• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1
    Buendia
    Ospite non registrato

    Scuole di specializzazione pubbliche: info generali

    Ci sono tante domande che mi vengono in mente:
    Queste scuole da chi sono riconosciute?
    Che valenza hanno rispetto a quelle private?
    Esistono scuole specifiche?
    C'è qualcuno che può raccontare qualcosa in merito ai possibili risvolti professionali?
    è possibile che si cerchi di fare "silenzio"sull'argomento?



    Credo che a molti converrebbe, ma forse è un mio parere personale

  2. #2
    Buendia
    Ospite non registrato
    Nessuno rompe il ghiaccio, forse perchè si sa davvero poco...
    eppure le scuole private mangiano troppo!

  3. #3
    HT Sirri
    Ospite non registrato

    Re: Esistono ma se ne parla poco:le scuole di specializzazione pubbliche

    Originariamente postato da Buendia
    Ci sono tante domande che mi vengono in mente:
    Queste scuole da chi sono riconosciute?
    Le scuole di specializzazione pubbliche sono sempre riconosciute (direi per definizione).


    Che valenza hanno rispetto a quelle private?
    Valenza formativa o legale?
    Da un punto di vista legale sono equivalenti (anzi, ti possono dare dei problemi in meno, nel senso che in alcuni concorsi vengono privilegiate).

    Da un punto di vista formativo.... dipende....
    Personalmente non sono in grado di giudicare, ed in ogni caso vanno viste singolarmente.


    è possibile che si cerchi di fare "silenzio"sull'argomento?
    Credo di piu' il contrario, ovvero i privati sono piu' pubblicizzati perche' loro si pubblicizzano maggiormente.

    Un abbraccio,

    Stefano

  4. #4
    paraval
    Ospite non registrato
    io conosco un'amica che frequenta una scuola di specilaizzazione universitaria...mmm...in realtà lei non ne è molto contenta, dice che sono molto disorganizzati e che a livello formativo non le sta servendo molto...però è vero costa la metà della metà di una privata, e non ha nemmeno l'obbligo di frequenza...penso che ogni scuola abbia pro e contro da valutare...kiss Valeria

  5. #5
    Neofita
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Candiolo (Torino)
    Messaggi
    3
    io ho fatto e appena finito una scuola di specia pubblica. se volete vi posso dare alcune info sulla mia scuola (specia in psico clinica università di torino - fac di psicologia)
    fatemi sapere
    EZIO M.

  6. #6
    violli
    Ospite non registrato

    grazie ezio

    Ezio sono un ragazzo che sta terminando un tirocinio in un cps a milano e si trova nella difficile situazione di dover scegliere una scuola di specialita.
    L orientamento psicodinamico del centro presso il quale presto servizio mi ha spinto ad informarmi meglio e prendere contato con alcune scuole di approccio psicodinamico.
    Leggendo della tua disponibilita mi e parsa la cosa giusta al momento giusto,mi farebbe molto piacere poter avere qualche info in piu come per esempio la frequenza e il costo magari qualche recapito telefonico dove informarsi meglio e soprattutto se alla fine del quadriennio sei solo o sei invece piu"guidato" anche ala ricerca del lavoro...
    Spero che le mie domande a mitraglia siano state chiare e soprattutto"contenibili"in una volta sola
    Ringrazio anticipatamente per la cortesia
    A presto risentirti

  7. #7
    Partecipante L'avatar di vilma
    Data registrazione
    25-03-2003
    Residenza
    FIRENZE
    Messaggi
    39

    raccomandazioni

    E' difficile entrare nelle pubbliche bisogna essere nelle grazie di qualcuno che conta. Non tutte preparano, anzi a dire di molti alla fine dei 4 anni non si è in grado di fare psicoterapie, è come rifare l'università. Vantaggi: il costo e se si partecipa a concorsi pubblici si è preferiti.

  8. #8
    swwetfay76
    Ospite non registrato
    1- non è affatto vero che per entrare nelle scuole pubbliche o in quelle private, bisogna essere nelle grazie di qualcuno.
    In tutte e due i tipi si fa un colloquio o un test in cui si è valutati in base al merito, alle votazioni e quant'altro specificato nel bando. Se poi esistono in Italia rarissime scuole (ma dubito fortemente) dove si fanno strani favoritismi, questo non lo sò, ma in linea di massima sono entrambe corrette e meritocratiche.

    2- le scuole statali universitarie "di norma" non preparano specificcatamente ad un indirizzo psicoterapeutico (non sono psicodinamiche, cognitive, sistemiche ecc), ma si dividono in :
    - psicologia clinica: che spesso è una ripetizione del corso di studi fatto all'università (come materie di studio) --> una volta terminata hai il titolo di "specializzazione in psicologia clinica", nonchè sei abilitato alla professione di psicoterapeuta.

    - psicologia del ciclo di vita: che si focalizza su differenti aree della vita (vecchiaia, età infantile, ecc)--> x maggiori info guarda i siti internet dell'università! Al termine comunque sei specializzato in psicologia del ciclo di vita ed hai l'abilitazione all'esercizio della psicoterapia.

    - psicologia della salute: al termine sei specializzato in psicologia della salute ma, da quanto sò, non da però l'abilitazione alla professione della psicoterapia.

    Le scuole private sono scuole di specializzazione in psicoterapia ed hanno un indirizzo specifico (cognitivo, sistemico,psicodinamico,ecc) --> danno un diploma di abilitazione alla psicoterapia (come quelle statali) ma non danno altri titoli di specializzazione!!!!!!!

    QUINDI FATE ATTENZIONE!
    Nel sistema sanitario nazionale ora come ora ci sono pohcissimi concorsi x psicologi. Per farli, bisogna però avere una specializzazione attraverso una scuola universitaria o privata:
    - concorsi per psicologo disciplina psicologia --> sono accessibili SOLO da psicologi xhe hanno fatto una scuola di specializzazione universitaria!!!
    - consorsi per disciplina psicoterapia --> sono accessibili sia dai medici che dagli psicologi che abbiano fatto o la specializzazione universitaria o quella in scuola privata.

    Il secondo tipo di concorsi è rarissimo! provate a guardare su internet i bandi che attualmente ci sono.
    Morale?! se fate la scuola universitaria statale potete fare tutti e due i concorsi, se fate la scuola privata potete fare solo i secondi che non vengono quasi mai istituiti e nei quali sareste in concorrenza anche coi medici. Praticamente, in soldoni, se fate una scuola universitaria avete molte più possibilità (è questo che diceva sirri sopra!)

    3- le scuole statali universitarie (come ad es. quella di milano-bicocca in psicologia del ciclo di vita) hanno lezioni durante la settimana. Questo, aggiunto alla mezza giornata (o al giorno intero) di tirocinio a settimana che dovete fare, vi lascia libero quasi esclusivamente solo il weekend. Morale? se volete lavorare è mooolto complicato.
    Le scuole private in psicoterapia hanno lezioni facilitanti per chi lavora e di norma si svolgono nel weekend (venerdì,sabato e domenica), lasciandovi libera tutta la settimana per far tirocinio e, se volete, lavorare!Alcune scuole (come l'iserdip di milano) hanno lezione solo 1 giorno a settimana, ma infrasettimanalmente, come ad es. solo il giovedì.
    Quindi se volete lavorare, fate una scelta anche in base a questo!

    4- se avete già un'idea precisa dell'indirizzo psicoterapeutico che volete intraprendere, il mio consiglio è di dirigersi direttamente verso la scuola che lo rappresenta meglio. In questo caso, andte sul sito dell'ordine degli psicologi, guardate l'elenco delle scuole, segnatevi quelle che vi sembrano più affini a voi, chiedete in giro (magari qui su ops) e magari chiamate e prendete un appuntamento per un colloquio, dove chiedere tutto ciò che vi resta come dubbio e che vi può servire a scegliere una scuola rispetto ad un'altra.

    5- le scuole universitarie, per la maggiore, hanno un vero e proprio libretto universitario (come a psicologia) ed ha sessioni d'esame con esami singoli e pesanti da fare durante l'anno.
    Le scuole private di norma, a quanto ho potuto constatare, hanno un esame finale ogni anno su una bibliografia precisa, che si svolge di norma intorno a dicembre e che "raggruppa" tutti gli insegnamenti di quell'anno. Alcune scuole chiedono di discutere un caso, altre di fare una tesina, altre di fare ogni anno una vera e propria tesi. Informatevi bene, ma sappiate che di sicuro l'impegno richiesto è meno stressante di quello universitario, poichè avendo la bibliografia e un solo esame finale (con o senza tesine da fare), potete organizzarvi + o - come volete e prepararvi per tempo quando ne avete più possibilità. L'università invece ha, ovviamente, tempi più pressanti e rigidi.

    6- le scuole universitarie, oltre agli studi e al tirocinio, non richiedono altro.
    Le scuole private, in molti casi, soprattutto per ciò che riguarda le scuole psicodinamiche, richiedono che venga svolta una supervisione e una psicoterapia personale, che sono spesso extra rispetto alla retta della scuola che è già molto onerosa e che quindi prevedono altri sborsi di denaro!
    Io frequento la scuola di psicoterapia cognitivo-comportamentale "studi-cognitivi" di milano che non richiede questi etra, ma nel cercare quale scuola frequentare, mi sono imbattuta in più scuole che mettevano l'obbligo alla supervisione e alla psicoterapia personale lautamente pagate, all'interno del "percorso di studi", al fine di rilasciare il certificato di abilitazione all professione di psicoterapeuta.

    Spero di aver detto tutto ciò che sò sulle scuole! Se avete altri dubbi o domande, chiedetemi pure e per quanto posso, vedrò di dirvi tutto ciò che sò :-)

    p.s. come è ovvio da quanto sopra, una differenza sostanziale che non ho citato, è che le universitarie hanno tasse "umane", come all'università, mentre le private si aggirano intorno + o - agli 8 milioni di lire annui! (ma ce ne sono di mooolto più costose!)

    baci
    laura

  9. #9
    swwetfay76
    Ospite non registrato
    p.s. personalmente x ciò che riguarda milano, ho chiesto ad amici che frequentano psicologia clinica alla statale e psicologia del ciclo di vita in bicocca. In entrambe i casi mi sono state vivamente sconsigliate per la disorganizzazione e per il contenuto degli esami universitari che hanno, che pare siano una mera ripetizione degli esami universitari.

    baci
    lau*

  10. #10
    Partecipante L'avatar di vilma
    Data registrazione
    25-03-2003
    Residenza
    FIRENZE
    Messaggi
    39
    Ho partecipato nel 2004 agli esami x accedere alla scuola di spec\ializzazione pubblica in 2 città italiane. Ti posso assicurare di quanto ho affermato. In una di queste ero arrivata prima nella prova scritta che era segreta ed all'orale una volta ammessa a sostenerlo ho dovuto solo parlare di ciò che avevo fatto al tirocinio, quindi domande non nozionistiche. Bene sono arrivata 10ma e ne hanno prese 8!!! Che demerito ho avuto nel descrivere il mio tirocinio me lo chiedo ancora.....Meditate gente meditate...
    Mi sono iscritta ad una privata al costo di 4000 euro all'anno.

  11. #11
    swwetfay76
    Ospite non registrato
    vilma se ciò che dici è vero, suppongo tu abbia testimoni di quanto affermi. E allora perchè non hai fatto regolare denuncia del fatto?
    Non voglio asserire che tu menta, s'intende! come in tutte le cose ci può essere il caso in cui in un dato anno o in una data scuola, non si entra per meritocrazia, ma per "spinte". A milano, sia in quella di psicologia clinica che in quella del ciclo di vita (bicocca), ti posso assicurare che non è affatto così e altre amiche di padova, torino, parma, roma e bologna mi hanno assicurato lo stesso da loro!
    Mi sembra altrettanto strano che nella stessa città in due scuole pubbliche (se ho capito bene) tu sia stata esclusa xchè qualcun'altro era stato spinto!
    Ti assicuro che io stessa ho provato i concorsi a Milano e in due scuole private e sono entrata in tutte, benchè i posti fossero pochini ed ho un semplice 102 come voto di laurea e non penso di essere una super-psicologa. Poi se, unicamente nel tuo caso, sei stata sfortunata o hai subito un'ingiustizia, fai valere i tuoi diritti. Ma per favore, visto che nella maggioranza dei casi la regola è meritocratica, non diffondere una voce contraria perchè il caso di una persona e di una città non si può estendere a tutte le persone e tutte le città italiane....non sarebbe corretto nè veritiero, non trovi?

