• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: info dottorato

  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    05-11-2004
    Residenza
    ferrara
    Messaggi
    26

    info dottorato

    ciao a tutti..chi mi sa dare qualche dritta per il dottorato di ricerca...Tempi, modalità, futuro professionale, esperienze all'estero..grazie
    Sono un pò spaesata non sò se buttarmi su una scuola di specializzazione o tentare la strada del dottorato. ciao Sonica78

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di Aedon
    Data registrazione
    10-05-2002
    Residenza
    L'isola che non c'è
    Messaggi
    830
    Mi associo nella richiesta di informazioni...
    Sono al perso pure io!!!

    Sostenitore del "Movimento per la riscoperta della lingua italiana"

    My Blog
    -----------------------------------------

    Il dolore di oggi...
    .......fa parte della felicità di ieri


  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di korsy
    Data registrazione
    07-07-2004
    Residenza
    London - UK
    Messaggi
    89
    Dunque, il dottorato dura quattro anni e vi si accede tramite concorso(preselezione in base ai titoli,prova scritta, eventuale prova orale,graduatoria finale).
    I posti disponibili ogni anno sono limitati ma ancora più limitato è il numero di borse di studio per cui si ha in pratica una selezione nella selezione:se ti attesti in cima alla graduatoria (poni entro i primi 3) puoi accedere alla borsa di studio altrimenti devi pagarti gli studi(ammesso che si rientri nel numero di posti disponibili).
    Inutile precisare che senza "santi in paradiso"già il "solo" essere ammessi è impresa piuttosto ostica.
    Al termine del corso il dottorando dovrà discutere una tesi (la cui realizzazione talvolta prevede periodi di qualche mese presso università estere), ottenendo così il tanto agonato titolo di dottore di ricerca.
    Il futuro professionale è una questione davvero spinosa in quanto il dottorato in se permette di concorrere per posti da ricercatore presso le università mentre per altri concorsi ha valore minimo.
    Ora, a dispetto dell'idea romantica del ricercatore inculcataci dalla televisione, entrare come ricercatore richiede nuovamenete "santi in paradiso" e comporta un lavoro sottopagato caratterizzato da una forte incertezza.Ecco quindi spiegato ad esempio il fenomeno della diaspora dei cervelli dall'Italia.
    Il mio consiglio è di provare la via del dottorato solo su esplicito invito di un prof. altrimenti è preferibile spendere il proprio tempo e risorse in attivita formative che forniscano competenze direttamente spendibili nel mercato del lavoro.
    Spero di esservi stato di aiuto.ciao

  4. #4
    daniela_psycho
    Ospite non registrato
    ciao io sono daniela e ti scrivo da padova city! ovvero da bergamo ma sono fissa a padova perché ho vinto il concrso per il dottorato di ricerca in psico clinica. per quanto riguarda gli sbocchi...allora io che amo fare ricerca mi accontento di questo:-P nel senso che per tre anni lavori in università, anche a livello di lezioni in facoltà e porti avanti il tuo progetto di tesi...io viaggio molto grazie al dottorato, per i convegni ai quali si presentano i lavori...sono ancora un po' acerbina..ho appena iniziato, lo stesso spero di esserti stata utile

Privacy Policy