• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    lu77
    Ospite non registrato

    x zenoni e elimetal...ma x chiuncque lavora come educatore

    ciao ragazzi ho letto il vostro post sul lavoro in cooperativa. Anch'io sono laureata in psicologia e prossima all'iscrizione all'albo...ho trovato questo lavoro come educatrice..la paga è onesta e poi essendo part time ho tempo per fare altre cose! il problema è q mi hanno dato 3 casi. uno è un tetraplegico estremamente dolce ma gli altri due hanno disturbi del comportamento e sinceramente non ho la minima idea di cosa possa fare per aiutarli,poco ha saputo dirmi anche l'assistente sociale! lavoro sul piano relazionale e sulle motivazioni allo studio....potete darmi qualche consiglio??????
    io, rispetto alla maggioranza,penso q questa esperienza come educatrice possa servire nella propria carriera professionale..almeno ad aumentare la propria tolleranza alla frustrazione!!
    se vi va di scambiarci idee ed opinioni...io ci sono
    un saluto

  2. #2
    anomis
    Ospite non registrato
    Anch'io lavoro come educatrice part time ma inserità in una comunità alloggio per minori. Sono convinta anch'io che una buona esperienza come educatrice possa essermi utile alla crescita professionale.
    Io però lavoro all'interno di un'equipe formata dal mio coordinatore, dai miei colleghi educatori, dal responsabile del servizio e da una psicoterapeuta. L'equipe si riunisce a cadenza settimanale. Quindi per qualsiasi problema gestionale riguardante i casi specifici faccio sempre riferimento all'equipe nella sua totalità. Fra l'altro siamo un'equipe piuttosto disomogenea per quel che riguarda i titoli di studio e ci sosteniamo molto vicendevolmente in base alle nostre nozioni e/o specificità. Da te non è così?!?
    Non conoscendo poi i casi che ti sono stati affidati nello specifico mi è difficile darti qualche consiglio su cosa dovresti fare...il lavoro di educatore è fatto di tante piccole sfide quotidiane (anche il fatto di imparare ad allacciarsi le scarpe da solo può essere una vittoria per qualcuno).
    Mi spiace di non esserti stata forse molto utile, un saluto

  3. #3
    lu77
    Ospite non registrato
    ciao anomis
    grazie per la tua replica q invece mi è servita per scambiarci quelle impressioni q al momento nelma mia situazione non sono ancora arrivate all'interno della mia cooperativa!
    ho tre casi in carico di cui al momento ho conosciuto solamente il ragazzo con gravi problemi psicofici...dolcissimo e q spero di fargli quella compagnia q ha semrpe cercato e mai trovato
    il problema sono gli altri due casi, q martedi mi verranno presentati direttamente ma q mi danno + di un pensiero..si tratta d idisturbi del comportamento in una tarda adolescenza,hanno circa 17 anni!!
    bè sono sincera in quesi casi non ho la benchè minima idea di cosa fare..si può sembrare strano vista la laurea in psicologia ma è così, la mancanza di lavoro sul campo si fa sentire...mi dicono q dovrei cercare un contatto sul piano relazionale,ma questo vuol dire tutto o nulla, aiutarli nei compiti!ma p scontato q se veramente hanno disturbi dicondotta la loro voglia di studiare sarà vicina allo zero,come giò mi hanno avvisata!
    sinceramente non ho idea cosa fare....
    chi avesse un input con questi tipo di casi e mi vuole spiegare concretamente cosa ha fatto...grazie
    un saluto e grazie anomis

  4. #4
    simo3
    Ospite non registrato
    Ciao!sono di Milano e mi sto laurando in Psicologia evolutiva?Volevo chiederti se nelle copperative è possibile lavorare subito dopo la laurea e se ci sono richieste effettive. Una ragazza che conoscevo mi diceva che la retribuzione è scarsa,inoltre leggendo i forum su Ops mi è sembrato di capire che le cooperative tendono ad assumere i laureati in sc.dell' educazione.
    è vero?Grazie mille!

  5. #5
    anomis
    Ospite non registrato
    Per lavorare nelle cooperative come educatrice basta la sola laurea (quindi non serve neppure l'esame di stato). Ci sono abbastanza richieste a quanto mi risulta in Lombardia o per lo meno per me è stato abbastanza facile trovare il posto anche se in effetti avevo fatto moltissime domande (ci sono veramente tante coop sociali dalle nostre parti). Va un pò più a fortuna trovare una cooperativa seria perchè ne ho sentite di tutti i colori. I titoli di studio richiesti variano a seconda della cooperativa. Anche io sono andata a fare colloqui in cooperative che davano la preferenza a laureati in Scienze del'Educazione mentre per altre andava anche meglio Psicologia. Riguardo alla retribuzione dipende anche dalle aspettative che hai. Io non mi posso lamentare per nulla. Lavoro però per una realtà che applica il contratto alla lettera e come laureata in disciplina inerente mi ha assunta ad un discreto livello (più alto di colleghi laureati in discipline meno "specifiche").
    Se ti servono altre informazioni chiedi pure.
    CIAO

  6. #6
    lu77
    Ospite non registrato
    grazieee
    il problema è q lavoro con un ragazzo con disturbi del comportamento,deficit dell'attenzione molto provocatorio ed ostile!
    non ha motivazioni ed interessi per poter creare dei rinforzi!!
    aiutoooooooooooooooo ha preso l'educatore come insegnante q li fa ripetizioni meglio i compiti!!!
    naturalmente ho detto q non era così ma sinceramente se mi chiedeva qual'era il mio compito....
    se qualcuno ha qualche idea..........

  7. #7
    Ospite non registrato
    ciao lu77, io sono una laureata in scienze dell'educazione e ho lavorato con ragazzi affetti da disturbi del comportamento....è una bella fatica, ma vedrai che alla fine guadagnerai più tu che loro....sono persone che riescono a darti un amore sconfinato solo però se riesci tu a dargli un amore incondizionato. in parole povere spesso sono persone che hanno bisogno di un affetto incondizionato, affetto che non hanno avuto da nessuno...nel momento in cui ti mostri attenta ed affettuosa nei loro confronti (che non significa che non dovrai fargli la ramanzina se fanno qualcosa che non va) loro cominceranno ad amarti e spesso a non poter fare più a meno di te (elemento tristissimo sicuramente quando dovrai lasciarli). all'inizio sarà difficile, perchè ti metteranno alla prova, spesso anche prove molto dure...ti do un consiglio se posso: osservarli quando non sono con te ad esempio quando parlano e giocano con gli amici e cerca di capire quali sono i loro interessi (ci sono sempre) e giocati tutto su quello. una volta attirata la loro attenzione è fatta!non sarà una strada facile, ma per esperienza personale è una strada con tante soddisfazioni e soprattutto tanto amore.
    in bocca al lupo

  8. #8
    chicca fr
    Ospite non registrato
    vorrei chiedere ad anomis se non sono indiscreta quale è la sua retribuzione e con quale contratto lavora visto che a me hanno richiesto la partita iva e non varrei proprio aprilrla

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di babajaga
    Data registrazione
    10-02-2005
    Residenza
    sono un pò zingara in questo periodo...
    Messaggi
    374
    Infatti, se mi permetto, Chicca, se ti sei rivolta ad una coop. non sei tenuta ad aprirti la partita IVa...chi te l'ha proposto?un privato?usualmente la paga di una educatrice base arriva alle 700 euro...

  10. #10
    chicca fr
    Ospite non registrato
    é un centro di rieducazione privato che mi ha tenuta con co co co fino a quando possibile non può passare a contratto progetto perchè ha dei limiti di tempo e quindi mi obbliga alla apertura della partita iva pagandomi 9 euro lorde l'ora la metà se il paziente è assente il lorde hai idea che significa con imps irpef e ritenuta d'acconto e iva e benzina e autostrada che vado gratis!!!

  11. #11
    anomis
    Ospite non registrato
    Per Chicca Fr. Non ho problemi a dirti quanto prendo se posso darti una mano.
    Mi sembra strano che ti abbiano chiesto di aprire la partita iva ma tutto è possibile in questo mondo.
    IO sono assunta come dipendente a tempo indeterminato con il CCNL coop sociali al sesto livello.
    La paga base è 1240 euro lordi per il tempo pieno (38 ore a settimana) poi siccome il mio servizio è un residenziale mi danno il 10 per cento in più di maggiorazione su tutte le ore (diventano 1364 euro lordi al mese).
    Insomma parlando all'ora io prendo 8,26 lordi che però sarebbero 7,5 lordi se non fosse un residenziale. Conta che però come dipendente ho le festività pagate, le ferie, la tredicesima e il rimborso chilometrico se vado in giro per servizio. In più ovviamente mi versano i contributi per cui gli costerò quasi il doppio di quanto mi danno. Penso che quello che prendo sia il normale stipendio di un'educatrice assunta con il mio contratto.
    Non so che dirti fai due conti e vedi cosa ti conviene fare.
    Un salutone intanto e fammi sapere.

Privacy Policy