• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,390

    Psicologi e pedagogisti:abilitazione per insegnanti di sostegno

    Salve
    Ho ricevuto una mail con una petizione che sta raccogliendo consensi in questi giorni.
    Per i laureati in Psicologia: siete d'accordo che ci vorrebbe un'abilitazione anche per noi per l'insegnamento al sostegno scolastico ?
    Cosa ne pensate ?
    Inserisco il testo della petizione e il link :

    Mancano gli insegnanti di sostegno ma nessuno ne tiente conto:
    Appello da parte dei sindacati: «Mancano 30 mila insegnanti di sostegno» A Lecco un padre si incatena ai cancelli: «Mia figlia lasciata da sola.». Nelle scuole italiane la situazione è sempre la stessa ed ancora lontana dalla normalità: mancano parecchi insegnanti, soprattutto per gli studenti con disabilità. Ovunque si registra una situazione simile. Il reperimento di insegnanti di sostegno che hanno il titolo per farlo, cioè che hanno fatto la specializzazione, è stato difficilissimo e lo è ancora adesso. Le graduatorie si sono immediatamente esaurite e vengono conferite le supplenze di sostegno anche a insegnanti che non hanno la specializzazione. «L' emergenza, è avere una persona che si prenda cura di questi ragazzi disabili, alcuni sono molto gravi, soggetti autistici che necessitano per forza del rapporto uno a uno con un insegnante. E sarebbe meglio se l'insegnante fosse specializzato nella conoscenza e nella gestione di patologie di questo tipo. Chi meglio di un Laureato in Pedagogia o Psicologia potrebbe farlo? Occorrono le competenze necessarie per svolgere una professione così delicata. Come se ne esce? I dirigenti scolastici non sanno come fare. Aspettano le indicazioni da parte del Ministero dell'Istruzione e soprattutto la liberatoria che consenta alle scuole di scegliere con piu' facilità dalle graduatorie le sostituzioni degli insegnanti che mancano». Il premier ha puntato l’attenzione sulle «cose che sono state fatte»: gli interventi di edilizia (3,7 miliardi per la sicurezza degli edifici), il fondo di finanziamento (che valeva 110 milioni di euro ed è raddoppiato), le assunzioni e il bonus da 500 euro per gli insegnanti. Ma neanche una cifra sui supplenti, sui collaboratori tecnici amministrativi, sugli insegnanti di sostegno, che secondo i sindacati - e non solo - sono le spine nel fianco delle classi. «Il papà di Giada, che si è incatenato all’esterno della scuola elementare di Calolziocorte (Lecco)» per protesta «perché sua figlia, come migliaia di altri bambini disabili, sarà in classe senza l’insegnante di sostegno». Per finire «Ci sono 1.700 scuole senza dirigenti e mancano 15 mila Ata (collaboratori tecnici e amministrativi). Lo rilevano le segnalazioni degli uffici scolastici regionali. Ma se a Milano 60 famiglie minacciano ricorso perché mancano 1.818 prof di sostegno, a Torino su 181 posti solo 39 insegnanti hanno accettato, e a Genova su oltre 400 prof che dovevano arrivare se ne sono presentati 50, il problema c’è anche nel resto d'Italia. Le prime fasi del piano di assunzioni hanno messo in ruolo 14 mila prof dedicati ai disabili, ma il Miur ammette che non copriranno i posti vuoti in Lombardia, Piemonte e Veneto,Toscana. «Evidentemente i proclami della buona scuola non riescono a incidere sulla realtà», E secondo le stime dei sindacati c’è un’enorme discrepanza tra ciò che servirebbe ai 210 mila alunni con handicap (120 mila insegnanti di supporto) e quello che offrono le scuole (90 mila cattedre fisse): «Mancano 30 mila insegnanti di sostegno», dice il sindacato Cgil .Attualmente per accedere al corso di specializzazione per insegnanti di sostegno sono necessarie determinate abilitazioni, chiarite dal Ministero dell’Istruzione, eccole:
    - Laurea in Scienze delle formazione primaria (per la scuola dell’Infanzia e primaria);
    -SSIS (per la scuola secondaria);
    -COBASLID (per la scuola secondaria);
    -diplomi accademici di II livello rilasciati dalle istituzioni AFAM per l’insegnamento dell’Educazione musicale o dello Strumento;
    -diploma di Didattica della Musica (Legge 268/2002);
    -concorsi per titoli ed esami indetti antecedentemente al DDG 82/2012;
    -concorso per titoli ed esami indetto con DDG 82/2012 (esclusivamente all’atto della costituzione del rapporto di lavoro);
    -sessioni riservate di abilitazione (D.M. 85/2005, D.M. 21/2005, D.M. 100/2004; O.M. 153/1999, O.M. 33/2000, O.M. 3/2001, ecc.);
    -titoli professionali conseguiti all’estero e riconosciuti abilitanti all’insegnamento con apposito Decreto del Ministro dell’Istruzione;
    -TFA;PAS;
    -diploma magistrale, diploma triennale di scuola magistrale ovvero titoli sperimentali ad esso equiparati e conseguiti entro l’a.s. 2001/02.
    Noi Laureati in Pedagogia e Psicologia chiediamo al Ministero dell'Istruzione l'approvazione di una Legge che consenta di conseguire l'abilitazione disciplinare per diventare Insegnanti di Sostegno per la Scuola dell'infanzia e primaria sulla base di adeguati percorsi formativi di Specializzazione Post Laurea e relativo TFA al pari dei Laureati in Scienze della formazione primaria. L’insegnamento di sostegno deve estendersi a quel ventaglio di Bisogni Educativi speciali che implicano la ricerca di un percorso formativo personalizzato e di successo in favore di molti studenti disabili; la cui gestione educativa è molto contradditoria nel nostro Paese.
    https://www.change.org/p/miur-pedago...ti-di-sostegno
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  2. #2

    Riferimento: Psicologi e pedagogisti:abilitazione per insegnanti di so

    Anche io stavo pensando la stessa cosa in questi giorni..

Privacy Policy