• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 13 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 194

Discussione: Adozioni gay?

  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501

    Adozioni gay?

    Cari amici del forum, volevo discutere di un argomento direi piuttosto "caldo". Cosa ne pensate riguardo alle adozioni di bambini da parte di coppie gay? A me sinceramente la cosa suscita delle notevoli contrarietà. Per me i gay possono sposarsi quanto vogliono, non danno noia a nessuno... ma da qui a dire che possono crescere un figlio ce ne passa! Ma povera creatura! Che ne sa lui qual'è il babbo e qual'è la mamma? Come può strutturare la sua identità sessuale? Io penso che come minimo diventa gay anche lui, senza contare del senso di diversità che avvertirebbe nei confronti dei coetanei. Penso che bisognerebbe riflettere di più su questi problemi...
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Se ne parlava giusto tempo fa nell'altro forum che frequento... ti dico direttamente cosa avevo scritto

    Io sono favorevole al matrimonio tra omosessuali, non mi sembra affatto anomala come cosa, daltronde se per qualcuno è importante il matrimonio (beh per molti è una questione di principio ma sono comunque d'accordo) perchè negargli questa opportunità? E fin qui ok.

    Riguardo all'adozione, io penso che in qualsiasi caso è una scelta da fare pensando al bambino e non in modo egoistico, ed è una questione molto delicata.

    Ma penso anche che un bambino possa stare meglio con due mamme o due babbi piuttosto che in un orfanotrofio dove succedono cose di ogni genere (e so di cosa parlo per esperienza indiretta) o comunque dove non ricevono certo l'affetto e le cure di cui hanno bisogno (esperienza diretta... ho fatto servizio in una struttura del genere).

    E poi, è sempre più elevato il numero di bambini che devono cavarsela senza una delle due figure genitoriali (in particolare quella paterna), e anche se non è proprio il massimo, non mi risulta che questi bambini abbiano dei problemi di grande portata a livello di identità sessuale...

    Infine, uno potrebbe dire: "ma questi bambini poi verranno presi in giro dai coetanei ecc" ... bah per queste situazioni ci si deve sempre passare se si vuole un cambiamento... forse...

    Questo è quello che penso, personalmente poi non suggerirei ai miei amici gay di adottare un bimbo anche se la cosa non mi sembrerebbe così assurda... l'unica regola è fare tutto nell'interesse del bambino.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285

    Re: Adozioni gay?

    Originariamente postato da LUTHIEN
    Io penso che come minimo diventa gay anche lui
    Sennò? Te come la vedi?

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Beh e' un discorso molto lungo questo. Per quanto riguarda il matrimonio sono d'accordissimo, e' giusto che possano avere una unione legalmente riconosciuta, mi domando perche' nel caso che due stiano insieme se uno dei due muore perche' la casa o gli averi del defunto debbano andare ad esempio alla famiglia che magari l'ha cacciato di casa a 18 anni... Insomma una legislazione piu' vicina a loro in tal senso sarebbe doverosa. Tornando all'adozione, e' un discorso lungo, non credo si possa dare una risposta univoca adesso qua in poche righe. Ricerche hanno comunque evidenziato che non c'e' un'influenza in takl senso in coppie gay sul bambino, ovvero non diventa di certo gay se vive con due gay, lessi ricerche di questo tipo sia sul libro di generale che su una rivista scientifica. Ritengo che due gay possano comunque dare chiaramente come due eterosessuali lo stesso tipo e nella stessa quantita' di amore ad un bambino, certamente e' una situazione in qualche modo diversa, il bambino si porrebbe qualche domanda in piu' e dovrebbe far fronte a qualche disagio dato dal fatto che viviamo in una societa' prevalentemente omofoba e quindi difficilmente verrebbe accettato dai coetanei che si sa sono davvero stronzi da piccoli. Si tratta di dover cambiare in qualche modo la mentalita' della societa' e forse iniziare cosi' potrebbe essere anche un modo per cambiarla, anche se mi rendo conto che il prezzo da pagare potrebbe essere alto. Penso inoltre che un bambino debba avere un babbo e una mamma, fisiologicamente debba avvertire una sensibilita' ed una presenza maschile ed in egual modo una femminile, per queste ragioni credo comunque che l'adozione da parte di due gay debba essere tenuta in considerazione come seconda scelta ma sempre in alternativa all'orfanotrofio dove si sa , i bambini non hanno emozioni, non piangono ne' ridono perche' non possono essere amati... Si al'adozione gay ma come penultima scelta prima dell'istituto

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026

    Re: Adozioni gay?

    Originariamente postato da LUTHIEN
    Ma povera creatura! Che ne sa lui qual'è il babbo e qual'è la mamma? Come può strutturare la sua identità sessuale? Io penso che come minimo diventa gay anche lui, senza contare del senso di diversità che avvertirebbe nei confronti dei coetanei.

    credo che avvertirebbe senso di diversità esclusivamente perchè ci sono ancora persone che la pensano come te, e tante purtroppo...

    cmq, l'omosessualità non è una cosa che si trasmette culturalmente... e ci sono tanti bambini orfani di padre che non hanno una figura paterna presente, o ancor peggio orfani di madre... e crescono "normali".

    Ritengo che sì, bisognerebbe parlarne con cognizione di causa, e "scientificamente", ma liberandosi dai pregiudizi.
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di ura
    Data registrazione
    07-05-2002
    Residenza
    milano
    Messaggi
    285

    Re: Re: Adozioni gay?

    Originariamente postato da paky

    credo che avvertirebbe senso di diversità esclusivamente perchè ci sono ancora persone che la pensano come te, e tante purtroppo...

    cmq, l'omosessualità non è una cosa che si trasmette culturalmente... e ci sono tanti bambini orfani di padre che non hanno una figura paterna presente, o ancor peggio orfani di madre... e crescono "normali".

    Ritengo che sì, bisognerebbe parlarne con cognizione di causa, e "scientificamente", ma liberandosi dai pregiudizi.
    Hai dato voce al mio ' '. Concordo e sottoscrivo

    ...aggiungo un'altra cosa:
    Per me i gay possono sposarsi quanto vogliono, non danno noia a nessuno...
    LUTHIEN che significa 'dare noia'? Come puoi giustificare un tuo consenso su questo argomento 'perchè non ti dà noia'?
    Personalmente lo trovo pazzesco. Mi ha fatto venire in mente una scena del film 'La vita è bella' quando Benigni dice al figlio -da domani mettiamo fuori un cartello con scritto che canguri e lanzichenecchi da noi non possono entrare perchè ci danno noia'.
    Chi sei tu (in senso lato [?]) per provare noia per qualcuno che
    non conosci, di cui non sai la storia?

    ma da qui a dire che possono crescere un figlio ce ne passa!
    ...ce ne passa di cosa? Di belle parole? Di ipocrisia? Di Pseudo-Giudizio Universale?

    aiuto!
    Ultima modifica di ura : 22-10-2004 alle ore 01.41.59
    Sennò? Te come la vedi?

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739
    il mio prof di dinamica diceva che non si sapeva che sviluppo psicologico poteva avere un bambino con due genitori dello stesso sesso (badate, non era contro, solo non si sa perchè non è mai successo)

    ma io penso sempre:
    è meglio vivere con due genitori dello stesso sesso e gay, o vivere con un padre (o una madre) alcolizzato che quando arriva a casa ti gonfia di botte?
    ...questo per dire che non credo ci sia un legame tra gusti sessuali e doti genitoriali

    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  8. #8
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da arwen
    ma io penso sempre:
    è meglio vivere con due genitori dello stesso sesso e gay, o vivere con un padre (o una madre) alcolizzato che quando arriva a casa ti gonfia di botte?

    Originariamente postato da ember
    Ma penso anche che un bambino possa stare meglio con due mamme o due babbi piuttosto che in un orfanotrofio dove succedono cose di ogni genere

    ... se si parla di dover "scegliere" le sorti di un bambino,
    allora è fuori dubbio che è meglio dargli qualcosa piuttosto che niente, ma non sembra un po amorale coem situazione?
    sottrarre poi le sorti di un bambino per portarlo in qualcosa che ancora non si conosce benchè minimamente.

    Non mi schiero nè con l'uno nè con l'altro partito, ma è delicata come questione..

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Hai ragione anche tu... ma ci sarebbero comunque gli assistenti sociali ecc per tenere sotto controllo la situazione ( )... insomma, se non si inizia da qualche parte, sarà dura superare 'sto scoglio (sempre che si debba superare... per me si, e un giorno ci sembrerà così naturale come cosa...).
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  10. #10
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Ember
    sarà dura superare 'sto scoglio (sempre che si debba superare... per me si, e un giorno ci sembrerà così naturale come cosa...).
    ... è un po' come tutti gli scogli di tutti quegli argomenti con la pellicola delicata.. vedi il razzismo ecc..
    il primo passo fù fatto..poi tanti altri, ma in fondo se osservi attentamente ci son sempre delle grandi minoranze che vivono ancora strette ai loro pregiudizi..
    non hai idea di quante volte mi capiti di vedere persone di colore trattate male da bianchi, insultate o criticate senza motivi reali, oppure maltrattamenti, dita scagliate ingiustamente..

    io forse sono solo un pò scettico..
    non la vedo proprio come uno scoglio..
    vanno combattuti prima i pregiudizi e l'ignoranza..
    dopo questo forse si potrà pensare di infrangere scogli fin'ora mai toccati..

  11. #11
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Cosa significa sottrarre le sorti di un bambino?? Mica lo strappi dalle amorevoli cure di una mamma ed un papa' per affidarlo a due gay. E' ovvio che l'adozione c'e' in una situazione di criticita' in quando i genitori biologici per un motivo o per l'altro non ci sono piu' e allora si puo' prendere anche questa eventualita' in considerazione. E' comunque un problema serio, ed e' difficile anche discuterne senza quegli steccati mentali che abbiamo (e in minima parte ce li abbiamo tutti), non scordatevi mai che siamo nel paese piu' vicino a Citta' del Vaticano...certe cose non esisteranno mai, almeno fino a quando l'istituzione clericale avra' cosi' tanto peso sullo stato italiano.
    Anche io comunque non sono ne' a favore ne' contrario, mi mancano alla fine le competenze per dire con certezza che sia giusto o sbagliato, di sicuro la vedo piu' positiva che negativa, e lle motivazioni che mi fanno protendere per il negativo stanno tutte nella societa', credo ci vorranno ancora tanti anni perche' una cosa del genere possa essere mentalmente considerata normale.

  12. #12
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    Io penso che prima di tutto dovresti imparare la grammatica italiana, si scrive "qual è" e non "qual'è", per il resto il tuo intervento non merita nemmeno 1 risposta seria da parte degli utenti di ops...

    ikaro78

    P.S. Per Duccio: "bisogna prima cambiare la mentalità della società", ma che cazzo vuol dire?? Se la società è omofobica, come giustamente scrivi, la colpa è anche di chi continua ad alimentare e rinforzare stereotipi e pregiudizi sugli omosessuali, altro che "penultima scelta", ma come fate a scrivere queste stronzate e a voler fare gli psicologi, ma vi siete bevuti il cervello???

  13. #13
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Penultima perche' ci sono tre possibilita', coppia "normale" coppia gay e orfanotrofio, io privilegerei la coppia "normale" come prima opzione ma non perche' sia migliore della coppia gay ma per il fatto che un bambino in questa societa' vivrebbe male una situazione di questo tipo e non di certo perche' potrebbe essere deleteria per il suo sviluppo psichico. E' ovvio che per far si che l'opzione dell'adozione da parte della coppia gay diventi alla pari con la coppia considerata normale debba esserci un cambiamento di mentalita'... Non so se mi sono spiegato ikaro!

  14. #14
    artid
    Ospite non registrato
    OT:
    X ura e ikaro: raga, va bene che se ne sentono al giorno d'oggi, però se uno partecipa a un forum è per avere uno scambio di vedute, intavolare una discussione; non ha senso un tale prendersi a cazzotti fine a se stesso; essendo così aggressivi si ha l'unico effetto di disincentivare chi ha delle posizioni diverse dalla maggioranza [che già per questo sono meno propense ad esporle] a dire le proprie idee, e allora dove va a finire lo scambio?
    Si può imparare ed essere stimolati da chiunque, a patto che si sia aperti e si tenga a freno l'arroganza e la presunzione che covano un po' in ognuno di noi.
    Io personalmente preferisco una serata passata a chiaccherare con poche persone con punti di vista diversi dai miei piuttosto che essere attorniato da gente che non fa altro che darmi ragione.
    Così come odio la tendenza dei sistemi totalitari a reprimere le espressioni di idee e pensieri, odio questo facile schierarsi che è sempre più frequente.
    Posso capire chi s'incavola per certi fatti [chi mi conosce lo sa], ma non approvo un mero attacco verbale che non sia aperto alla comunicazione.

  15. #15
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    Sì, Artid, probabilmente hai ragione, però io "sono per l'integralismo ideologico, per l'assoluta coerenza, per 1 moralità di pensiero intatta e senza compromessi" (come diceva il grande P.P.Pasolini) e trovo assurdo (oltre che inutile) dovermi auto-censurare solo perchè siamo in 1 forum pubblico e quindi sarebbe opportuno avere 1 cordiale scambio di vedute, io quando leggo certe cose non mi trattengo e credo sia molto più aggressivo (e offensivo) il post di Luthien che il mio "mero attacco verbale".
    Passo e chiudo!

    ikaro78

    P.S. Ritornando al tema della discussione, si tratta di 1 questione evidentemente mal posta, non bisogna (e con questo rispondo al mio amico Duccio) fare 1 gerarchia di priorità tra coppia etero, coppia gay, orfanotrofio, bensì rispondere ad 1 domanda più specifica: "quale" coppia etero, "quale" coppia gay, "quale" orfanotrofio?? Forse che 1 coppia etero maltrattante sia migliore di 1 coppia gay?? Suvvia... Per il resto sono d'accordo, culturalmente non siamo pronti per adozioni gay, altrimenti non saremmo nemmeno qui a discuterne, vi pare?

Pagina 1 di 13 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy