• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Come proporre corsi?

  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Come proporre corsi?

    Nell'altro thread si diceva di iniziare proponendo corsi: ma come?
    Se telefono a un centro benessere, palestra, ecc, mi ''liquiderebbero'' subito perché a nessuna azienda piace essere scocciata per proposte commerciali, se invio il curriculum non mi cagano. Chi ha proposto questi corsi, come ha fatto a far sì che la sua proposta fosse accettata, quali parole ha usato, ecc?

    E come condurli? Non saremmo credibile se, giovincelli come siamo, saliamo ex-cathedra a pontificare.


    Anche i gruppi di crescita personale che Sirri organizzava agli ''esordi'': concretamente come si svolgono?

  2. #2
    HT Sirri
    Ospite non registrato

    Re: Come proporre corsi?

    Originariamente postato da ste203xx
    Nell'altro thread si diceva di iniziare proponendo corsi: ma come?
    Se telefono a un centro benessere, palestra, ecc, mi ''liquiderebbero'' subito perché a nessuna azienda piace essere scocciata per proposte commerciali, se invio il curriculum non mi cagano.
    Nessun CV, ci mancherebbe.
    Noi siamo dei professionisti, ed un professionista non si presenta MAI con un curriculum (se incontrassi un dentista, o un avvocato, ecc. e lui come prima cosa ti desse in mano il suo CV, come reagiresti?).

    Non facciamo proposte commerciali, ma chiediamo collaborazioni!


    Per fare queste cose dobbiamo toglierci l'idea del lavoro dipendente, mentre dobbiamo essere disposti ad investire su noi stessi, a metterci in gioco.

    Le palestre, o i centri benessere, possono andare benissimo, ma non sono loro che ti pagano, e' l'utenza (mentre loro, al limite, ci guadagnano).


    Chi ha proposto questi corsi, come ha fatto a far sì che la sua proposta fosse accettata, quali parole ha usato, ecc?
    Il punto non sono le parole che usi, ma l'impostazione mentale che hai.

    Per esempio il fatto di non chiedere nulla, ma proporre.
    C'e' una differenza fondamentale tra questi due concetti: chi chiede e' in una posizione down, perche' l'altro ha qualcosa di cui lui ha bisogno. Chi propone fa uno "scambio", in quanto entrambi hanno da guadagnare in questa cosa.
    Estremizzando al massimo il concetto: si chiede la carita', mentre si propone a qualcuno, per esempio, di lavorare assieme.


    Facendo un esempio pratico a caso: vado in un centro benessere e chiedo del responsabile.
    Mi presento e gli dico che voglio fare un corso su XY da loro.
    Mi faccio mostrare la stanza in cui lo farei (sono io che decido se mi va bene oppure no), e mi metto d'accordo con lui sulle modalita' varie.
    A questo punto, se loro vogliono che io utilizzi la loro stanza (e quindi essere pagati) hanno tutto l'interesse a proporre il corso ai loro utenti.
    Consiglio comunque di non affidarsi solo a loro per fare le iscrizioni al corso, ma contattare anche altre realta' (ad esempio erboristerie).

    E come condurli? Non saremmo credibile se, giovincelli come siamo, saliamo ex-cathedra ...
    Dici?
    Non me ne ero mai accorto di essere troppo giovane per farlo....

    A parte gli scherzi, anche adesso l'eta' media dei partecipanti e' superiore alla mia..... quindi?
    Se questo non e' un problema per loro, non lo e' certo per me.


    Anche i gruppi di crescita personale che Sirri organizzava agli ''esordi'': concretamente come si svolgono?
    Dipende dai gruppi.
    Alcuni con incontri di una sera la settimana, altri una sera al mese, altri ancora un week-end, ecc..

    Comunque, secondo me, stiamo ragionando alla rovescia, ovvero:
    che tipo di gruppi vuoi fare?
    che obiettivo ha il gruppo?

    Poi, dalla risposta a queste domande discende tutto il resto, e non viceversa.

    Un abbraccio,

    Stefano

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    Ho un po' timore del contatto telefonico perché in genere rispondono le segretarie ei vari filtri e strappare un appuntamento al capo è difficile, tutti subito pensano che si tratti di proposta commerciale e ti liquidano...
    Come presentarsi? ''Sono la dott.ssa Pizza Margherita, vorrei svolgere un corso presso di voi, avete una stanza?''


    Poi, ad esempio, come fa la gente a iscriversi al corso e pagare? E se non ho e per ora non posso aprire p.iva, coesa bisogna fare, rilasciare qualche ricevuta a ciascuno dei partecipanti? Sono piccolezze pragmatico-organizzative ma un po' mi spaventano

    E dire che vengo da esperienze da dipendente schiavizzata e mi sento così gasata a leggerei tuoi post sull'imprenditorialità !!!

    Ad esempio, un corsetto potrebbe essere il linguaggio del corpo o da tenere in un beaty center, si possono affiggere delle locandine in posti-clou come profumerie, parrucchieri ed estetiste, ma poi concretamente come fa la gente a iscriversi e pagare? Paga ''all'arrivo''? Tu come hai fatto all'inizio?

Privacy Policy