insomma ci preoccupiamo troppo degli altri (che hanno il cancro, il suicidio...), e tu ti senti trascurato?? Insomma ci vuoi dire che ci interessa più il dibattito che te.....coraggio, abbiamo visto di peggio...

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    Grillo: sì conosco il sito del prof Carli, ho scaricato tutti i casi, lui secondo me è un grande!

    Wrubens: sì se puoi segnalarmi anche libri te ne sarei grata, grazie 1000

    agex: cos'è il codice binario? Che significa trascrizione moderna di Freud... ?

  10. #10
    agex
    Ospite non registrato
    "Grillo: sì conosco il sito del prof Carli, ho scaricato tutti i casi, lui secondo me è un grande!
    Wrubens: sì se puoi segnalarmi anche libri te ne sarei grata, grazie 1000
    agex: cos'è il codice binario? Che significa trascrizione moderna di Freud... ? "

    Il codice binario è una caratteristica biologica di comportamento processuale. In pratica in biologia gli eventi sono sempre caratterizzati da un dualismo che sinteticamente si riferisce al concetto della mela che dall'albero va in terra. Intervengono due sistemi di masse fra loro antagoniste e integrate. Il codice binario (CB) è un modello operativo che si riconosce nel gruppo di lavoro denominato in questo forum con AGEX. In sintesi: la scoperta del CB è stata fatta in biologia da diversi secoli e immediatamente trasferita in altre branche della sicenza come la fisica e l'informatica. L'esempio pratico più diffuso del CB è nei principi di funzionamento del PC: lavora solo con 0 e 1. In biologia la differenza, della scienza fisica, è che il codice binario produce la risposta "paradossale". Per esempio il PC di fronte al 2 si blocca o si spegne. Ed è il grande scoglio su cui si è arenata l'intellgenza artifciale. Dunque in biologia esiste il CB e la risposta paradossale. Chi ha dato grande enfasi al CB in medicina è stato inzialmente Freud con la teoria dualistica del processo primario/secondario, e successivamente con i contributi della Klein con la posizione schizo-paranoide (SP) e Bion con la funzione alfa/beta. Sono recenti i contributi dell neuroscienze relative al funzionamento dei sistemi antagonisti integrati presenti nel cervello emotivo o limbico. Tali studi hanno dimostrato che il cervello opera attraverso le modalità del CB e dell'interfacciamento (analogico/digitale) dei sistemi cerebrali (motorio, sensitivo, emotivo, archivio/memoria). In sintesi: il processo cerebrale di apprendimento e maturazione è strettamente vincolato alle soglie che formano la gerarchia dei sistemi del CB. Nel cervello limbico le emozioni sono due: la prima è il dolore, emozione meglio strutturata filogeneticamente e nella sua massima espressione alla nascita (con la posizone in flessione) mentre la seconda emozione (antagonista integrata) è il piacere meno strutturata filogeneticamente perché acquisita e vincolata con il movimento della estensione. Il metabolismo e l'evoluzione delle due emozioni porta alla formazione di due sentimenti che abbiamo denominato "piacere affettivo" e compatibile con il piacere del legame e della tolleranza della frustrazione (processo secondario, posizione depressiva, funzione alfa), mentre il secondo piacere possibile viene denominato come "piacere istintivo" compatibile con la rabbia, l'odio, la vendetta (processo primario, posizione schizo paranoide e beta) intolleranza della frustrazione, piacere nella rottura del legame, in pratica è la psicosi. L'esempio clinico che dimostra il modello è riconoscibile nella "reazione di Moro" che si provoca nel lattante nei primi quattro mesi. Reazione o riflesso che è in gran parte sconosciuto alla letteratura attuale psicologica, che ignora le neuroscienze. (I dettagli verrano forniti a richiesta per esigenze di spazio). In campo clinico il CB trova la sua massima applicazione in quanto viene dato per scontato l'assunto di base che i comportamenti (tutti, indiscriminatamente) hanno come finalità il raggiungimento di uno stato di soddisfacimento che rispetta il criterio di: o di ricerca del piacere affettivo o istintivo. Le due modalità descrivono e delimitano il campo della clinica, comunemente intesa. Il gruppo Agex propone il modello all'attenzione dei visitatori del forum: segnalando che il modello semplifica e favorisce l'approccio clinico con una serie di indubbi vantaggi. Permette innanzitutto di chiarire la funzione del paziente e del terapeuta, in quanto consente in breve tempo di individuare l'origine del sintomo. Un soggetto che sperimenta il piacere affettivo non sentirà mai il bisogno di consultare chicchessia per il suo stile di vita, mantre il soggetto che sperimenta il piacere istintivo o paradossale sente l'esigenza di uan consultazione chiarificatrice sul ruolo del sintomo (ansia, depressione, panico, paranoia dolorosa, epilessia, ecc.). Ecco la novità fornita oggi dal modello del CB alla moderna psicoanalisi: ovvero alla moderna trascrizione di Freud (Klein, Bion). Il terapeuta oggi è in grado di aiutare il paziente a riconoscere la genesi del suo sintomo. Un lavoro di analisi che permette di riconoscere l'attrazione dello stesso per il piacere paradossale che rispetta delle leggi che sono appunto del CB, per il superamento di tale modalità. Nel CB il sintomo appare dunque come una parte evoluta della personalità perché segnala la presenza del piacere paradossale e inzialmente ciò avviene con il sogno (primo elemento della scala del sintomo) che alla mancata elaborazione evolverà in sintomi più ingravescenti come l'ansia, il panico, ecc. sino alla psoriasi comprendendo tutta la psicosomatica. Ecco in sintesi cosa è il CB o codice binario, e ringraziamo ste203xx di avercelo chiesto così esplicitamente, evento che sinora nonostante i ripetuti interventi non si era mai pragmatizzato... Purtroppo ci scontriamo con una squallida realtà: la psicologia oggi privilegia l'interpersonale, il relazionale e dimentica e ignora ciò che avviene nelle soglie del cervello che sono poi le uniche responsabili del comportamento esistenziale (ovviamente in parte condizionate dall'ambiente) o intrapsichico..Tutto ciò ovviamente facilita secondariamente una serie di confusioni e fraintendimenti o equivoci che sono (guarda caso) proprio nei termini di "sintomo" e "malattia". La confusione fra "sintomo" e "malattia" è strumentale e a nostro avviso programmata: confondere sintomo e malattaia significa prescrivere un farmaco eccitante a chi è triste perché è bloccato dal sintomo della depressione. Un sintomo che il cervello (sano) attua, mette in opera, per non rendere operativo il piacere paradossale della rabbia e dell'odio. Un segnale che il cervello in passato aveva trasmesso con il segnale di pericolo chiamato..sogno...Grazie ste203xx..a presto..

Privacy Policy