• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Venu
    Ospite non registrato

    Lavorare e frequentare la scuola di specializzazione: è possibile???

    Carissimi colleghi, vorrei iscrivermi ad una scuola di specializzazione, ma per svariati motivi personali di carattere economico l’idea, almeno per il breve periodo, è fuori discussione. Pensavo che avrei potuto unire lavoro e scuola di spec… ma è possibile? C’è qualcuno che lo fa? Ho sentito che alcune scuole richiedono il tirocinio e non consente di lavorare….

    Grazie in anticipo per la vostra attenzione!!!! E… supporto!

    Venu!

    P.S. è la prima volta che scrivo... e devo dire che trovo il forum molto, molto utile!!!! grazie a tutti!

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Personalmente io conosco una sola persona che fa la scuola di specializzazione e non lavora (e devo ammettere che la invidio molto!).
    Quasi tutti quelli che conosco (me compresa) frequentano la scuola e lavorano, chi in campi attinenti alla psicologia (educatore e insegnante sono quelli che vanno per la maggiore), che in campi meno legati (dalle assicurazioni in poi...).
    Per chi lavora in contesti simili alla psicologia è sicuramente più facile, anche perchè spesso si tratta di lavori part-time che consentono la frequenza alla scuola e il tirocinio, oltre che di rimanere un pò nel "campo"...
    Per chi invece fa lavori meno vicini alla psicologia può essere più difficile, anche perchè raramente riesci ad usare parte di quello che impari a scuola, con una maggiore fatica nel legare contenuti e pratica e nel trarre soddisfazione dalla scuola stessa...

    C'è da dire che ogni scuola ha orari e modi di frequenza diversi: da incontri nel fine settimana (tipo dal venerdì pomeriggio alla domenica sera due volte al mese), a lezioni serali (venerdì sera e sabato intera giornata), a settimane full immersion, a lezioni ogni settimana in un dato giorno (purtroppo lavorativo).

    Io frequento con quest'ultima soluzione e devo ammettere che comunque mi trovo abbastanza bene: mi sono organizzata tenendomi libero quel giorno e, visto che non lavoro a tempo pieno, ho anche il tempo per frequentare il tirocinio, che comunque non è eccessivamente gravoso.

    In genere vengono richieste fra le 150 e le 200 ore di tirocinio all'anno (con alcune eccezioni nel senso di orari più impegnativi) e perciò si tratta di mezza giornata a settimana. Spesso sia per esigenze della struttura (carenza di organico e relativo "affidamento/sfruttamento" del tirocinante, difficoltà a trovare una stanza libera per più di due ore di seguito perchè sei l'ultimo arrivato) sia per esigenze personali (a volte il tirocinio è l'unica occasione che si ha per fare "pratica", vedere pazienti e avere casi per le supervisioni), le ore vengono aumentate e l'impegno può arrivare anche a due giorni a settimana, di più non ho mai sentito.

    Infine credo che molto dipenda anche dalla tua motivazione e dalla disponibilità del posto in cui lavori, in quanto spesso capiterà di avere un interessante seminario al termine di una settimana stancante, proprio quando volevi partire per il mare, o nel mezzo della settimana in un giorno non concordato.
    Va poi aggiunto il tempo per studiare, in quanto la scuola non è solo pratica ma anche teoria (soprattutto i primi anni), quello per l'analisi personale (se la scuola lo richiede) e quello per la stesura dei casi o di qualsiasi cosa ti richieda la scuola.
    Spero di esserti stata utile...
    Vimae

  3. #3
    Venu
    Ospite non registrato
    Grazie infinite per la tua risposta.. a volte mi sento un pochino persa nel mare del mondo del lavoro... mi fa piacere sentire che con qualche sacrificio e molta buona volontà si possano raggiungere tutti gli obiettivi prefissi...

    Grazie ancora e buon anno nuovo!

    Venu

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    tra l'altro molte persone fanno il tirocinio nella sede in cui lavorano...
    anche part-time. Ci si riesce benissimo, dipende cmq dalle Scuole. io ti parlo della scuola di reggio, le altre non so come funzionano...

  5. #5
    Rei
    Ospite non registrato
    spesso le scuole di specializzazione sono rivolte ad una fascia di età di 30+. e quinidi devono essere pensate x gente ke lavora se no nessuno potrebbe iscriversi...

  6. #6
    Venu
    Ospite non registrato
    .. è vero.. Grazie ancora a tutti per la risposta!!! credo che farò passare un altro annetto.. in questo modo avrò anche le idee più chiare sulla specializzazione da scegliere..

    A presto!

    Venu

  7. #7
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Prov Mi
    Messaggi
    254
    E con le scuole di specializzazione universitarie... è possibile lavorare?

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    non conosco la frequenza mi spiace...ma ci sono altri 3d dove puoi chiederlo...

  9. #9
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Prov Mi
    Messaggi
    254
    Grazie cmq manuelas!

Privacy Policy