• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    didi04
    Ospite non registrato

    come mai l'essere umano desidera ciò che non ha?

    ....rivolto ai futuri psicologi....[COLOR=royalblue] insomma alle persone piace soffrire? crogiolarsi nel pensiero di un amore impossibile...!? può accadere che non si è innamorati ma di fronte al rifiuto di una persona ci impuntiamo e crediamo di volerla tutta per noi?
    alla fine vince la ragione o l'istinto???

  2. #2
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,897
    Blog Entries
    4
    guarda io di futura psicologa ho poco pero' penso che si tratti di fissazione.
    Cioè (parlo piu' per esperienza personale che per studi fatti)
    Diceva Proust "Si ama solo cio' che non si possiede del tutto" e forse più la cosa è irraggiungibile, più diventa una specie di sfida con se stessi....
    Certo visto razionalmente è un po' una boiata perchè è farsi del male.. però all'atto pratico io sono una che crede che l'amore sia razionale quanto una cioccolata calda è dietetica...

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di yottasmile
    Data registrazione
    21-07-2004
    Residenza
    Firenze - Rapallo...non ridete, esiste veramente! C'è anche sulla cartina geografica!
    Messaggi
    1,496
    Vince la ragione se, come dice Haru, ti fissi su qualcuno e quindi ti prefiggi come scopo quello di conquistarlo. Nel caso dell'amore qualcuno disse *il cuore conosce ragioni che la ragione non conosce*
    C'è felicità e felicità. Ce n'è una fuggevole e relativa, perchè legata a qualcosa fuori di noi.
    E ce n'è un'altra indistruttibile e assoluta, che si trova dentro ognuno


    Avatar created by *la miaIlapreferita*

  4. #4
    Azzu82
    Ospite non registrato
    Bella domanda

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Re: come mai l'essere umano desidera ciò che non ha?

    Se avessimo tutto ciò che vogliamo, non vorremmo più niente
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  6. #6
    Scarsità e Riprova sociale.
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  7. #7
    Hoghemaru
    Ospite non registrato
    secondo me il segreto è che non bisogna avere tutto ciò che si desidera, ma tutto ciò di cui abbiamo bisogno: se avessimo tutto ciò che desideriamo non avremmo più motivo di svegliarci la mattina

    la ricerca delle cose che ci mancano ci stimola ad andare avanti e ci spinge ad essere vivi: la ricerca e la scoperta sono i due motori primari dell'animo umano e senza di essi l'uomo diventa apatico e privo di obbiettivi

    la questione si amplifica ancora di più in amore, dove entra un'altro istinto primario dell'uomo: relazionarsi col prossimo e ricercare una partner ideale

    succede che si incontri una persona che corrisponde in tutto e per tutto a quello che abbiamo sempre desiderato, ci troviamo in perfetta sintonia e quindi mettersi insieme sembra la conclusione più ovvia: non ha senso che due persone fatte l'una per l'altro non stiano insieme

    allora inizia a formarsi nella nostra mente l'idea che stare con quella persona sia un nostro diritto, nostro e di nessun'altro

    in un mondo perfetto sarebbe la logica che tutto finisca per il meglio, ma questo non è un mondo perfetto...

    a volte intervengono circostanze interne ed esterne che rendono irrealizzabile ciò che a noi sembrava ovvio: ed ecco che accade l'irreparabile

    ci sentiamo privati di qualcosa che ci spetta di diritto e, di conseguenza, vittime di una profonda ingiustizia: questo ci porta a ribellarci agli eventi e ad insistere per ottenere ciò che per noi era già nostro, impedendoci di capire ciò che sta realmente accadendo

    a questo punto la domanda: ne abbiamo davvero bisogno?

    abbiamo bisogno di una persona che non riesce ad apprezzare l'amore che siamo in grado di dimostrarle?

    abbiamo bisogno di sprecare il nostro amore con chi non vuole riceverlo?

    oppure abbiamo bisogno di dare il nostro amore a chi è in grado di comprenderlo e addirittura ne ha bisogno?

    amare una persona è un'emozione che ci riempie il cuore, una bevanda che inebria i sensi, ma quando questo amore non viene ricambiato la sofferenza che ci infligge è tanta e la bevanda che ci tanto ci inebria assume un retrogusto troppo amaro, impedendoci di goderne a pieno

    desideriamo amare, ma abbiamo bisogno di essere ricambiati

    dobbiamo imparare a gioire di cio che abbiamo, piuttosto che soffrire per ciò che non riusciamo a ottenere, altrimenti si rischia di passare la propria vita contro i mulini a vento

  8. #8
    L'avatar di kentia
    Data registrazione
    10-06-2003
    Residenza
    tra roma e mondrayork
    Messaggi
    660
    mai sentito parlare di sensuct?
    "... Filomena detta Mena... "

    Fondatrice dell' HARUKA FAN CLUB!

    Moderati che Mena ti modera!!!
    ------------------------------------------------
    "kentia su FLICKR"
    "my blog --- shpalMENA"

    ------------------------------------------------

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,358
    un mio caro amico sostiene che " gli unici amori eterni sono quelli infelici"
    mah.... non è del tutto vero ma ha un suo perchè
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di Acqua
    Data registrazione
    05-09-2003
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    268
    insomma alle persone piace soffrire? crogiolarsi nel pensiero di un amore impossibile...!?
    In diversi casi questo è il sengale, che la persona in realtà, per vari motivi, si caga sotto all'idea di stare con l'altro, e quindi la situazione in cui si ficca, è esattamente quella che cerca: Ha cmq il bisogno di mettere "in gioco" un desiderio che abbiamo tutti per natura, e perciò si ficca in queste situazioni, che permettono di provare un alto gradi di sentimento, senza speriemtare le angoscie ad esso associate (quelle che verrebero fuori se la persona desiderata ricambia) e di avere una scusa (la persona desiderata non mi ricambia) per evitare di vedere la propria responsabilità nel ficcarsi in quella determinata situazione. Insomma un bel bottino
    Non è sempre così, ma la mia esperienza (io stesso ero un tipo così) mi insegna che questo tipo di attegiamento è molto molto più comune di quanto si pensa.
    Ciao
    Ultima modifica di Acqua : 30-11-2004 alle ore 19.07.47

  11. #11
    come dice kentia SEHNSUCHT è un nome che puoi dargli, le ragioni intrinseche che "muovono" il meccanismo le ho gia' citate vi rimando alla letteratura psicologica in merito
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,254

    Re: come mai l'essere umano desidera ciò che non ha?

    Originariamente postato da didi04
    ....rivolto ai futuri psicologi....[COLOR=royalblue] insomma alle persone piace soffrire? crogiolarsi nel pensiero di un amore impossibile...!? può accadere che non si è innamorati ma di fronte al rifiuto di una persona ci impuntiamo e crediamo di volerla tutta per noi?
    alla fine vince la ragione o l'istinto???
    Amare nn vuol dire stare bene con noi stessi,ma far star bene anke il proprio compagno.Come potrei impedire al mio ragazzo di lasciarmi se con me nn si trova?Come posso costringerlo a continuare a stare con me?Io ho sempre ragionato così..se si ama,si deve lasciare liberi.Su di me vince la ragione..preferisco star male io ke far star male il ragazzo ke amo.
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

  13. #13
    didi04
    Ospite non registrato

    Re: Re: come mai l'essere umano desidera ciò che non ha?

    [QUOTE]Originariamente postato da belanda
    [B]Amare nn vuol dire stare bene con noi stessi,ma far star bene anke il proprio compagno.Come potrei impedire al mio ragazzo di lasciarmi se con me nn si trova?Come posso costringerlo a continuare a stare con me?Io ho sempre ragionato così..se si ama,si deve lasciare liberi.Su di me vince la ragione..preferisco star male io ke far star male il ragazzo ke amo.


    infatti dici bene....secondo ragione.....!!!fortunatamente o sfortunatamente quando si è innamorati si è in uno stato di "follia" e non si ragiona....
    credo inoltre che amare sia far star bene noi stessi...probabilmente il voler bene è come dice la parola far star bene l'altro

  14. #14
    L'avatar di kentia
    Data registrazione
    10-06-2003
    Residenza
    tra roma e mondrayork
    Messaggi
    660
    Originariamente postato da Remy Lebeau
    come dice kentia SEHNSUCHT
    errorissimo
    non ci fate caso
    Sono proprio la peggio
    "... Filomena detta Mena... "

    Fondatrice dell' HARUKA FAN CLUB!

    Moderati che Mena ti modera!!!
    ------------------------------------------------
    "kentia su FLICKR"
    "my blog --- shpalMENA"

    ------------------------------------------------

  15. #15
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,897
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da Remy Lebeau
    come dice kentia SEHNSUCHT è un nome che puoi dargli, le ragioni intrinseche che "muovono" il meccanismo le ho gia' citate vi rimando alla letteratura psicologica in merito



Privacy Policy