• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 23
  1. #1
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    La canzone..fra poesia e musica

    Ciao a tutti, e' da poco passata la mezzanotte e da un po' di tempo mi frullava in testa questa discussione per vedere un po' cosa ne pensavate e per vedere che spunti ne nascevano. Mi piacerebbe sapere un vostro illustre parere sul rapporto fra canzone e poesia, che secondo me rimane abbastanza distaccato. Sentiamo troppo spesso etichettare dei cantanti con la voce di poeti, parola diventata troppo inflazionata secondo me.
    La musica riesce spesso a migoliorare molto anche un testo mediocre che di poetico non ha niente, e una poesia magari con due note e tre accordi solamente puo' diventare un must. Da un punto di vista poetico siuramente il piu' grande autore che abbiamo avuto e' stato De Andre', il quale scriveva in metrica, se leggiamo il primo testo che mi viene in mente "bocca di rosa" ce ne accorgiamo subito, ma la poesia e' arte, non basta mettere due rime una accanto all'altra, oppure scrivere due frasi ad effetto per parlare di poesia. La mia idea e' che canzone e poesie siano due cose differenti, la canzone è una cosa e la poesia un'altra, sono forme d'arte ben distinte da non confondere. Con questo non voglio dire che la poesia debba per forza essere superiore alla canzone o il contrario, esistono brutte poesie e belle canzoni, non amo molto sentire dire che le belle canzoni possono essere considerate anche "poesie"nel vero senso del termine, come se in questo modo si volesse nobilitarle e darle valore, De Andrè ad esempio non si è mai considerato un poeta, respingeva questa etichetta perchè era prima di tutto un cantautore, poi che i suoi testi potessero essere anche poetici e che potessero avere una loro forza anche leggendoli e' un altro discorso ma lui scriveva canzoni e non poesie, se no avrebbe fatto a meno di cantarle e suonarle. La poesia per definizione non ha bisogno di musica, sta bene da sola, i versi hanno una loro musicalità interna, nella canzone invece testo e musica si completano a vicenda, esistono bellissime canzoni che hanno un testo povero che da solo non starebbe mai in piedi, come quasi tutte le canzoni di Pino Daniele e molte di Vasco x esempio, basti pensare a "Una canzone per te" di Vasco, non sono certo "poesie" eppure trasmettono emozioni grazie alla particolare alchimia tra parole e musica, quindi l'emozione non ha niente a che fare con la poesia ma è un fatto soggettivo, quello che può emozionare me può lasciar indifferente qualcun altro, la capacità di evocare immagini con un verso o con un musica invece può essere se non dimostrata almeno provata o constatata, nel corso del tempo, se Dante è considerato Dante e Leopardi è Leopardi ci sarà un motivo, non è perchè "emozionano" qualcuno, lo stesso si potrà dire tra molti anni dei vari De Andrè, Bob Dylan, Leonard Cohen, che x certi versi possono essere considerati l'equivalente attuale dei poeti del passato, ma la poesia rimane sempre una forma d'arte differente dalla canzone, è bene non fare confusione...
    Voi che ne pensate?
    Ultima modifica di Duccio : 20-01-2005 alle ore 00.54.53

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Io sono d'accordo con te, ed è una cosa che anche io ho sempre sostenuto giuso qualche tempo fa sentivo una discussione di questo tipo da qualche parte in tv o alla radio...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di liliam
    Data registrazione
    30-08-2004
    Residenza
    arezzo
    Messaggi
    102
    io credo che le canzoni smuovano piu l'animo...nel senso che emozionano...piu un discorso di cuore...
    le poesie fanno pensare,riflettere..ragionare....è indubbio che il confine è sottile....
    Quando ascolto la donna cannone mi vengonoi brividi...ma il buon 80%per me è la musica che con quel ritornello..danno la scossa..
    Forse le canzoni mi toccano piu a livello emozionale perche inconsciamente le collego a singoli momenti della mia vita,a persone,situazioni,sentimenti...mentre le ascoltavamo magari stava succedendo qlc.di bello..una canzone ci capita di ascoltarla,anche per caso,piu volte nella nostra vita...una poesia..la devi cercare!
    non so se torna/vi torna qst.discorso...
    LILIAM

  4. #4
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Però alcuni pezzi di De Andrè sono stati messi nelle antologie...senza musica...qualcosa vorrà dire...

  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Beh perche' scriveva in metrica, ma se anche lui odiava farsi definire tale...un motivo ci sara'

  6. #6
    evaluna^
    Ospite non registrato
    che era modesto

  7. #7

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    de andrè i suoi secondo me erano capolavori, proprio perchè univano dei testi bellissimi ad una musica altrettanto comunicativa!

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    io credo che il testo di una canzone sia solo parte della canzone stessa... non poesia, per quanto bellissimo. Poi se uno per poesia intende anche un bel paesaggio, ok, ma "ufficialmente" la poesia è una cosa ben precisa.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di PoPpY1974
    Data registrazione
    07-10-2003
    Residenza
    Da qualche parte nella Rete
    Messaggi
    3,035
    Ricordo un'intervista di De Andrè in cui alla domanda se fosse più imbarazzato oppure orgoglioso di essere stato inserito nelle antologie italiane disse: "sono imbarazzato di questa mia piccola vanità".

    Credo che le poesie siano canzoni, con una loro musica, soprattutto "Le" canzoni...
    *Inviata Speciale* del Cinema di Ops *Incoronatrice Ufficiale*del King of Movies!


    (\_/)
    (°_°)
    (> <)
    This is Bunny. Copy Bunny into your signature to help him on his way to world domination!
    [Bunny Rulez! ]


  10. #10
    evaluna^
    Ospite non registrato
    bello detto così sì anche io

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    scusate, ma cosa fa di un testo un Poesia a tutti gli effetti? Non credo che sia la metrica visto che gli ermetisti (erano loro? Non sono il massimo in letteratura moderna) scrivevano senza metrica.
    Ci sono musicisti che più o meno giustamente vongono definiti poeti, sopratutto perchè scrivono testi che anche senza musica trasmettono forti emozioni. Credo sia questo il fine ultimo della poesia, no? Emozionare.
    Jim Morrison era un poeta. Ha scritto molte poesie che sono diventate canzoni dei Doors, e ha pubblicato 2 libri di poesie. Magari non sono tutti dei capolavori, ma alcune sono veramente notevoli. Per me lui è un poeta.
    Avete mai letto i testi di Nick Cave? Sono indubbiamente evocativi. E lo stesso si può dire per Bob Dylan e De Andrè.
    Certo, quando si cerca a tutti i costi di far passare per poeti cani e porci allora mi inc anchio, ma alcuni possono essere "elevati" al rango di poeti. Più o meno a furor di popolo!
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  12. #12
    Partecipante Affezionato L'avatar di Chiky
    Data registrazione
    17-07-2004
    Messaggi
    60
    Penso che la differenza tra poesia e canzone sia solo il codice utilizzato...voglio dire, entrambe trasmettono emozioni, di qualunque tipo esse siano...la canzone usa la musica, la voce, l'intensità sonora e in più il testo...coinvolge più sfere, raggiunge il cuore anche attraverso i sensi e qs senza dubbio la rende più accessibile....
    E la poesia....
    La poesia tocca l'anima non solo con la metrica...con la scelta delle parole, l'accostamento dei suoni, la punteggiatura, la forza di alcune figure...
    Entrambe parlano, raccontano una storia o solamente delle emozioni che in ambedue i casi devono comunque passare attraverso chi le fruisce....
    Non credo che una possa definirsi più elevata dell'altra, sono tutte e due modi di arrivare all'intimità di un uomo, in modo diverso.
    "non può piovere per sempre"

  13. #13
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Va beh ma non e' che se uno prova un'emozione ascoltando una delle canzoni piu' trash tipo "la solutiduine" della Pausini vuol dire che questa sia una poesia.... insomma ci sono canzoni che a me emozionano perche' magari fanno riferimento ad un episodio che ho vissuto...ad esempio a me emoziona molto "gli anni" degli 883 perche' mi ricordano la mia adolescenza...ma come testo e' e' di una banalita' sconvolgente.... definirlo poesia e' un offesa alla parola stessa....

  14. #14
    zezzolla
    Ospite non registrato

    Re: La canzone..fra poesia e musica

    [QUOTE]Originariamente postato da Duccio
    [B]Ciao a tutti, e' da poco passata la mezzanotte e da un po' di tempo mi frullava in testa questa discussione per vedere un po' cosa ne pensavate e per vedere che spunti ne nascevano. Mi piacerebbe sapere un vostro illustre parere sul rapporto fra canzone e poesia, che secondo me rimane abbastanza distaccato. Sentiamo troppo spesso etichettare dei cantanti con la voce di poeti, parola diventata troppo inflazionata a mio avviso...


    NON PUOI DIRE CHE UNA CANZONE NON è POESIA SOLO PERCHè NON CI SONO RIME BACIATE O LA METRICA NON CORRISPONDE A QUELLA DELLA POESIA.. NEL MOMENTO IN CUI LA CANZONE TI TRASMETTE EMOZIONI E RIESCI A CAPTARE IL PENSIERO DELL' AUTORE ALLORA CAPISCI CHE è POESIA. SECONDO ME POESIA E MUSICA SI SCINDONO MOLTO BENE, CERTO SE ASCOLTI LE CANZONI DI FRANCESCO SALVI ALLORA POSSO ANCHE DARTI RAGIONE, MA ANCHE QUELLE SCONTATE FORSE + PER FAR ODIENCE DI PAOLO MENEGUZZI O MAX PEZZALI NON SONO COSI' TANTO DA SOTTOVALUTARE..
    CIAO CIAO

  15. #15
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Non credo assolutamente al binomio poesia-emozione. Ovvero non credo che una canzone "solo" perche' ci emoziona debba essere una poesia. Secondo me non solo Paolo Meneguzzi e Max Pezzali sono da sottovalutare, ma sono proprio da scartare, chiamasi a mio modesto parere musica spazzatura, prodotti ben confezionati, preparati, lustrati e dati in pasto alla massa ignorante (da ingoro, ovvero che non conoscono che si accontewntano della semplicita' terra terra) che ascolta da Britney Spears, alla Pausini, ai Backstreet Boys e via dicendo. Prendi il testo de "gli anni" degli 883, credo non esista banalita' piu' sconvolgente, oppure le canzoni di Paolo Meneguzzi... insomma chiamarle poesie solo perche' uno puo' emozionarsi in quanto gli possono evocare dei ricordi mi sembra quasi una bestemmia. Purtroppo io per certe cose sono abbastanza selettivo, c'e' una enorme differenza fra Artisti come De Gregori, Battiato, Zero, Guccini, ecc ecc e semplici mestieranti come la Pausini, 883, Polo Meneguzzi...che si sono anche ottimi artigiani, magari anche tecnicamente abili...ma e' la differenza che passa tra uno scultore ed un muratore....Tutto qua

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy