• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Educatore Nelle Scuole

  1. #1
    Ospite non registrato

    Educatore Nelle Scuole

    SALVE RAGAZZI
    QUALCUNO DI VOI LAVORA COME PSICOLOGO O E DUCATORE IN UNA SCUOLA?
    IO NON SONO ANCORA ISCRITTO ALL'ALBO, PERò MI HANNO CONFERMATO CHE POTREI PROPORMI A SCUOLE INTERESSATE PER APRIRE UNO SPORTELLO DI CONSULENZA (IN QUESTO CASO COME EDUCATORE E NON PSICOLOGO PER OVVIE RAGIONI).
    ALTRI PERò MI HANNO DETTO CHE NON è POSSIBILE PROPORSI COME LIBERO PROFESSIONISTA, PERLOMENO NON IN QUESTO MODO.
    VOI NE SAPETE QUALCOSA?
    GRAZIE DELL'ATTENZIONE E BUON LAVORO

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Credo che lavorare come educatore o come psicologo in una scuola siano due cose diverse, in quanto da quello che ho capito mentre la figura dell'educatore è prevista per i casi ceritficati o comunqeu segnalati dai servizi ed è quindi pagata dal comune, solitamente avere lo psicologo è una scelta della scuola (non di tutte quindi) e i fondi non ci sono quasi mai...

    Solitamente l'educatore viene assunto da una cooperativa, che si aggiudica l'appalto presso il comune per fornire educatori alle scuole di quella città o quartiere, mentre lo psicologo che decide di aprire uno sportello presenta un progetto alla direzione didattica se si tratta di una grande città o anche al comune se è un paese piccolo (ad esempio con una sola scuola).
    In quest'ultimo caso è fondamentale avere la partita IVA, perchè bisogna poi fatturare le prestazioni.
    Come educatore, invece, non sempre è necessaria partita IVA perchè assumono a progetto (il vecchio CoCoCo): la tariffa oraria di un educatore solitamente è più bassa rispetto a quella di uno psicologo, perciò quando poi fatturi devi tener conto che almeno un 25/30% vanno via in tasse... a questo punto non sempre conviene avere la partita IVA perchè rischi di ritrovarti al netto due terzi rispetto a quello che ti offre la cooperativa...

    Non avendo mai lavorato come educatore in una scuola (solo come psicologo ma in modo talmente sporadico e saltuario che non conta) non sono totalmente sicura della veridicità delle mie informazioni: spero che qualcuno con maggiore esperienza di me possa confermartele o al limite smentirtele.
    Vimae

  3. #3
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Ciao!come dice Vimae sono 2 cose molto diverse!
    L'educatore lavora generalmente per una cooperativa che ti invia nella scuola per seguire un ragazzo o un bambino certificato,cioè per il quale sia stata fatta richiesta di sostegno;si viene pagati direttamente dalla cooperativa.

    Per lo sportello di ascolto è necessario essere iscritti all'ordine degli psicologi,quindi ti conviene aspettare perchè se non sei psicologo faresti una cosa illegale.Se lavori come psicologo per una scuola non necessariamente devi avere la partita iva,anche in questo caso puoi fare un contratto a progetto.Devi considerare le tariffe minime e massime previste dall'ordine quando proponi alla scuola quanto farti pagare.
    Il progetto puoi presentarlo direttamente al preside della scuola
    Ultima modifica di Parsifal : 03-02-2005 alle ore 21.43.56

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Kia
    Data registrazione
    27-03-2002
    Residenza
    Scozia
    Messaggi
    1,491
    Ciao a tutti
    veramente io conosco due ragazze che lo scorso anno hanno lavorato al CIC di una scuola superiore con la sola laurea e tirocinio da finire, quindi non credo che sia necessario essere iscritti all'ordine degli psicologi come dice Parsi [ciao! ].
    ...how much wood would a wood-chuck chuck, if a wood-chuck could chuck wood?

    KIA & ZENO
    from online romance to lifelong commitment!


    Il mio sito & blog

  5. #5
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Dipende cosa facevano..o se erano lì pper fare il tirocinio.comunque io avevo telefonato all'ordine degli psicologi e mi hanno detto che è necessaria l'iscrizione all'albo nel caso si faccia uno sportello psicologico

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Kia
    Data registrazione
    27-03-2002
    Residenza
    Scozia
    Messaggi
    1,491
    Ciao Parsi

    che io sappia erano entrambe responsabili dello sportello d'ascolto (in due scuole diverse).
    Cmq proverò a tel. all'ordine sono curiosa

    KIA
    ...how much wood would a wood-chuck chuck, if a wood-chuck could chuck wood?

    KIA & ZENO
    from online romance to lifelong commitment!


    Il mio sito & blog

  7. #7
    ceschina
    Ospite non registrato
    Ciao Kia. E' possibile che si sia verificato quello che dici ma le due persone probabilmente lavoravano in una cooperativa sociale e non si sono presentate alla scuola come libere professioniste!La cooperativa per cui lavoravo io in effetti forniva operatori per lo sportello d'ascolto che non erano obbligatoriamente psicologi. Per lavorare come libero professionista devi essere iscritto all'ordine.

Privacy Policy