• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2013
    Messaggi
    71

    Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Ragazzi, devo scrivere questa benedetta lettera di motivazioni. Sinceramente non so cosa scrivere, e credo che non sia un documento superfluo, ma da quello che mi ha detto un professore che è stato in commissione sembra essere un documento fondamentale. Da quello che ho capito deve essere informale e impostato sulla propria persona e sul motivo per cui si è scelto quello specifico dipartimento. Se vi mando un abbozzo di quello che ho scritto fino ad ora mi dite cosa ne pensate?

  2. #2
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,885
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Ciao dipende dalla Facoltà e dalla commissione e da come sono abituati a fare selezione. Se ti è stato detto che la lettera di motivazioni è importante e storicamente viene utilizzata come uno dei parametri di valutazione per la selezione dei dottorandi, allora di sicuro sarà un documento da preparare con cura. Nelle lettere di motivazione vanno spiegate in sostanza l'inclinazione al ramo della ricerca, l'interesse e l'ambito che attrae maggiormente la tua passione di futuro ricercatore.
    Se ti va condividi pure la bozza, sperando che qualcuno ti possa essere di aiuto
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2013
    Messaggi
    71

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Citazione Originalmente inviato da crissangel Visualizza messaggio
    Ciao dipende dalla Facoltà e dalla commissione e da come sono abituati a fare selezione. Se ti è stato detto che la lettera di motivazioni è importante e storicamente viene utilizzata come uno dei parametri di valutazione per la selezione dei dottorandi, allora di sicuro sarà un documento da preparare con cura. Nelle lettere di motivazione vanno spiegate in sostanza l'inclinazione al ramo della ricerca, l'interesse e l'ambito che attrae maggiormente la tua passione di futuro ricercatore.
    Se ti va condividi pure la bozza, sperando che qualcuno ti possa essere di aiuto
    Grazie crissangel. In realtà è proprio questo che non mi convince. L'inclinazione al ramo della ricerca non posso auto-proclamarmela o auto-valutarla. A questo proposito c'è già il progetto di ricerca da presentare, che ho già pensato e strutturato, e che dovrà appositamente essere valutato dalla commissione. La lettera di motivazioni mi sa più di cosa semi-smielata (ma non troppo), informale e superflua. E con superflua intendo dire che dovrebbe essere la cosa meno utile del mondo per valutare un candidato, perché una persona può essere estremamente motivata ma particolarmente poco avvezza alla comprensione e alla produzione di conoscenza scientifica. Nelle righe che ho scritto fino ad ora ho cercato di esaltare il dipartimento cui voglio afferire, per giustificare la mia scelta di quest'ultimo scrivendo ad esempio:

    "[...] In particolar modo, ho sviluppato un vero interesse nel dottorato in scienze cognitive poiché sono venuto a conoscenza di docenti e dottorandi che sembrano condividere le mie stesse passioni e inclinazioni. Ritengo questo un fattore fondamentale dal momento che la complessità e la singolarità del campo di ricerca in questione richiederebbero certamente l’azione congiunta di affinità, cooperazione ed expertise al fine di rendere possibile la realizzazione di quelli che sono i miei obiettivi: (1) diventare un professionista totalmente autosufficiente e competente nel campo dell’approccio matematico e computazionale nelle scienze cognitive; (2) acquisire una capacità tale da automatizzare le dinamiche relative alla critica, messa in discussione e partecipazione attiva nel mondo scientifico."

    La parte precedente della lettera l'ho impostata sulla smielata considerazione che nella facoltà in cui ho studiato non ho trovato nessuno che avesse le mie stesse passioni e bla bla bla. Dici che devo inserire anche una parte in cui indico esattamente quello che voglio fare in futuro? Cioè i progetti che vorrei fare, le discipline con cui vorrei collaborare, gli approcci integrati che vorrei favorire, ecc.

    (Il dottorato lo sto provando in Psicologia Matematica e Quantitativa)

  4. #4
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,885
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Si sono d'accordo con te, ma se la lettera di motivazione è richiesta, purtroppo la devi fare.

    In generale è poco richiesta, anche perché credo che nel momento in cui si decide di concorrere per un dottorato di ricerca, di fatto si è già compiuta una scelta di campo che porta verso una certa direzione. Di solito le motivazioni intrinseche ed esplicite vengono maggiormente valutate per l'accesso alle Scuole di Psicoterapia dove la parte umana e i fattori specifici ed aspecifici che possono concorrere a creare un Sé terapeutico e a mettere le basi per una propensione alla relazione terapeutica hanno un valore non secondario; inoltre di solito viene valutata anche la motivazione e l'interesse ad uno specifico approccio di terapia.

    No, la lettera di motivazione non deve essere smielata, deve essere una sorta di complemento al progetto di ricerca presentato: il progetto è il contenuto, rappresenta il filone di tuo interesse e la linea di ricerca in cui ti vorresti sperimentare e per il quale i tizi cui ti stai presentando dovrebbero darti una borsa di studio. La lettera di motivazione, che accompagna il progetto, quando è richiesta, viene valutata come strumento integrante il contenuto e alla fine risponde alla domanda: a parità di altri fattori, perchè dare la possibilità a Tizio piuttosto che a Caio?
    La propensione alla ricerca può essere oggetto di autovalutazione e di auto-consapevolezza: quando concorri per un dottorato sai cosa stai facendo? Ti piace solo la teoria? Ti piacciono le neuroscienze? E come mai ti piacciono? E' la curiosità che ti spinge? E' la capacità che pensi di avere nel cullare dubbi senza accarezzare certezze aspettandoti che una qualsiasi variabile possa buttare tutto alle ortiche costringendoti a ricominciare? Sono delle solide conoscenze teoriche e metodologiche che pensi di avere e che ti spingono a credere che quella invece che la clinica o altri rami applicativi della psicologia potrebbe essere la tua strada? Sono tutte domande se vuoi banali (anzi sicuramente banali) ma che vanno sviscerate ed esplicitate: ci sono persone che tentano il dottorato perchè hanno fatto una tesi sperimentale e si convincono che restare 3 anni in università a fare ricerca e a bazzicare per i corridoi sia meglio che "buttare" soldi in un percorso di specializzazione e magari si sono fatti fare le analisi statistiche dal dottorando/assistente/assegnista/quellochetipare e non sanno niente di statistica.
    In particolare andrebbero spese un po' di parole sul motivo per cui si sceglie proprio quell'ambito e quale attinenza o differenza (entrambi sono ottimi motori euristici...si apprende per apprendimento ma anche e soprattutto per differenza) c'è rispetto alla propria carriera accademica. Oltre a piacerti l'ambito, tu e la tua preparazione e le conoscenze accumulate cosa potreste dare di più...in poche parole provare a mettere nero su bianco la tua idea di integrazione e sviluppo tra il tuo bagaglio di conoscenza e il filone di ricerca (in sostanza come mai scegli quel filone e presenti proprio quel progetto e non un altro).
    Io lascerei perdere, o comunque accennerei soltanto, al discorso relativo al non aver trovato nessuno che avesse le tue passioni nella tua facoltà perchè temo sia un discorso rischioso in quanto parecchio "solipsistico" e che potrebbe suscitare reazioni diverse. Sottolinea invece, sempre secondo me, la tua idea realativa ai tuoi progetti futuri, all'integrazione tra approcci, alla multidimensionalità professionale ecc a maggior ragione visto che vai a tentare un dottorato che se non ho capito male è interfacoltà.

    La parte che hai riportato qui mi sembra veramente molto buona
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2013
    Messaggi
    71

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Ti ringrazio per i consigli crissangel, molto utili. Effettivamente non l'avevo vista come un "complemento" del progetto di ricerca. Mi è venuto in mente qualcosa da scrivere. Madonna che noia però, non sono proprio tipo da queste cose. Sono pragmatico, perché le cose si devono fare senza chiacchiere. Ahahahaah

  6. #6
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,885
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Ma figurati, alla fine sono solo mie considerazioni che ho condiviso con te anche io penso che questa cosa della lettera di motivazione sia a conti fatti superflua, almeno in questi termini. Ti auguro di superare questa selezione e di poter far valere il tuo pragmatismo sul campo!
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2013
    Messaggi
    71

    Riferimento: Lettera di Motivazione candidatura dottorato

    Salve, vi aggiorno, anche se non c'è niente da aggiornare. Sono passato!
    Ultima modifica di IoSonoMarco : 03-10-2017 alle ore 14.11.40

Privacy Policy