Buongiorno a tutti!
Scrivo per chiedere un consiglio trovandomi a svolgere la professione in un contesto nuovo. Mi è stato chiesto di "strutturare" e di conseguenza gestire uno spazio di supporto psicologico, una mattina a settimana, durante i Day Hodpital di bambini e ragazzi (anche oltre i 20 anni) con malattie croniche che sono lì per le cure che effettuano una volta circa ogni 3/4 mesi. Naturalmente lo spazio di ascolto sarebbe indirizzato ai genitori dei bimbi più piccoli e agli adolescenti e giovani adulti. Il motivo per cui chiedo un consiglio è capire "come" fare tutto questo: al di là del fatto che al momento non esiste proprio neanche uno spazio libero per poter fare dei colloqui (e non è corretto che se qualcuno senta la necessità di un colloquio debba farne richiesta lì davanti a tutti) e questo è un problema grosso che va risolto al più presto perché di fatto mi impedisce di fare il mio lavoro, ma comunque voi come gestireste uno spazio del genere dove non si può fornire un'assitenga continuativa data la frequenza delle terapie?..e su cosa vi concentrereste maggiormente?..la mia idea era di iniziare con un questionario costruito ad hoc per valutare un po' bisogni e aspettative così da strutturare anche il lavoro stesso..cosa ne pensata?
Attendo consigli!