• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,261

    Se questo non é "amore"..

    Terni, l'incredibile storia di Juna, 15 anni: si è ammalata
    come il suo proprietario. Sono deceduti domenica scorsa
    Cagnetta e padrone si ammalano
    e muoiono lo stesso giorno

    TERNI - Ha seguito il suo amico oltre la
    vita, nello stesso giorno, a causa della medesima malattia: è l' incredibile vicenda di Juna, un cane meticcio grande e peloso, una femmina, incrocio con un lupo, morta domenica scorsa a Terni per le conseguenze di una grave forma d' asma, mentre ad alcuni chilometri di distanza, in ospedale, anche il suo padrone cedeva alla stessa malattia.

    Gianfranco Brillantini, 67 anni, molto conosciuto nell' ambiente sportivo della città umbra dove ha a lungo gestito un bar, e l' animale, avevano formato un binomio inseparabile. Juna era sempre con lui, accanto a lui, a casa come al bar, dove tutti la conoscevano e le volevano bene.

    Così, quando l' uomo si ammalò e venne ricoverato per la prima volta in ospedale, la cagna più volte scappò di casa per raggiungerlo. "Era diventata la mascotte dell' ospedale" racconta oggi la moglie dell' uomo.
    Riuscendo ad eludere i controlli del personale dell' ospedale, riusciva a raggiungere la camera dove il suo padrone era ricoverato e si sistemava, immobile, ai piedi del letto.

    Allora gli infermieri chiudevano la porta per evitare che non si allontanasse e telefonavano alla moglie di Brillantini, che veniva a recuperarla. Ma ogni volta, quando la signora le metteva il guinzaglio e tentava di trascinarla fuori dalla camera, Juna puntava i piedi e cominciava a lamentarsi.

    Dopo qualche tempo, il cane cominciò a stare male. I suoi padroni la portarono da un veterinario il quale constatò che soffriva della stessa malattia del padrone. Il veterinario consigliò addirittura di somministrare all' animale le stesse medicine.


    Poi le condizioni di Brillantini peggiorarono e l' uomo dovette restare per diverso tempo in ospedale. Juna dovette a questo punto separarsi dal suo amato padrone, poichè nel frattempo la famiglia si era trasferita in una zona piuttosto distante dall' ospedale. Inoltre, piano piano, anche la malattia dell' animale diventò più grave.

    E quando, di recente, la situazione di Brillantini è diventata drammatica, e l' uomo, dal suo letto d' ospedale, ha cominciato a rifiutare il cibo, anche il cane, a qualche chilometro di distanza, accoccolato nella sua cuccia, lontano dal padrone, ma così intimamente legato a lui, ha cominciato a non mangiare.

    E domenica se ne sono andati entrambi. Gianfranco Brillantini, prima, lasciando un vuoto incolmabile nella sua famiglia e fra i suoi amici della tifoseria ternana. Juna, ormai vecchia, poco dopo, finita dalla stessa malattia, a 15 anni di eta'


    (12 gennaio 2005)
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

  2. #2
    Angel83
    Ospite non registrato
    Ho sentito, storia fantastica, mi ha commossa

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,261
    Io l'ho sentita ieri..mi si é stretto il cuore,e poi penso effettivamente ke nn siamo solo noi ad avere un cuore ma,ovviamente,anke gli animali..e molte volte riescono a dimostrarci+ loro il loro affetto che gli uomini!
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Davvero bellissima questa storia, ma ce ne sono migliaia che testimoniano lo sconfinato amore degli animali nei confronti del'uomo...anche se spesso non li sappiamo ricambiare...spesso abbandonandoli..o maltrattandoli... Storie come questa dovrebbero smuovere molte coscienze
    un abbraccio
    duccio
    Ultima modifica di Duccio : 13-01-2005 alle ore 12.42.37

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    quanto dovremmo imparare dagli animali!!!
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  6. #6
    Azzu82
    Ospite non registrato
    che storia commovente..gli animali sono troppo dolci

  7. #7

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    io ne ero sicura nn può essere solo una coincidenza....

  8. #8
    Francy
    Ospite non registrato
    Ho sentito la storia ieri al telegiornale... mi sono commossa troppo

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di RisingStar
    Data registrazione
    19-12-2004
    Residenza
    Far away from Earth
    Messaggi
    16,004
    una storia davvero bella e tanto commovente

  10. #10
    Tom57
    Ospite non registrato
    si .. è proprio incredibile... e non è la prima volta che accade.. mi piacerebbe saperne e capirne di più..

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743
    incredibile quanto gli animali possano legarsi a noi...troppo bella e commovente.

Privacy Policy