Salve a tutti, spero di scrivere nella sezione giusta. Vi espongo il mio problema, probabilmente penserete che sia messa male ma in realtà' dietro a questa indecisione c'e' una logica.
Dunque, sto per finire la triennale quindi in autunno dovrei iniziare la magistrale. Fino a poco tempo fa l'unica idea che mi ronzava nella testa gia' dal primo anno di universita' era la magistrale in neuroscienze (gli esami andarono bene e gli argomenti mi piacevano molto). Ora, io sto in Toscana e non mi risulta che ci sia una magistrale in neuroscienze (correggetemi se sbaglio). Anche l'argomento della tesi che avevo in mente era di neuroscienze.
Tuttavia, negli ultimi 2 mesi mi sono accorta che ci sarebbe un altro percorso che mi interessa, sia da un punto di vista di studio sia di lavoro, cioè' la psicologia del lavoro e gestione risorse umane. So anche che questa magistrale si trova nella facoltà di scienze politiche. Non solo, mi affascina anche la psicologia giuridica/forense (Torino).
Beh forse sono un po' confusa ...ma questa confusione mi ha presa di sorpresa solo di recente, proprio a ridosso della tesi (neuroscienze o psi.del lavoro?)
Qualcuno si e' trovato nella mia situazione? qualche consiglio per schiarirmi le idee??

PS una volta, una psicoterapeuta mi disse che l'ingenuità' non e' una colpa, ma un lusso...ci possiamo permettere di essere ingenui? Evidentemente no. Ecco, questa scelta della magistrale la vorrei fare si, seguendo le mie passioni, ma anche con criterio, in vista del futuro...non credo di pensare in modo sbagliato....

Grazie a chi risponderà'