• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16

Discussione: sogno

  1. #1
    Shanille
    Ospite non registrato

    sogno

    prima di tutto mi presento
    io sono Shanille e abito nella provincia di milano, ho trovato questo forum mentre ero alla ricerca di qualche sito di psicologia che potesse aiutarmi con questo sogno (che mi ha molto incuriosito)fatto da una delle mie più care amiche.
    premetto,che il nostro è un rapporto molto complicato, e anche se ci volgiamo molto bene e l'amicizia che ci lega è profonda, in questo periodo io sto tentando di allontanarmi da lei, perchè la sua presenza a volte mi fa stare male.
    mi ha raccontato di aver sognato di essere bambina e di ritrovarsi in una stanza dove a sei anni faceva danza classica (io a quel tempo non la conoscevo), visto che faceva i movimenti sbagliati, la maestra l'ha portata davanti a uno specchio per farle vedere i giusti movimenti.
    in quel momento arrivo io, spalanco la porta della stanza e urlo: BASTA! SMETTILA!
    a quel punto lei scoppia a piangere e si butta per terra. in quel momento poi si è svegliata.
    spero possiate aiutarmi perchè penso data la nuova situazione in cui si trova il nostro rapporto, che questo sogno abbia molto significato
    vi ringrazio in anticipo

    Shanille
    fioremora4ever@virgilio.it

  2. #2
    agex
    Ospite non registrato
    Ciao Shanille.
    Permettimi di darti una piccola mano, data la difficoltà di comunicazione in simili consessi.
    Innanzitutto è lecito capire cosa è un sogno, e chiedo ai forumisti di intervenire.
    Sappiamo che durante il sonno aviene un'archiviazione mnestica di dati, tramite un riconoscimento e scansione degli eventi del diurno di tipo binario: l'evento viene riconosciuto come doloroso (o come piacevole); si comprende l'imprescindibilità della coerenza emotiva.
    Ma laddove non può esistere questo riconoscimento, laddove durante il diurno è avvenuto qualcosa (un pensiero appena accennato, ad esempio...) che non può essere riconosciuto come piacere o come dolore (un evento d'ira, ad esempio, piacere o dolore? Piacere paradossale, diciamo, in cui un evento da doloroso viene vissuto come piacevole...); a questo punto il sogno segnala l'avvenimento, richiama l'attenzione sull'avvenimento proprio come un sintomo primario, solo che il messaggio del tronco cerebrale presenta caratteristiche meno severe ed è più eloquente, attingendo al simbolico personale; si tratta in definitiva di un desiderio interfacciato con la memoria rimossa, dunaue il sogno è inteso come segnale d'allarme nei confronti di un desiderio rimosso.
    Questo ti dice niente?
    Tu stessa esplichi un fatto: ti allontani dalla relazione perché sta succedendo qualcosa che vivi come disagio; bene: il sogno sta segnalando alla tua amica un desiderio rimosso..ha a che fare con te.....vedi un po', la maestra tutto sommato ha un comportamento formalmente correttivo, mentre tu entri in scena con veemenza e aggressività..ma ripeto: trattasi di desiderio, e il sogno segnala al sognatore (e non a te!) un allarme...pensa che di fronte alla tua aggressività il sognatore è legittimato a rivendicare contro di te (!), e la rivendicazione è una forma di piacere o di dolore, ti chiedo? C'è un altro punto importante, la risoluzione che prevede il pianto, non l'aggressività: l'evento viene riconosciuto come doloroso, si può piangere e soffrirne, per poi riflettere e decidere: costruisco un legame maturo o persevero nella simbiosi che entrambe abbiamo contribuito a creare?
    La tua amica ora può scegliere, il sogno le apre la strada alla riflessione: dolore e costruzione del legame, oppure ira e attacco al legame. Tra l'altro non a caso si sveglia proprio in quel momento...
    Ma stiamo parlando di lei...e tu, Nashille, che decisione hai preso? Di allontanarti? E perché?
    Auguri per la vostra relazione,

    Ale

  3. #3
    Shanille
    Ospite non registrato
    grazie innanzitutto per la tua risposta, devo dire che questa situazione non è molto semplice...
    la decisione che ho preso ossia di allontanarmi da lei, è stata ponderata a lungo, e anche abbastanza sofferta.
    Se vogliamo è anche egoistica.
    Ho deciso questo principalmente per due motivi:
    io e lei ultimamente passiamo moltissimo tempo insieme, ci vediamo tutti i giorni per molto tempo, e essendo io una persona molto profonda e complessa, con innumerevoli interessi, a lungo andare lei ha creato un grandissimo vuoto in me.
    per capirci, non potendo lei capirmi a pieno e seguirmi in tutti i miei discorsi ha iniziato a distruggere il mio mondo, volendo portarmi nel suo scontato e insipido...
    mi sono ad un certo punto allontanata da quello che ho sempre amato e ho iniziato a diventare come lei. Non riuscivo a trovare soluzione che non facesse soffrire nessuna delle due (essendo lei estremamente legata a me, anzi forse dipendente)
    questa situazione è andata avanti per diversi mesi fin quando non ho deciso di allontanarmi da lei, o meglio, ritrovare il mio spazio (riavvicinarmi ai miei vecchi amici e interessi) di cui lei non fa parte.
    questa decisione è stata presa da me poco tempo fa, e non so ancora che reazione abbia avuto, o meglio, se se ne è già resa conto...
    l'altro motivo (sicuramente legato al primo ma più materialistico)e che lei (credo inconsiamente) fa di tutto per distruggere ogni mia idea, certezza o discorso.
    voglio ripetere che in ogni caso lei è una ragazza buonissima, e che per me è stato molto difficile allontanarmi mettendo in gioco l'amicizia che ho per lei, perchè per poche persone ho mai provato un bene e un affetto così grande.
    non ho idea se lei reagirà prima o poi, non rendendosi conto di ciò che mi fa; non so neanche se però cercherà in qualche modo di capire ciò che sta accadendo.
    spero di aver fatto chiarezza!

    Shanille

  4. #4
    agex
    Ospite non registrato
    grazie innanzitutto per la tua risposta, devo dire che questa situazione non è molto semplice...
    la decisione che ho preso ossia di allontanarmi da lei, è stata ponderata a lungo, e anche abbastanza sofferta.
    Se vogliamo è anche egoistica.


    Anche la scelta di amare è egoistica: ci fa stare bene. L'altruismo è il classico concetto che un sogno sottolinea come fittizio o, meglio, paradossale.
    Nel tuo resoconto ci sarebbero mille cose e variabili da considerare, mi dispiace ma è impossibile aiutarti. Ricorda solo che il concetto di persona buona non è affare umano, i cioccolatini sono buonissimi......qui stai parlando di legami, e la tua amica è già stata avvisata dal sogno......parlatene, e buona fortuna.

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di Tartarugamarina
    Data registrazione
    20-12-2004
    Residenza
    roma
    Messaggi
    281
    dal mio piu semplice parere se ancora è di interesse, dopo aver letto la discussione, anzi immediatamente alla richiesta di shanille, mi è sembrato semplicemente una forte dichiarazione della sognatrice di affetto accettazione verso l'amica.
    il fatto che venga propostain maniera del tutto aggressiva potrebbe significare molte cose...a me piace pensare che l'inconscio avvete cose ancor prima che diventino parole, conferme.
    non sarà che la tua amica shanille abbia cominciato ad avvertire il tuo allontanamento, per qualcosa che lei ritiene che tu giudichi sbagliato nel suo comportamento?
    Sono pienamente daccordo con il consiglio di agex, se vuoi allontanarti ma provi affetto per lei, al punto di voler sapere il significato del suo sogno, credo che la comunicazione sia fonte si amore ed aiuto per entrambi....
    Si può anche solo accostare una porta.....
    Fly Really FaR & NeVer QuiT DreaMsssS


    he who has experienced the miracle of flight will walk the earth with his eyes turned skywards cause there he was and there he will ever be

    galileo galilei

    Nessun fiume è ricco di per sè, ma è il fatto di ricevere e convogliare in sè tanti affluenti a renderlo tale.Ciò vale anche per ogni grandezza dello spirito.

    F.W.Nietzsche

  6. #6
    agex
    Ospite non registrato
    dal mio piu semplice parere se ancora è di interesse, dopo aver letto la discussione, anzi immediatamente alla richiesta di shanille, mi è sembrato semplicemente una forte dichiarazione della sognatrice di affetto accettazione verso l'amica.

    Cara tarataruga, il tuo parere è molto di interesse; anche perché ci permette di capire un pò di cose importanti. Innanzitutto il sogno non direi proprio che dichiara un affetto, piuttosto mette in guardia, e sai perché? Perché l'affetto possiede tante variabili, del tipo: se sei mia amica e mi ami devi accettare il mio silenzio e le mie cavolate......
    --------------------------------------------------------
    il fatto che venga propostain maniera del tutto aggressiva potrebbe significare molte cose...a me piace pensare che l'inconscio avvete cose ancor prima che diventino parole, conferme.

    Esatto!! Perfetto! L'inconscio avverte: sogno inteso quale segnale di allarme.
    -----------------------------------------------------------
    non sarà che la tua amica shanille abbia cominciato ad avvertire il tuo allontanamento, per qualcosa che lei ritiene che tu giudichi sbagliato nel suo comportamento?

    E chi lo sa...di certo l'amica ha dei pensieri non corretti, altrimenti il sogno non lo segnalerebbe, giusto?
    --------------------------------------------------------------

  7. #7
    Shanille
    Ospite non registrato
    ieri sera ho parlato molto con lei soprattutto del fatto che lei mi ha chiesto di riandare in vacanza con lei questa estate.
    essendo stata benissimo con lei la scorsa estate ho detto che ero disponibilissima.
    questo mi ha fatto sentire ancora male, io voglio stare con lei perchè le voglio bene e ci sono stati momenti bellissimi, ma ciò nn cambia quello che penso.
    ieri stavo pensando, ma sei lei invece si fosse resa conto ma si rifiuta di accettarlo?
    non è una ragazza che si mette spesso in discussione, o meglio lei nn mi ha parlato (tranne che per un' eccezione) di essersi mai sentita in colpa per nessuno, e in ogni caso non è mai tornata indietro.
    voi mi chiedete di parlarle... ma come si fa a spiegare un sentimento del genere?
    io ho deciso di non parlargliene proprio perchè non capirebbe una cosa del genere, e ammettere una sua colpa per lei sarebbe come affermare un suo sbaglio.
    e poi cosa potrei dirle? Giù mi devo allontanare da te perchè mi fai star male?
    chi sono io per chiederle di cambiare?

  8. #8
    agex
    Ospite non registrato
    Se ti va prendiamo appuntamento e me ne parli in uno studio, che dici? Ripeto: troppe variabili, non è possibile aiutarti in questo consesso.....

  9. #9
    io mordo
    Ospite non registrato
    Ciao,
    Ale, io penso che dallo psicologo ci dovrebbe andare la sua amica, sarebbe una soluzione meno... paradossale...

    ...e poi penso che almeno una volta, Shanille, dovresti provare a parlare apertamente dei tuoi sentimenti nei confronti della tua amica con lei... prova a spiegargli come vedi il suo comportamento nei tuoi confronti e se non ci riesci... se siete 2 persone così diverse, forse è meglio se cambi strada.

    Ale, il sogno potrebbe anche avvertirmi di una mia proiezione... io ho questa impressione.
    Sognarsi da piccoli dovrebbe indicare anche una certa tendenza alla regressione...
    Ciao

  10. #10
    agex
    Ospite non registrato
    Ciao,
    Ale, io penso che dallo psicologo ci dovrebbe andare la sua amica, sarebbe una soluzione meno... paradossale...

    Chissà, forse...
    --------------------------------------------------------------------------
    Ale, il sogno potrebbe anche avvertirmi di una mia proiezione... io ho questa impressione.

    Concordo pienamente. Il meccanismo proiettivo è estremamente pericoloso, dunque il sogno avvisa della pericolosità del meccanismo usato.
    --------------------------------------------------------------------------------

    Sognarsi da piccoli dovrebbe indicare anche una certa tendenza alla regressione...

    Questo proprio non lo so.....bisogna intenderci sul concetto di regressione, è da un pò che ci rifletto e mi sembra una forzatura.......ma devo pensarci meglio......

  11. #11
    Shanille
    Ospite non registrato
    vorrei riportarvi un esempio di ciò che è accaduto pochi giorni fa...
    sono stata contattata da un'agenzia di milano (che si occupa di moda e pubblicità) a cui io avevo mandato delle mie foto...anche lei aveva mandato delle sue ma non è stata chiamata.
    lei era presente a questa telefonata, all'inizio non ha nemmeno commentato poi al telefono, la sera, mi ha fatto il lavaggio del cervello ASSOLUTAMENTE NON DICENDOMI DI NON ANDARE, ma mettendo fra le righe che non ero all'altezza, che mi avrebbero preso in giro per farmi spendere soldi e mi avrebbero fatto illudere...
    insomma mi ha dato per spacciata...e fatemelo dire: PERCHè LEI UNA VOLTA TANTO ERA PASSATA IN SECONDO PIANO

    scusate lo sfogo...

  12. #12
    io mordo
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da agex


    Sognarsi da piccoli dovrebbe indicare anche una certa tendenza alla regressione...

    Questo proprio non lo so.....bisogna intenderci sul concetto di regressione, è da un pò che ci rifletto e mi sembra una forzatura.......ma devo pensarci meglio......
    Beh... non lo so neanche io , ma cosa ti sembra una forzatura?
    Questo mio pensiero o il concetto di regressione in sé?
    Sulla prima posso essere d'accordo, sulla seconda molto meno...

    Secondo te come si può scomporre il concetto di regressione?
    Quali sono cioè i meccanismi che la determinano, o che comunque vengono confusi e mescolati in questo concetto?

    Nell'ambito di questi ragionamenti, secondo me, è prudente che i "come se" non diventino degli "è", voglio dire che mi sembra che tu stia tentando di tradurre in formule matematiche ciò che non ha molto a che fare con la matematica...

    a presto

  13. #13
    agex
    Ospite non registrato
    Ciao caro, appena tornato dal Mexico......
    Riguardo al concetto di regressione ci sto riflettendo....lungi da me tradurre percorsi personali in leggi matematiche, ma i meccanismi cerebrali hanno un funzionamento che deve essere di tipo universale, ovvero determinate condizioni dvono condurre ad eventuali fenomeni, ad esempio la regressione. In ciò il modello è meccanicistico e universale, per fortuna.
    Ma in "determinate condizioni" c'è un mondo, fatto di dinamiche assolutamente individuali e irripetibili, inafferrabili con logiche matematiche, rispettabili e da sentire, umanamente e logicamente......relazioni, paranoie, pensieri.......
    Spero di essere stato chiaro, un abbraccio

    ps Una regressione in illo tempore comporta un meccanismo di compotamento vincolato ad una memoria di tipo rimosso, ovvero il qui ed ora (in cui la memoria può essere utilizzata per fare ancora esperienza) perde di consistenza virando verso un utilizzo improprio di dati non archiviati correttamente; oppure il dato è archiviato in memoria, e la memoria autobiografica viene utilizzata in maniera scorretta, delirante direi, ma in tal caso già siamo nel mondo degli istinti.....opure c'è confusione, predomina il rimosso, non si può fare esperienza, ma non c'è avanzamento di alcun genere (psicosi).....come vedi ci sto riflettendo, mi ci vuole un pò....

  14. #14
    io mordo
    Ospite non registrato
    Mi chiedo cosa sia l'esperienza, una stratificazione dei comportamenti che sono risultati adattivi nel tempo, depositati nel profondo e quindi automatizzati per buona parte del loro riproporsi... qual'è la differenza tra un quindicenne e un quarantenne? si possono verbalizzare le differenze? quali differenze tra me qui ed ora e me 10 anni fà? quanto dobbiamo rimuovere o modificare del nostro passato per andare avanti? e cosa ci guadagnamo?
    La regressione ha a che fare con i disturbi della coscienza dell'io, credo sia una "rimozione" atta a ricreare un senso di continuità nella propria identità... lo fa cominciando a modificare il presente e procedendo disastrosamente a ritroso nella propria esperienza stratificata... appunto, il qui ed ora perde consistenza, da perplessità e irresistibilmente si indietreggia angosciati.
    ...forse va inteso anche come un comportamento adattivo...

    Comunque, il sognarsi da piccoli, in effetti, riflettendoci, sembra avere poco a che fare con tutto questo.

    Ciao

  15. #15
    agex
    Ospite non registrato
    DIALOGO TRA ME E UN MIO MAESTRO: "Riguardo al concetto di regressione.......io ritengo
    che rientri nell'istintivo,
    laddove talune dinamiche relazionali (RIMOSSE) vengono agite (ACTING) nel
    qui ed ora esperienziale senza
    farne parte assolutamente. Che ne pensi? In tal caso il concetto sarebbe
    qualcosa di più che un procedimento inerente
    la ricostruzione logica di una storia clinica....."

    MAESTRO: "Si forse hai ragione, ci sono dei comportamenti che assomigliano ad una coazione e sono il frutto di una rimozione, ma io mi chiedevo se la regressione come dire analitica "serva" , penso di sì perchè se abbiamo a dispozione un "modello" logico allora possiamo dire che ciò che abbiamo rimosso era istintivo e perchè.
    Ecco che la regressione riporta non a fatti o avvenimenti precisi e riconoscibili come tali ma alla riproposizione di un clima, insomma il ritono di un'euforia, di una esaltazione, che accompagna e tonifica la percezione, dai tratti eroici dell'infante che si eccita propri come dei modelli operativi interni dove il legame di attaccamento viene distrutto. Le regressione se invece è motivata dalla rcierca è ben altra cosa: il soggetto utilizza scientificamente la lente di un modello operativo interno che noi chiamiamo codice binario e legge la sua storia infantile. Ecco che il regredire permette di rivisitare un mondo interno e di rimetterelo in ordine. E' il prodigio del modello strategico che ha una potente azione terapeutica perchè solo così è possibile denominare affettive o istintive certe vicende e svolte della propria vita.......".

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy