• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1

    una curiosa storia sul potere dei social

    Mi è successo un fatto straordinario, un po' doloroso, ma positivo.
    Riguarda Quora e il fatto che 2 settimane di utilizzo mi hanno
    provocato lo scossone di cui (forse) avevo bisogno.

    La mia vita è una lunga sequenza di fallimenti, sono del 67,
    lavoro (quando lavoro) dal 90. E dal 90 ad oggi: sempre peggio.
    Dieci anni fa ho alzato le mani, accettando la terapia.
    Non ero sincero, quindi i due ottimi piscologi non hanno operato
    alcun miracolo in me. Continuavo ad avere il mio problema
    e speravo di trovare il modo di sterminarlo (non sterminando me!).

    In questi ultimimissimi anni sono una specie di relitto spiaggiato
    a casa del mio vecchio papà. Dà da mangiare al gatto e a me.
    Non lavoro perchè anche solo cercare un lavoro significa avere a che
    fare con delle persone. E col mio problema irrisolto quelle interazioni
    produrranno solo esiti molto poco gratificanti e utili...

    Sono un programmatore e i programmatori, quando non lavorano, lavorano,
    solo che nessuno li paga. Però anche cazzeggiano.
    E' raro che mi appassioni ai social network. Come qualsiasi persona
    che abbia qualcosa da fare trovo i social una triste perdita di tempo.
    Ma questa volta mi appssiono a Quora.
    Mi capita di postare un risposta. Qualche utente (forse pagato) mi vota.
    Io mi appassiono. Per 2 settimane posto una decina di messaggi al giorno.

    Ma io sono io, non si scappa. Mano a mano che mi "allargo" aumentano le
    probabilità di entrare in conflitto con qualcuno. In questo caso non sono
    io a provocare, ma non è rilevante. Scoppia la mia ira furibonda, rimugino,
    la mia paranoia mi fa vedere scenari torbidi: si innesca l'angoscia.

    Cos'è successo di diverso dai precedenti 51 anni di vita sulla terra? nulla.
    Normale amministrazione. Normalmente avrei archiviato e sarei passato oltre,
    con un carico di rabbia e angoscia in più nell'anima.
    Invece questa volta mi è scoppiata in faccia tutta la verità.
    Tutto quello che ho solo registrato, ma non accettato, proveniente da quei
    due (consentitemi) poveri psicologi, ma non solo loro certamente,
    tutto su un colpo ero io stesso a scoprirlo in me.

    La mia/nostra diagnosi sarebbe: borderline o narcisista-fragile o entrambi o un mix.
    Mi importa poco, io non sono uno psicologo, ma un programmatore.

    in fede

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    550

    Riferimento: una curiosa storia sul potere dei social

    Salve _pber_ perchè scrivi qui? E' molto interessante la tua storia. A volte quando ci spiattellano ciò che siamo è normale essere feriti e quindi allontanarsi o essere bannati.
    Tuttavia non ho capito molto se ci sei andato da questi due psicologi (di che orientamento erano?) e quanto tempo con ognuno hai fatto terapia?
    Magari potresti provare con altro psicologo magari sistemico visto che mi pare sia l'orientamento migliore in caso di problemi relazionali (tipici dei narcisisti).
    Buon tutto _pber_
    Ultima modifica di studentessaa : 15-10-2018 alle ore 09.32.49 Motivo: ho letto solo ora che hai scritto a Giugno, magari nel frattempo hai già risolto, spero.

Privacy Policy