    lau

    p.s. io sono iscritta ad una cognitivo-comportamentale a Milano a 4000 euro l'anno come te e una ragazza che conosco, che ha fatto il colloquio con me, con voto di laurea + alto del mio, non si spiega come mai sia rimasta fuori.... io non avevo spinte e non ho detto nulla di particolare! credo semplicemente di aver fatto un'ottima impressione..... capita! :-)

  12. #12
    Partecipante L'avatar di vilma
    Data registrazione
    25-03-2003
    Residenza
    FIRENZE
    Messaggi
    39
    Ciao,
    le 2 città universitarie di cui parlo sono in Toscana. Ti posso solo dire che mentre in un primo momento volevo fare ricorso tramite avvocato, dopo sono stata trattenuta dal farlo xchè se avessi vinto gli stessi esaminatori che insegnano nella scuola te l'avrebbero fatta pagare in un altro modo. Sono stata avvertita di calmarmi e di soprassedere. Cmq nella sessione di cui parlo c'erano altri ragazzi che provavano quella sede e riferivano le loro brutte esperienze sia lì che in altre sedi italiane,quindi sono convinta delle spinte, come sono certa che in altre sedi che non conosco qualcuno possa entrare solo x merito, voglio crederti., anzi, sento il bisogno di crederti. Nelle scuole private hanno bisogno di iscritti, fanno sì le selezioni, però, alla fine se non hanno raggiunto il numero sono molto più elastici....
    Anche qui sia per sentito dire che per esperienza.Cmq ora sono contenta della scuola che frequento , un po' meno della cifra che sono costretta a pagare. Concordo con te sul fatto che le scuole di specializzazione universitarie siano una ripetizione di psicologia, che siano preferite nei concorsi, che costino il giusto. Sul fatto che diano una preparazione a fare la psicoterapeuta meglio soprassedere: con i soldi risparmiati uno se la deve fare da sola.

  13. #13
    specialiss
    Ospite non registrato
    ciao, vorrei sapere se è possibile frequentare contemporaneamente una scuola pubblica ed una privata e soprattutto dove è possibile prendere info!

  14. #14
    Partecipante L'avatar di vilma
    Data registrazione
    25-03-2003
    Residenza
    FIRENZE
    Messaggi
    39

    2 in contemporanea?

    Credo che lo si possa fare se uno non lavora a tempo indeterminato, non esiste inconpatibilità. E' importante informarsi sugli orari di impegno , tirocinio compreso, della pubblica e della privata. La frequenza è obbligatoria in tutte le scuole di specializzazione, come x il tirocinio, sono circa 100 ore all'anno, alcuni ne pretendono 150! Quindi tutto raddoppiato come lavoro da fare. Nelle scuole private di solito gli orari di frequenza vengono messi tra venerdì, sabato e domenica, nelle pubbliche che conosco io l'impegno è mercoledì e giovedì. Comunque chiedi alla scuola di specializzazione pubblica, se loro sono d'accordo, questo x scrupolo. Se tu riesci fisicamente e mentalmente a reggere chi te lo può impedire? In bocca al lupo x tutto!!!

  15. #15
    alberag
    Ospite non registrato
    Le persone che conosco e che frequentano scuole pubbliche vi sono entrate sicuramente perchè erano in gamba, ma altrettanto sicuramente perchè nella commissione che valutava l'accesso c'era qualcuno che li conoscenva. La questione della formazione post-lauream in ambito accademico è che vai avanti se conosci qualcuno che ti permette di farlo: ma chi ti ha "scelto" lo ha fatto perchè ti ritiene bravo.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy