• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Triennale e Master?

  1. #1

    Triennale e Master?

    Buon giorno a tutti, sono una neolaureata in Scienze e tecniche psicologiche ( triennale di psicologia) e vorrei capire una cosa.
    Mi sono arrivate via mail delle proposte di formazione ad esempio un master in psicologia giuridica e c'è esplicitamente scritto che tra i destinatari vi sono i laureati triennali in psicologia oltre che quelli nella specialistica.
    Vorrei capire come potrebbe essere spendibile un master di questo tipo dato che insegna a somministrare i principali test in ambito minorile ad esempio; un laureato triennale come potrebbe poi operare concretamente se non è iscritto all'albo A?
    Grazie a chi risponderà.

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,938

    Riferimento: Triennale e Master?

    I dottori in scienze e tecniche psicologiche (iscritti all'abo B) possono somministrare qualunque tipo di test psicologico. .. è previsto e normato dalla legge che disciplina la figura del laureato triennale iscritto all'ordine.
    Per quanto riguarda il master io aspetterei, tieni conto che per lavorare in ambito giuridico come psicologi si può fare come CTP (che viene nominato dal'avvocato e quindi non deve avere nessuna formazione certificata e riconosciuta) o come CTU che è una figura che deve essere iscritta ad un albo presso il tribunale e deve avere una formazione riconosciuta da tot ore di corso o master (pubblico o privato ma comunque riconosciuta secondo dei criteri).. oltre a tot anni di iscrizione all'albo.. se non sbaglio è richiesto per il ctu l'l'albo A.
    Io comunque aspetterei per la testistica.. L'utilizzo dei test, almeno nel 90 per cento dei test, si impara durante l'università e durante al limite un ottimo tirocinio post lauream dove, se ben scelto, puoi vedere test, somministrarli, fare i profili, discutere con il tutor dei vari casi che hai di fronte. Bastano davvero le competenze che si studiano all'università e un buon tirocinio dove poterli utilizzare e soprattutto l'attenta lettura/studio del manuale.. e soprattutto essendo qualcosa di molto tecnico si tende a dimenticare abbastanza velocemente se non ci si lavora abbastanza frequentemente. Il rischio quindi è quello di fare un master ora, fare la magistrale o il tirocinio ecc.. ma senza utilizzarli nel giro di un annetto dimenticarci tutto e quello che ti rimane è un pezzo di carta a cui non corrisponde più una reale approfondita e solita competenza.
    Quindi io fossi in te aspetterei e prima di spendere migliaia di euro aspetterei di imparare bene la testistica durante il tirocinio e riprendendo i manuai universitari.

  3. #3

    Riferimento: Triennale e Master?

    Citazione Originalmente inviato da Duccio Visualizza messaggio
    I dottori in scienze e tecniche psicologiche (iscritti all'abo B) possono somministrare qualunque tipo di test psicologico. .. è previsto e normato dalla legge che disciplina la figura del laureato triennale iscritto all'ordine.
    Per quanto riguarda il master io aspetterei, tieni conto che per lavorare in ambito giuridico come psicologi si può fare come CTP (che viene nominato dal'avvocato e quindi non deve avere nessuna formazione certificata e riconosciuta) o come CTU che è una figura che deve essere iscritta ad un albo presso il tribunale e deve avere una formazione riconosciuta da tot ore di corso o master (pubblico o privato ma comunque riconosciuta secondo dei criteri).. oltre a tot anni di iscrizione all'albo.. se non sbaglio è richiesto per il ctu l'l'albo A.
    Io comunque aspetterei per la testistica.. L'utilizzo dei test, almeno nel 90 per cento dei test, si impara durante l'università e durante al limite un ottimo tirocinio post lauream dove, se ben scelto, puoi vedere test, somministrarli, fare i profili, discutere con il tutor dei vari casi che hai di fronte. Bastano davvero le competenze che si studiano all'università e un buon tirocinio dove poterli utilizzare e soprattutto l'attenta lettura/studio del manuale.. e soprattutto essendo qualcosa di molto tecnico si tende a dimenticare abbastanza velocemente se non ci si lavora abbastanza frequentemente. Il rischio quindi è quello di fare un master ora, fare la magistrale o il tirocinio ecc.. ma senza utilizzarli nel giro di un annetto dimenticarci tutto e quello che ti rimane è un pezzo di carta a cui non corrisponde più una reale approfondita e solita competenza.
    Quindi io fossi in te aspetterei e prima di spendere migliaia di euro aspetterei di imparare bene la testistica durante il tirocinio e riprendendo i manuai universitari.

    Intanto ti ringrazio per la dettagliata risposta Duccio!
    Infatti sono pensierosa sul da farsi perchè ovvio, i prof. consigliano di proseguire alla magistrale ma poi non sarebbe finita li: tirocinio pre laurea, post- laurea di un anno, esami per l'iscrizione all'albo...insomma un percorso lungo e io adesso non potrei affrontarlo.
    Una cosa che non sapevo è che con l'iscrizione all'albo B si possano somministrare i test per esempio... ma quindi esiste un esempio di impiego per un dottore in scienze e tecniche psicologiche iscritto all'albo? Possono partecipare ai concorsi?
    A me sembra che le mie conoscenze, sebbene laureate magistrali non nuotino in buone acque quindi non capisco se possa valere lo sforzo di affrontare ancora anni di studio dovendo lavorare allo stesso tempo

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,938

    Riferimento: Triennale e Master?

    Quello della spendibilità della laurea triennale è un argomento ancora diverso che meriterebbe un post a parte.
    Vanno fatte alcune riflessioni..
    La prima è che si parla comunque di laurea triennale, tirocinio, esame di stato (lungo e costoso) e iscrizione all'albo B.. dopodichè se tu volessi continuare con la magistrale sarebbero altri due anni, più un intero anno di tirocinio, un altro esame di stato .. Quindi ne caso poi ti venisse in mente di continuare dovresti comunque rifare un anno di tirocinio esame di stato ecc.. Vale la pena pensarci non bene ma benissimo.
    Seconda cosa. Il laureato triennale trova lavoro? Sono molto pochi coloro che si fermano alla triennale, qualche anno fa a firenze c'erano tipo 6 mila iscritti all'albo A e 18 iscritti all'albo B... non ne conosco così tanti per poter dire se siano o meno occupati.. Quello che posso dire è che non conosco nessun laureato triennale ventiduenne che lavora.. I laureati triennali come target sono persone di 40, 50 anni che hanno già una laurea, hanno già una professione e scelgono la laurea triennale in psicologia per ampliare le competenze e avere un maggiore raggio di azione e hanno soprattutto già una professione avviata e una ampia rete di contatti. Penso a tutta l'area della riabilitazione neuropsicologica, dal tecnico della riabilitazione psichiatrica al logopedista ecc che scelgono una laurea triennale in psicologia ad esempio in un indirizzo di neuropsicologia per poter avere maggiore possibilità nell'uso dei test e nella riabilitazione psicologica... Il discorso è che comunque lo psicologo come il triennalista lavora soprattutto come libero professionista , ovvero apre partita iva e lavora in più contesti spendendo la sua competenza e offrendo un servizio a seconda di quello che sa fare. Per questo i laureati triennali iscritti all'albo B che lavorano è gente adulta con già una laurea alle spalle e una professione.. perchè sono già persone competenti ed inserite.. Poi ci sarà la persona di 22, 25 anni particolarmente brillante con uno spiccato senso imprenditoriale oltre a delle competenze ben strutturate che lavora con la triennale.. però ecco nella casistica limitata che ho.. sono davvero la minima parte.
    Sinceramente i concorsi sono rari anche per i laureati quinquennali iscritti all'albo A ... La cosa importante secondo me è scegliere un ottimo anno di tirocinio che è la fase in cui si impara davvero il mestiere e cercare di imparare il più possibile.. La magistrale come la triennale difficilmente danno strumenti operativi ma danno una base teorica... la pratica la impari nella maggior parte dei casi dopo la laurea tra tirocinio, corsi, corsetti , master , studio individuale.

Privacy Policy