• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1

    [Iraq]Rapite due volontarie italiane

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/C...7/Rapiti.shtml

    Le due lavorano per l'organizzazione umanitaria «Un ponte per»
    Iraq, rapite due ragazze volontarie italiane
    Simona Torretta e Simona Pari sono state prelevate con due iracheni da uomini armati nella sede della loro Ong
    BAGDAD - Due giovani donne italiane di una organizzazione non governativa sono state rapite in Iraq. Le due ragazze sono Simona Pari e Simonetta Torretta, e hanno entrambe 29 anni. Entrambe erano a Bagdad come volontarie per l'Ong «Un ponte per». Secondo quanto appreso con loro sarebbero anche scomparsi tre colleghi iracheni della stessa organizzazione non governativa.
    Le due volontarie sono Simona Torretta, di Roma, e Simona Pari, di Rimini, entrambe di 29 anni. Intersos, un'altra Ong italiana che opera nella capitale irachena, ha detto che sono stati rapiti anche due collaboratori iracheni. «Siamo stati avvisati da Baghdad, sono state rapite - ha detto a Reuters per telefono una portavoce di "Un Ponte per Baghdad - Non riusciamo più a contattarle».

    ASSALTO - Le due donne sono le uniche italiane a lavorare per l'associazione da Bagdad, insieme a una decina di operatori iracheni. Torretta, dice la portavoce, è da anni in Iraq. Pari da poco più di un anno. Entrambe sono rientrate in Italia in diverse occasioni, ogni volta per un paio di settimane. Testimoni a Bagdad hanno riferito che uomini armati di fucili d'assalto AK47 hanno fatto irruzione nell'edificio prelevando le due donne e due iracheni, un ingegnere iracheno di «Un ponte per Bagdad» e una operatrice irachena di InterSos. Due giorni fa, due razzi avevano colpito un muro adiacente all’edificioche ospita l’organizzazione. A posteriori, questo potrebbe essere letto come un segnale sottovalutato.

    VOLONTARIA - Simona Torretta, presta la sua opera di volontaria in Iraq «Un Ponte per...» più o meno dal 1999, occupandosi dell'organizzazione dei rapporti con le scuole di Baghdad per ripristinare le strutture scolastiche durante il lungo periodo dell'embargo e per procurare materiale didattico. In particolare, Simona Torretta è la coordinatrice di un progetto per la ricostruzione della biblioteca della capitale irachena . Subito dopo l'inizio della guerra, l'anno scorso era ripartita per l'Iraq, sempre per conto di «Un ponte per...», per organizzare gli aiuti alle popolazioni civili. Roberta Secci, dell'Agenzia Italia, che in occasione del Capodanno del 2000 partecipò a una visita di voontari italiani nelle scuole di Bagdad, ha descritto la Torretta come «una profonda conoscitrice della popolazione irachena».
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  2. #2
    SuperManu
    Ospite non registrato
    Ricominciamo....

  3. #3

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    mamma mia ormai c'è un rapimento al giorno...

  4. #4
    già...ormai sembra che la strategia sia questa, per ottenere quello che vogliono
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  5. #5
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da SuperManu
    Ricominciamo....
    e quando s'e' smesso?

    Cmq evidentemente se lo fanno ci riescono.. e ricordiamo che nn lo fanno certo per far ritirare le truppe ma per farsi dare soldi e finanziare atti terroristici.

    Da sta storia nn se ne esce..

  6. #6

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    purtroppo è come dici haru.. ma poi mi dico... rapite e uccidete proprio la gente che è li per aiutarvi?!?!?!?!?!?!? io NON capisco!!! pacifisti, volontari, giornalisti...

  7. #7
    Mi sembra palese
    che questi elementi
    non vogliono nè libertà nè bene per il loro paese
    ritirare chi promuove la scolarizzazione, le iniziative
    umanitarie, i tentativi non militari di rendere l'iraq
    un paese migliore
    sarebbe la nostra definitiva sconfitta
    almeno in quel paese.

    Ma
    a volte
    quando sento notizie del genere
    desidero ardentemente
    richiamare queste persone a casa
    e applicare
    la legge del taglione.
    ...but still I am the Cat who walks by himself, and all places are alike to me.

  8. #8
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da arpista
    purtroppo è come dici haru.. ma poi mi dico... rapite e uccidete proprio la gente che è li per aiutarvi?!?!?!?!?!?!? io NON capisco!!! pacifisti, volontari, giornalisti...
    beh è ovvio che se il fine è avere dei soldi dai governi è piu' facile convincere tenendo in mano gente innocente e buona piuttosto che soldati.
    Non che i soldati non siano buoni ma a livello mediatico fa meno scalpore.

    .. almeno credo ..

    Vi abbiamo presentato "L'Haruka fine psicologa mediatica"

    #dream: a me pare piu' che ovvio che a questi la pace interessa poco.. in un clima di pace si fanno molti meno soldi.. in un clima di caos, dove ognuno per sè, Dio per tutti c'e da sguazzare nella malavita...

  9. #9
    Originariamente postato da arpista
    purtroppo è come dici haru.. ma poi mi dico... rapite e uccidete proprio la gente che è li per aiutarvi?!?!?!?!?!?!? io NON capisco!!! pacifisti, volontari, giornalisti...
    Io quoterò un pezzo
    scritto su un altro forum
    poi se non vi piace o non va bene o lo trovate offensivo per la parolaccia lo tolgo

    La questione che tanta parte della sinistra italiana sembra dimenticarsi, di tanto in tanto, è che puoi provare tutto il rispetto che vuoi per gli scorpioni e spiegare a tutti quanto siano animali leali, coraggiosi e intelligenti. Però, agli scorpioni, della tua comprensione e delle tue spiegazioni non frega assolutamente un cazzo, e se hanno qualche ragione per farlo ti pungono e ammazzano precisamente come farebbero con il più grande assassino di scorpioni della storia.
    Immagino che in Iraq ci sia una gran parte della popolazione che tollerava la vita di prima e tollera la vita di adesso. Ci sarà anche una parte di popolazione che ritiene che gli americani sono dei campioni della libertà, e qualcuno che ritiene siano la feccia dell'universo, e fa tutto quello che può perché se ne vadano. Qualcuno di questi lo fa correttamente, seguendo il Corano e la legge, qualcun altro no. Ci sarà anche qualcuno che vuole semplicemente approfittare della situazione.
    Pensare che a queste ultime due categorie possa fottere qualcosa del fatto che la loro vittima parteggia per la causa irachena, è la deliziosa ingenuità - anzi, terrificante coglionaggine - che associo alle ragazzine con i dentoni, il fularino indiano e il tascapane peruviano.
    ...but still I am the Cat who walks by himself, and all places are alike to me.

  10. #10
    Originariamente postato da Dreamstalker
    Io quoterò un pezzo
    scritto su un altro forum
    ma è pgcd!

    Haruka: a me sembra che in Italia sia successo il contrario, a livello mediatico, per ora...che lo scalpore ci sia stato per il primo rapimento, più che altro, no?
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  11. #11
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Per la serie "ci andiamo giu' leggeri"

    Due incisi:

    1) lo scorpione e l'essere umano forse hanno in comune il fatto di uccidere ma nn hanno in comune l'intelligenza (o quasi).
    Uno scorpione nn capirà mai che lo aiuti, un essere umano potrebbe.
    2) le persone che vanno li' "parteggiando" per la causa irachena nn lo fanno certo per i terroristi ma per le persone che vivono lì.

  12. #12
    #dream: a me pare piu' che ovvio che a questi la pace interessa poco.. in un clima di pace si fanno molti meno soldi.. in un clima di caos, dove ognuno per sè, Dio per tutti c'e da sguazzare nella malavita... [/B]
    Beh ma questi non portavano nemmeno 'pace'.
    Portavano, se ho ben capito, educazione e aiuti umanitari.
    Cercavano di migliorare la situazione di vita
    Cercavano di evitare una dittatura o una teocrazia, forse
    La strategia
    benchè ora dicano alla radio che sia incomprensibile
    mi pare chiara
    vogliono che ce ne andiamo
    per fare quello che vogliono
    possibilmente: un altro iran
    possibilmente: piu' sanguinoso
    allora, cosa dobbiamo fare?
    ...but still I am the Cat who walks by himself, and all places are alike to me.

  13. #13
    Originariamente postato da Mia_Wallace
    ma è pgcd!
    [Ot] Brava!
    Leggi anche tu asphalto? [/ot]
    ...but still I am the Cat who walks by himself, and all places are alike to me.

  14. #14
    Originariamente postato da Haruka
    Per la serie "ci andiamo giu' leggeri"

    Due incisi:

    1) lo scorpione e l'essere umano forse hanno in comune il fatto di uccidere ma nn hanno in comune l'intelligenza (o quasi).
    Uno scorpione nn capirà mai che lo aiuti, un essere umano potrebbe.
    2) le persone che vanno li' "parteggiando" per la causa irachena nn lo fanno certo per i terroristi ma per le persone che vivono lì.

    ma quelli che fanno queste cose palesemente non vogliono che l'iraq venga aiutato
    poi: è chiaro che le ong vadano lì per aiutare il paese
    ma a questi scorpioni non frega nulla
    in questi ultimi giorni lo abbiamo visto
    ...but still I am the Cat who walks by himself, and all places are alike to me.

  15. #15

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    andarcene io la penso così.. ecco cosa bisogna fare...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy