• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di LaurAt
    Data registrazione
    24-06-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    338

    i giovani tra servizio pubblico e privato

    se oggi un giovane ha bisogno di supporto psicoterapeutico e nei centri di salute mentale non trova spazio perchè "c'è chi sta peggio", come può permettersi di affrontare economicamente la via privata? esistono agevolazioni?
    "Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra vita." - C.F. Kettering

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    Il punto da te citato, da quel che so, non è ne unico ne raro.
    La cosa migliore credo sia informarsi presso l' ausl presente sul territorio.
    Da quel che so è possibile pagare un ticket per prestazioni specialistiche ogni volta che affronti un colloquio con uno psicologo.
    Dovrebbe essere circa 30 euro, un risparmio, anche se piccolo !.
    Poi chiaramente bisogna considerare la prestazione del professionista che richiedi!. Quanto questa possa essere 'di qualità' per quel disturbo.

    L' ausl non stipula, a quel che so, convenzioni con psicologi esterni. Lo fa però con i medici specialisti!.
    E qui si potrebbe accendere un dibattito efferato, fatto di lobbi, tagli alla spesa pubblica, e formazione psicoterpeutica tutta a carico del povero, indifeso psicologo.

    Rubens

    Rubens
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di LaurAt
    Data registrazione
    24-06-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    338
    personalmente mi sono rivolta alla asl.
    ho pagato un ticket di 13 € per un breve ciclo di 4 sedute.
    mi sono recata presso la struttura e non ho trovato affatto un
    ambiente curato e accogliente, peccato.
    il problema è che non è garantita la psicoterapia a chi vuole riflettere approfonditamente sulle proprie problematiche, magari senza il bisogno di farmaci. la precedenza è per chi ha gravi problemi...
    lo capisco. resta tuttavia inaccettabile che un servizio pubblico presenti queste carenze. non si può sottovalutare il sostegno psicologico, specie per un giovane.
    "Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra vita." - C.F. Kettering

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Kia
    Data registrazione
    27-03-2002
    Residenza
    Scozia
    Messaggi
    1,491
    Ciao Laura,
    purtroppo quella che ci porti è una triste realtà.
    L'ASL offre consulenza ma non psicoteapia... se non per casi particolarmente gravi.
    E' assurdo... è inaccettabile... hai ragione!
    ...how much wood would a wood-chuck chuck, if a wood-chuck could chuck wood?

    KIA & ZENO
    from online romance to lifelong commitment!


    Il mio sito & blog

  5. #5
    Eowin
    Ospite non registrato
    A quello che lamenta Laura si potrebbe sopperire se nelle ASL si assumessero più psicologi e psicoterapeuti con funzioni di sostegno e anche di vera e propria psicoterapia.

    Inoltre io vedrei benissimo l'introduzione dello "psicologo della mutua", senza intenti denigratori, sulla falsariga del medico di base.
    Questo ovvierebbe sia alla carenza di posti di lavoro per noi, sia all'abbandono nel quale sono lasciati i cittadini che non pssono permettersi di pagare un professionista privato e che vengono considerati "non gravi o urgenti" dai CSM.

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di LaurAt
    Data registrazione
    24-06-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    338
    hai perfettamente ragione!
    con tutti i laureati in cerca di lavoro e le esigenze sempre più significative, sarebbe il caso e il momento di rivedere i servizi pubblici
    "Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra vita." - C.F. Kettering

  7. #7
    Partecipante L'avatar di Venere80
    Data registrazione
    14-02-2005
    Messaggi
    40
    Magari...troverremmo quasi tutti un posto di lavoro..

  8. #8
    modramavrica
    Ospite non registrato
    ciao!

    lo psicologo della mutua sarebbe utilissimo a tutti, ma visto ai tagli alla sanità già così com'è e al fatto che il trend politico è far ricorrere sempre più spesso al privato...piano piano ci avviciniamo al modello americano. col fatto che devi aspettare 1 mese o più per una visita (ma non sempre per fortuna) si fa in modo da incoraggiare le persone a rivolgersi al privato. secondo me è una politica molto precisa che va in direzione opposta di quella che vorremmo tutti.....se non succede un miracolo, penso proprio che lo psicologo della mutua rimarrà solo un sogno......

    modramavrica

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    Originariamente postato da LaurAt
    personalmente mi sono rivolta alla asl.
    ho pagato un ticket di 13 € per un breve ciclo di 4 sedute.
    mi sono recata presso la struttura e non ho trovato affatto un
    ambiente curato e accogliente, peccato.
    Hai anche pagato, quindi è assurdo!.
    Perchè pensate che nell' ausl non ci siano già psicoterapeuti?.
    Perchè non si potrebbe offrire un servizio come fanno alcune associazioni dove l' utente paga 20 euro a seduta per una consulenza?.
    L' AUSL non potrebbe stipulare convenzioni con i professionisti presenti sul territorio?. Come fa in altri casi. Ti manda il cliente ed una parte della parcella va all' AUSL.
    Manca solo una cosa. L' intenzione!!!.
    Anzi l' intenzione è chiara, tenerci il più possibile lontano dal servizio pubblico.
    C' è una torta che prima del nostro arrivo è già stata divisa!!, rendiamocene conto!.
    Ma lo sapete che il direttore della struttura sanitario intasca per legge il 50% dei tagli che fa alla sanità. Il resto allo stato.

    Rubens,
    ma prima o poi, 'sorridete, gli spari sopra sono per voi' Vasco

    P.S.
    eowin cara, mi cambi l' Avatar?. Come posso leggere le tue righe e rappresentarmi l' immagine di sto tipo, attore irlandese se non ricordo male..dai!!
    Ultima modifica di wrubens : 17-03-2005 alle ore 16.47.18
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  10. #10
    modramavrica
    Ospite non registrato
    se questa cosa dei tagli è vera, allora siamo messi proprio bene.....
    sì, ci sono gli psicoterapeuti in intramuraria che sono convenzionati all'azienda sanitaria e applicano la tariffa minima dell'albo...certo che è già molto pagare 30 euro in vece di 80-100 ma cmq è una spesa rilevante. specialmente per una persona che non è consapevole dell'importanza di curare anche l'aspetto psicologico (quasi tutti, vedi l'immagine dello psicologo e della terapia nella società.... ) spenderà cmq quei 30 euro per qualcosa d'altro di più "importante"se non avrà già dei problemi gravi. tipo: "mi fa male un pò il dente, beh aspettiamo cosa succede, magari passa.." e poi vai con la cura canalare, perchè non c'è più niente da fare.
    non so se mi sono spiegata bene... cmq è ovvio che dovremo accontentarci di quello che offre il servizio e stare attenti che non tolgano neanche questo, con l'aria che tira!

    un saluto

    modramavrica

    p.s. per LaurArt: infondo cmq è un servizio statale è purtroppo dipende molto dalle singole persone se un ambiente è accogliente o no, forse in un altro distretto ti sarebbe andata meglio,o non la pensi così?

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    Originariamente postato da modramavrica
    sì, ci sono gli psicoterapeuti in intramuraria che sono convenzionati all'azienda sanitaria e applicano la tariffa minima dell'albo...certo che è già molto pagare 30 euro in vece di 80-100 ma cmq è una spesa rilevante.
    A sì. Questa idea mi giunge nuova. Ma che tipo di convenzione e in quale AUSL.?

    Che sappia io o uno psicoterapeuta lavora per l' AUSL, allora l' utente paga il ticket all' azienda o c'è il privato.

    Di soluzioni intermedie per psicoterapeuti non ne conosco.

    Sono al massimo al corrente di convenzioni che l' azienda stipula con alcune strutture per malati psichici in gran parte residenti.

    Rubens
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  12. #12
    modramavrica
    Ospite non registrato
    navigando per il sito dell'azienda sanitaria della mia città, mi è capitato di vedere il servizio di psicoterapia individuale e di famiglia a 35 euro a seduta (almeno ho capito così) con l'indicazione di struttura intramuraria. forse ho capito male, perchè si sa che queste cose sono poco trasparenti, mi informerò meglio.

    saluti

    modramavrica

  13. #13
    Partecipante Esperto L'avatar di LaurAt
    Data registrazione
    24-06-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    338
    p.s. per LaurArt: infondo cmq è un servizio statale è purtroppo dipende molto dalle singole persone se un ambiente è accogliente o no, forse in un altro distretto ti sarebbe andata meglio,o non la pensi così?
    beh mi riferivo soprattutto al degrado della struttura della mia zona... insomma, ho visto ambienti molto più curati e idonei all'accoglienza.
    cmq la mia era una semplice osservazione, è chiaro che non è questo il nocciolo della questione ahimè!
    "Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra vita." - C.F. Kettering

Privacy Policy