• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 17 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 242
  1. #1
    nespolina
    Ospite non registrato

    psicoterapia e massaggi shiatsu

    ciao ragazzi..
    volevo farvi una domanda..un pò di tempo fa ho iniziato a fare una serie di massagi shiatsu..fantastici..ma la domanda è questa..ho sentito dire che si possono associare alla psicoterapia..voi ne sapete qualcosa di più?? se è vero..che effetti hanno..etc..etc..etc..

  2. #2
    agex
    Ospite non registrato
    Il punto cruciale e assolutamente critico, insomma da imparare a memoria, è che i massaggi si possono associare a qualunque cosa.......ad esempio l'altra sera un'amica mia mi ha fatto un bel massaggio, e vi assicuro che la mia psiche ne ha giovato parecchio, e non solo lei!
    Dunque massaggio anche a merenda!
    Ma durante la psicoterapia forse è meglio non mangiare merendine......e i massaggi lasciamoli ai massaggiatori, noi un tempo abbiamo deciso di fare gli psicologi clinici......

  3. #3
    agex
    Ospite non registrato
    Mi scuso in anticipo se il tono può sembrare polemico, non lo è, è assolutamente e deontologicamente critico, si fa per capire

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739
    Originariamente postato da agex
    Il punto cruciale e assolutamente critico, insomma da imparare a memoria, è che i massaggi si possono associare a qualunque cosa.......ad esempio l'altra sera un'amica mia mi ha fatto un bel massaggio, e vi assicuro che la mia psiche ne ha giovato parecchio, e non solo lei!
    Dunque massaggio anche a merenda!
    Ma durante la psicoterapia forse è meglio non mangiare merendine......e i massaggi lasciamoli ai massaggiatori, noi un tempo abbiamo deciso di fare gli psicologi clinici......
    agex -->

    no comunque in effetti sta cosa dei massaggi mi sembra un po' strana anche perchè non vedo che attinenza abbiano le due cose
    cioè, servirebbe per rilassare? ma se un paziente è ansioso non credo che un massaggio possa migliorare la situazione, anche perchè non tutte le persone (e i pazienti) sono disposti a "farsi mettere le mani addosso"
    Ultima modifica di arwen : 19-02-2005 alle ore 16.20.33
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  5. #5
    agex
    Ospite non registrato
    Ciao tesoro!
    Pur non comprendendo la sottilissima allusione per contiguità tra il sottoscritto ed un animaletto simpatico e felice come il maialino, condivido le tue perplessità; bisogna però comprendersi sul concetto di ansia e di rilassamento; un massaggio fuori dal setting terapeutico, come ho dimostrato su di me, fa sempre bene! Ma all'interno è come buttare polvere, e la polvere non permette di vederci chiaro, anzi talvolta irrita gli occhi......ovviamente oltre al massaggio ci sono tanti altri tipi di polvere.......

  6. #6
    nespolina
    Ospite non registrato
    capisco le vostre perplessità..però pensandoci bene..il massaggio serve a rilassarti, magari fatto prima dell'incontro con lo psicologo puòl aiutare ad "aprirsi" e lasciarsi andare un pò..fatto dopo può aiutare a "tranquillizzare" ciò che è stato "sconvolto"...ovviamente con patologie nn prorio gravi......cmq mi pare di averlo letto da qualche parte..nn ricordo bene dove, ma se lo ritrovo ve lo faccio leggere..un'altra cosa..io l'ho consigliata al mio ragazzo che aveva iniziato terapia..e vedo che funziona....beso

  7. #7
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536
    c'è un tipo di psicoterapia chiamata funzionale corporea che utilizza anche i massaggi..

  8. #8
    nespolina
    Ospite non registrato
    GRANDEEEEEEEEE....grazie...cerco subito..................

  9. #9
    agex
    Ospite non registrato
    Bisogna intendersi sul concetto di attività miorilassante, "aprirsi", lasciarsi andare un pò!!!!!! Non è forse chiaro che taluni sintomi hanno la peculiare ed importante funzione di inibire una forma comportamentale di tipo istintivo? E' un riflesso di evitamento del tronco cerebrale, talvolta collegato probabilmente al Sistema Aspecifico Defacilitatorio che si localizza nel talamo intralaminare. Ma quale forma il sintomo inibisce, chiedo? Poi. quale è il criterio di gravità di una patologia? Cosa è stato socnvolto?

    ps c'è un tipo di psicoterapia che utilizza anche i farmaci eccitanti, se è per questo, però a noi che ancora non siamo immersi nel mercato di comunicazione cartacea con filigrana, anche se per molti quello è il fine, è imposta la riflessione, non l'elencazione, altrimenti siamo più simili ad elenchi del telefono che a clinici.

    Ringrazio chi ha aperto il post, l'argomento è stimolante.

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739
    forse centra con la psicoterapia psicosomatica anche se non mi sembra che si occupino di massaggi

    comunque ho provato a cercare, ed effettivamente ho trovato una scuola di psicoterapia che pratica qualche tecnica che prevede anche il massaggio
    abbiate pazienza, non ho il tempo di leggere gli articoli per intero

    articolo 1

    articolo 2

    articolo 3

    ciaociao
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  11. #11
    nespolina
    Ospite non registrato
    grazie...me li leggo io......cmq secondo me è interessante cercare di "aprirsi" anche verso nuove tecniche...che, ripeto, secondo me, possono essere d'aiuto..ora vi saluto vado di corsaaaa...

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    Secondo un decreto di ultima approvazione è entrata in vigore la medicina non convenzionale.
    La figura del naturopata potrebbe rappresentare un' alternativa alla formazione in psicoterapia.
    Ci sono alcuni corsi triennali di specializzazione molto interessanti.
    Chiaramente l' idea formativa è quella di creare una figura che attraverso diversi strumenti entri in contatto anche e sopratutto con il corpo del cliente.
    Un' alternativa rispetto la classica figura dello psicoterapeuta e del lavoro sulla mente del cliente.
    Bisognerebbe valutare l' interesse nello specializzando. Non a tutti può piacere l' idea di massaggiare il proprio cliente.

    Rubens
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  13. #13
    agex
    Ospite non registrato
    Nespolina, tesoro, io credo che tu abbia ragione, è importante crecare di aprirsi versi nuove tecniche, ed è per questo che il weekend me ne vado a Bologna per studiare metodiche di medicina alternativa, inclusi i fiori di Bach, e poi passo ore a riflettere con osteopati, bioenergetici ed altro....non per rompere le palle, ma per capire, cosa funziona e preché ovviamente funziona; e mai di corsa, ma con pazienza e calma, altriementi prediligo il campo sportivo. Dunque non sono critico, voglio capire, altrimenti si può dire e fare tutto e il contrario di tutto.
    A wrubens volevo domandare il perché di una divisione tanto marcata tra il corpo del paziente e la sua mente, alla luce del fatto che l'assunto cartesiano è ampiamente superato; poi credo di aver compreso che intendesse metodiche atte ad utilizzare la pelle o movimenti peculiari extensi sì da lavorare sui riflessi e sulle soglie di reclutamento cerebrali, perché credimi, io ho visto con i miei occhi allievi di Lowen fare cose pazzesche.....dunque il problema non mi appare tanto la piacevolezza del terapeuta nel toccare gambe e schiene, o del paziente nel farsi massaggiare...credo che la questione sia di stampo clinico: a cosa serve il massaggio? Nespolina dice a rilassare...ripeto: rilassare cosa, e perché?
    Dunque la naturopatia intesa quale intervento terapeutico che non è, o non mi appare, alternativa di una psicoterapia, è evidentemente un'altra cosa....per comprendersi ricordo che anche un antidepressivo è alternativa ad una psicoterapia, io invece ritengo che sia un'altra cosa...

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di wrubens
    Data registrazione
    17-04-2003
    Messaggi
    492
    x agex
    Vai a Bologna da Gioacchino Pagliaro ?. frequenti il suo corso?.

    Dunque, per fare ordine, ciò che ho notato è la differenza tra i percorsi formativi. Ciò non significa sia corretto dividere forzatamente il corpo dalla mente. Se ti formi in naturopatia, la tua formazione prevederà una serie di insegnamenti, un' interazione con il paziente che rientra anche nel contatto fisico.
    Se ti formi in t. sistemico relazionale, la tua formazione considererà una metodologia, una valutazione dei legami...ecc...ecc...ma non prenderà in considerazione il massaggio, la bioenergetica ecc.
    Ciò che è basilare è riferirsi ad una teoria precisa. Poi, all' interno della figura del terapeuta potranno svilupparsi una serie di competenze che magari uniscano mente e corpo.
    Ciò che è da evitare sono i minestroni, sopratutto i 'minestroni formativi'.
    Nella scelta della formazione conta anche la predisposizione personale. Se preferisco occuparmi solo della mente mi sembra giusto che abbia la possibilità di farlo. Anche perchè, se non seguissi le mie inclinazioni diventerei un pessimo massaggiatore, a discapito di un bravo terapeuta.

    Rubens
    "il dubbio è il tarlo del delirio"
    Rubens

  15. #15
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536
    Originariamente postato da agex


    ps c'è un tipo di psicoterapia che utilizza anche i farmaci eccitanti, se è per questo, però a noi che ancora non siamo immersi nel mercato di comunicazione cartacea con filigrana, anche se per molti quello è il fine, è imposta la riflessione, non l'elencazione, altrimenti siamo più simili ad elenchi del telefono che a clinici.

    mi pare che il thread aperto da nespolina, almeno in origine, era quello di sapere se ci sono psicoterapie legate ai massaggi e se esistono che effetti hanno. Ho nominato la psicoterapia funzionale corporea e lei ha ringraziato decidendo di cercare materiale. Insomma, se c'è una domanda lineare e semplice, non capisco perchè dovrei fare lo psicologo clinico ovunque .

Pagina 1 di 17 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy