• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651

    il colloquio con il tossicodipendente

    Sto cercando libri di tipo pratico sulla metodologia del colloquio individuale nella tossicodipendenza...avete da suggerirmi qualcosa?
    Grazie
    Vale

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di yottasmile
    Data registrazione
    21-07-2004
    Residenza
    Firenze - Rapallo...non ridete, esiste veramente! C'è anche sulla cartina geografica!
    Messaggi
    1,496
    Ciao Vale, ricordo un libro studiato per l'esame di psico delle tossicodipendenze *Oltre le colonne d'Ercole* Psicoterapia psicoanalitica della tossicodipendenza di Mariagrazia Scarnecchia, editore Franco Angeli. Non è proprio un manuale d'uso (ammesso che ce ne sia uno ) e magari l'hai già letto. Cmq ti metto anche l'indice così vedi se può interessarti.

    Indice:

    Parte I:
    La teoria;
    La tossicodipendenza e la psicoanalisi;
    La storia;
    La tossicodipendenza: sintomo o malattia?;
    Una visione spaziale della tossicodipendenza

    Parte II:
    I problemi di tecnica;
    L'ascolto;
    Mauro;
    La psicoterapia;
    I problemi della psicoterapia.

    Ciao ciao
    C'è felicità e felicità. Ce n'è una fuggevole e relativa, perchè legata a qualcosa fuori di noi.
    E ce n'è un'altra indistruttibile e assoluta, che si trova dentro ognuno


    Avatar created by *la miaIlapreferita*

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651

    thanks

    Originariamente postato da yottasmile
    Ciao Vale, ricordo un libro studiato per l'esame di psico delle tossicodipendenze *Oltre le colonne d'Ercole* Psicoterapia psicoanalitica della tossicodipendenza di Mariagrazia Scarnecchia, editore Franco Angeli. Non è proprio un manuale d'uso (ammesso che ce ne sia uno ) e magari l'hai già letto. Cmq ti metto anche l'indice così vedi se può interessarti.

    Indice:

    Parte I:
    La teoria;
    La tossicodipendenza e la psicoanalisi;
    La storia;
    La tossicodipendenza: sintomo o malattia?;
    Una visione spaziale della tossicodipendenza

    Parte II:
    I problemi di tecnica;
    L'ascolto;
    Mauro;
    La psicoterapia;
    I problemi della psicoterapia.

    Ciao ciao
    Ti ringrazio tantissimo. Tra circa un mese comincerò il tirocinio di specializz. in un associazione che si occupa di sostegno psicologico a tossicodipendenti di tutti i tipi....dato che per me è un mondo quasi del tutto sconosciuto (mitico fu, a suo tempo, l'epg e l'esame sostenuto con cancrini), volevo documentarmi al meglio.
    Grazie mille!!!

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di yottasmile
    Data registrazione
    21-07-2004
    Residenza
    Firenze - Rapallo...non ridete, esiste veramente! C'è anche sulla cartina geografica!
    Messaggi
    1,496
    Hai fatto l'esame col mitico Cancrini ? Bello! Io l'ho solo studiato il Cancrini, che vuoi a Firenze non abbiamo illustri Maestri! Cmq in bocca al lupo
    C'è felicità e felicità. Ce n'è una fuggevole e relativa, perchè legata a qualcosa fuori di noi.
    E ce n'è un'altra indistruttibile e assoluta, che si trova dentro ognuno


    Avatar created by *la miaIlapreferita*

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Pandora
    Data registrazione
    21-02-2005
    Residenza
    Roma, nata e vissuta :)
    Messaggi
    906
    Ciao Valevalens,
    sono diversi anni che mi occupo di TD, ho fatto il tirocinio in una comunità semiresidenziale e collaboro da un pò con il sert della casa circondariale della mia città.
    I manuali sono senza dubbio molto utili ma spesso datati e identificano il td con l'eroinomane e il cocainomane, tralasciando i problemi connessi con l'uso delle nuove droghe sintetiche.
    Purtroppo i consumatori di queste ultime sono in crescente aumento e presentano disturbi nella personalità e nel comportamento differenti da quelli dei "vecchi" td e comportano un particolare approccio relazionale.

    Ti consiglierei di documentarti su queste nuove droghe, potrebbe esserti utile...é vero che ci sono delle costanti nel comportamento dei td:
    essere tendenzialmente seduttivi e manipolatori;
    cercare di indurre l'operatore a colludere;
    mentire spudoratamente, soprattutto sull'uso delle sostanze.
    Esistono tuttavia differenze nell'espressione dell'aggressività e nella percezione del problema il che comporterà da parte tua una maggiore o minore fermezza a seconda delle circostanze.
    Ciao, fammi sapere poi come
    ti vivi questa esperienza.

    Dove c'è la Ragione c'è il dispotismo, dove ci sono le ragioni c'è la libertà.
    (P. Martinetti)

    Giace l'alta Cartago, appena i segni
    dell'alte sue ruine il lito serba.
    Muoiono le città, muoiono i regni
    copre i fasti e le pompe arena et erba...

    (T. Tasso)

    -Membro del Club Del Giallo - tessera n°6-SEGRETARIA DI REDAZIONE

    TUTTO CIO' CHE NON CI UCCIDE CI RENDE PIU' FORTI

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Originariamente postato da -Pandora-
    Ciao Valevalens,
    sono diversi anni che mi occupo di TD, ho fatto il tirocinio in una comunità semiresidenziale e collaboro da un pò con il sert della casa circondariale della mia città.
    I manuali sono senza dubbio molto utili ma spesso datati e identificano il td con l'eroinomane e il cocainomane, tralasciando i problemi connessi con l'uso delle nuove droghe sintetiche.
    Purtroppo i consumatori di queste ultime sono in crescente aumento e presentano disturbi nella personalità e nel comportamento differenti da quelli dei "vecchi" td e comportano un particolare approccio relazionale.

    Ti consiglierei di documentarti su queste nuove droghe, potrebbe esserti utile...é vero che ci sono delle costanti nel comportamento dei td:
    essere tendenzialmente seduttivi e manipolatori;
    cercare di indurre l'operatore a colludere;
    mentire spudoratamente, soprattutto sull'uso delle sostanze.
    Esistono tuttavia differenze nell'espressione dell'aggressività e nella percezione del problema il che comporterà da parte tua una maggiore o minore fermezza a seconda delle circostanze.
    Ciao, fammi sapere poi come
    ti vivi questa esperienza.
    Ti ringrazio! Ti farò sapere come mi trovo e magari approfitterò della tua esperienza per chiederti qualcosa.

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Originariamente postato da -Pandora-
    Ciao Valevalens,
    sono diversi anni che mi occupo di TD, ho fatto il tirocinio in una comunità semiresidenziale e collaboro da un pò con il sert della casa circondariale della mia città.
    I manuali sono senza dubbio molto utili ma spesso datati e identificano il td con l'eroinomane e il cocainomane, tralasciando i problemi connessi con l'uso delle nuove droghe sintetiche.
    Purtroppo i consumatori di queste ultime sono in crescente aumento e presentano disturbi nella personalità e nel comportamento differenti da quelli dei "vecchi" td e comportano un particolare approccio relazionale.

    Ti consiglierei di documentarti su queste nuove droghe, potrebbe esserti utile...é vero che ci sono delle costanti nel comportamento dei td:
    essere tendenzialmente seduttivi e manipolatori;
    cercare di indurre l'operatore a colludere;
    mentire spudoratamente, soprattutto sull'uso delle sostanze.
    Esistono tuttavia differenze nell'espressione dell'aggressività e nella percezione del problema il che comporterà da parte tua una maggiore o minore fermezza a seconda delle circostanze.
    Ciao, fammi sapere poi come
    ti vivi questa esperienza.
    Ti ringrazio! Ti farò sapere come mi trovo e magari approfitterò della tua esperienza per chiederti qualcosa.

  8. #8
    Matricola L'avatar di dottormary
    Data registrazione
    20-05-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    24
    ciao pandora dice bene molto spesso la letteratura sull'argomento è veramente insufficente in merito all'evoluzione delle tossicodipendeze e delle sostanze in uso o poco accessibile.
    il mercato delle droghe cambia continuamente, cambiano i consumatori, le motivazioni connesse ma poca è la consapevolezza e l'informazione dei consumatori soprattutto giovani che spesso ricorrono a una poliassunzione (l'uso in una stessa "sera" di diverse sostanze che alterano lo stato di coscienza).
    comunque se ti servono libri di riferimento su nuove droghe e affini fammi sapere
    in bocca a lupo

Privacy Policy