• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 38
  1. #1
    chicca fr
    Ospite non registrato

    laurea in scienze della educazione

    visto che non c'è un forum interessante come il vostro per noi poveri educatori professionali depredati dalla moratti del nostro titolo dopo avere gia concluso..... vorrei sapere se c'è qualcuno tra di voi che è laureato come me in questa facoltà fantasma e come si sta regolando!!!

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100

    sde

    Io sono laureata in scienze dell'educazione e sto lavorando come educatrice e come assistente alla comunicazione a Milano.
    In realta' se "giri" un po' su internet, qualche forum inerente il nostro titolo di studio esiste già www.educatori.com ma anche www.educare.it

    In quale senso ritieni che la Moratti ha depredato il nostro titolo di studio?
    Parli forse della possibilità di lavorare come insegnante all'interno degli istituti scolastici?

  3. #3
    chicca fr
    Ospite non registrato
    Mi riferisco al deccreto del maggio 2003 che stabilisce l'impossibilità per igli educatori professionali laureati in sde di lavorare in ambito sanitario e quindi di accdere a tutti i concorsi, dicendo che l'evetualità stabilita da tutte le guide degli studenti tra gli sbocchi lavorativi con tanto di tirocino convenzionato in ambito sanitario è da considerarsi un mero errore.... e che tale possibilità è esclusiva degli educatori professionali che provengono da corsi regionali o dai diplomi triennali adesso passati a laurea triennale con tutto il rispetto per queste figure professionali ma almeno ci avessero dato la possibilità di una equipollenza roba da matti!! Se vuoi ti mando il decreto ma almeno per me che mi sono inscritta a questa facoltà per lavorare nel sanitario è stata una ingiustizia assurda è come se domani mattina si stabilisse che i medici non possono più operare

  4. #4
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100
    Sì, ero a conoscenza già da tempo di questa "ingiustizia". Però ho dato un'occhiata al programma didattico delle facoltà che si occupano di formare i futuri educatori in ambito sanitario e devo ammettere che il percorso formativo e' decisamente piu' adeguato e completo rispetto a quello proposto dalla facolta' di scienze dell'educazione. Alcune mie amiche hanno scelto il percorso sanitario (a sde) e hanno sostenuto solo due esami specifici (pedagogia sanitaria e pedagogia dell'handicap) nell'area di proprio interesse. Se ad es. visioni il percorso formativo proposto dal corso di laurea in "educazione professionale" (facolta' di medicina) proposto a milano (www.unimi.it) ti renderai conto che è decisamente piu' completo rispetto a quello seguito da noi.

    Io sono interessata all'area educativa piu' che a quella sanitaria, ma sono convinta che per fare un lavoro difficile come quello dell'educatore sia necessario seguire percorsi formativi piu' adeguati. Ancora trovo "assurdo" far sostenere nel nostro corso di laurea 1 esame di storia e 2 di filosofia quando ci sarebbe bisogno di esami piu' specifici (psicologici e pedagogici).
    Per carità, università è anche cultura, ma in questo caso credo che sde risenta ancora un po' dell'impronta del vecchio corso di laurea in pedagogia (molto piu' vicino alle materie letterarie che a quelle pedagogiche).
    Detto questo, io sono cmq restata molto soddisfatta di aver frequentato sde...anche se vivendo l'università mi sono resa conto di come spesso il percorso formativo non sia completo e adeguato (ma forse questo capita un po' in tutte le facolta') rispetto alle richieste del mondo del lavoro.

  5. #5
    chicca fr
    Ospite non registrato
    Hai ragione, adesso è così, ma io conosco molte persone che hanno frequentato i corsi regionali o il vecchio diploma ti assicuro che le materie erano solo sulla carta poi sono andati avanti a tesine, ma anche se non fosse così molti come me sono stati ingannati io avrei frequentato quel tipo di scuola risparmiando anche un anno!! E adesso mi aspetterei per questa ingiustizia, almeno la possibilità di fare un corso integrativo e recuperare ciò che ci manca a livello medico; non è giusto non creare una via di uscita.... ma non mi hai risposto alle domande sul tuo lavoro anche se invidio già la tua soddisfazione a lavorare nell'educativo spiegami bene che fai

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100

    sde

    Al mattino lavoro in un centro di accoglienza temporanea per bambini extracomunitari (12-36 mesi) con famiglie in difficoltà, mentre al pomeriggio seguo una ragazza non vedente con ritardo mentale. Attualmente sto frequentando un corso di counseling familiare e dell'età evolutiva, più per interesse personale e voglia di apprendere che per migliorare (in futuro) la mia posizione lavorativa (gli educatori prendono una miseria di stipendio).

    Ho un diploma in perito aziendale corrispondente in lingue estere: la mia soddisfazione deriva sopratutto dal fatto di poter lavorare a contatto con le persone e di non esser "chiusa" (per il mio carattere) dietro una scrivania...
    Poi i problemi a livello lavorativo esistono sempre, ma hanno una minima influenza sul modo in cui vivo la vita perchè tendo a guardare il lato positivo delle cose.

  7. #7
    chicca fr
    Ospite non registrato
    Bel carattere proprio quello giusto per fare questo lavoro complimenti!!
    Con il corso di caunseling che strade ti sono aperte e poi torno a chiederti che significa assistente alla comunicazione?? Io invece mi sono specializzata in pedagogia clinica ( 3 anni) dopo la laurea e successivamente ho seguito una scuola triennale di psicomotricità. Sto per aprire uno studio dove mi occuperò dell'aiuto alla persona nel senso globale del termine dal disturbo comportamentale, a quello dell'apprendimento al ritardo psicomotorio sia con adulti che bambini, lavoro da un anno sotto casa dei miei ma orale cose si fanno più serie sai partita iva e roba varia ma speriamo bene peccato tu sia lontana mi piacciono molto le persone positive!

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100
    "Semplicemente" l'assistente alla comunicazione secondo la Legge Quadro per l'handicap è un operatore che lavora con bambini e ragazzi sordi (o ciechi) per facilitare la comunicazione.

    Per quanto riguarda il corso di counseling, questo non mi ha ancora aperto "altre strade" (sto frequentando il primo anno).
    Un giorno non mi dispiacerebbe lavorare nel cosiddetto "Spazio neutro", un servizio volto a rendere possibile e sostenere il mantenimento della relazione tra il bambino e i suoi genitori a seguito di separazione, divorzio conflittuale, affido e altre vicende di grave e profonda crisi familiare.

    (ma per fare questo lavoro è sufficiente la laurea in sde...il corso di counseling lo seguo più per interesse personale che per altro).
    ciao
    Ultima modifica di iris77 : 21-02-2005 alle ore 21.39.30

  9. #9
    chicca fr
    Ospite non registrato
    sarai sicuramente bravissima un bacio

  10. #10
    india
    Ospite non registrato
    finalmente becco qualcuno!!!! anche io scienze dell'educazione, io mi occupo di formazione del personale.
    ciao

  11. #11
    Lalletta
    Ospite non registrato
    Ciao, anch'io sono laureata in scienze dell'educazione e mi occupo in particolare di selezione e saltuariamente faccio anche aula.

    L.

  12. #12
    fabianacoll
    Ospite non registrato

    educatori...ci sono anche io!!!!

    Finalmente...mi chiamo fabiana e anche io sono educatrice. Da due anni ho conseguito la laurea e ho lavorato in una scuola privata(esperienza bellissima) e con varie coop. Attualmente non ho trovato e sto lavorando in un call center dove molte sono le opportunità per lo psicologo del lavoro ma per noi nulla...
    Sto provando qualche concorso ma sto valutando di fare una specializzazione. Ho già fatto un corso sull'educazione degli adulti ma...Chicca FR ...Fr per cosa sta???
    Ciao

  13. #13
    chicca fr
    Ospite non registrato
    finalmente allora ci siete perchè non creiamo un sito come questo dove scambiarci informazioni, esperienze lavorative, libri e corsi post laurea utili...
    Comincio con india (mi interessa sapere le varie applicazioni del nostro titolo quelle reali e non teoriche) in che ambito ti occupi di formazione?? spiegami tutto e lalletta selezione e aula che significa??? e fabiana parli di una esperienza bellissima a scuola di cosa ti sei occupata?? E quali concorsi sono aperti a noi tranne quello per educatori nelle carceri??? UN BACIO A TUTTE A PRESTISSIMO

  14. #14
    india
    Ospite non registrato
    chicca dunque personalmente mi occupo di selezione e formazione del personale.
    Capire ,solo dal proprio percorso di studi, gli ambiti in cui si può lavorare è praticamente imposasibile!!! io vedo molte colleghe durante l'università che studiano ...studiano ma poi nn sanno cosa farsene della laurea.sono profondamente daccordo sul riformare il piano di studi dell'intera facoltà nn è proprio adeguato perchè nn è proiettato nel mondo del lavoro. penso sempre che è stato pianificato da qualcuno che a priori nn sapeva cosa farci fare ahahahah... scherzo spero nn sia così.

    ok detto questo (ragà...vi sembro troppo distruttiva??? )

    io ho iniziato tra studio, lavoro, tirocini, stages e volontariato insomma tutto quello che mi capitava e che mi capita ancora, ad approfondire il tema della comunicazione.
    detta così è molto generico, però da questo ho cominciato!! Tutte l'esperienze lavorative che ho fatto, mi sn servite ad accrescere il mio bagaglio in un settore ben preciso e devo dire mi ha aiutato ad scegliere il settore in cui volevo lavorare.

    chicca puoi lavorare nella progettazione, nella formazione o aggiornamento in senso più ampio, quindi, per esempio io lavoro in un'azienda mi occupo del personale così detto - risorse umane- per esmpio nel caso specifico, quando sn arrivata c'erano un casino di problemi legati soprattutto alla distribuzione delle risorse questo aveva una ripercussione nella produzione e quindi vai a fare una analisi per capire le possibili cause che ti permettono di formulare un intervento.
    poi devi pensare se lavorare nel profit o nel nn profit???
    chicca nn so se ti ho risposto perfettamente magari... aggiustiamo il tiro facendo delle domande precise.
    nn sarebbe male fare un forum, però trovo che confrontarsi anche con chi svolgere ruoli diversi è sempre positivo.

    mi fa piacere aver trovato la possibilità di confrontarsi con colleghe di altre citta
    ciao ciao alla prox..

  15. #15
    chicca fr
    Ospite non registrato
    Ma tu hai scelto l'indirizzo formatore? Io non sarei in grado di fare nulla in questo campo... praticamente tu ti sei presentata in una grande azienda e hai messo a posto la situazione personale facendo come e cosa??' Sono affascinata!!!
    Io invece ho sempre lavorato con il disagio e la disabilità ho cominciato con l'isef ma mi piaceva solo lavorare con la ginnastica medica così mi sono iscrita alla facoltà di sde indirizzo educatore perchè negli sbocchi lavorativi c'era il sanitario pubblico e privato invece oltre a non uscire fuori preparata hanno con un decreto eliminato sogni e possibilità allora ho cominciato con le specializzazioni in pedagogia clinica e psicomotricità altri 6 anni di studio devo dire che nel privato lavoro molto ma nel pubblico i miei titoli non valgono niente e pur essendo preparata mi passano avanti ragazzini con titoli triennali classe 2 appena usciti dall'università... fortunatamente mi rifaccio nel privato dove sono riconosciuta nella professionalità... ma ti dico è dura sembra davvero che abbiano strutturato questa facoltà per creare tutto e nulla ma soprattutto disoccupazione e tanta crisi di identità.. nessuno sa cosa siamo forse neanche noi almeno lo psicologo lo conscono tutti!!!! alla prox

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy