• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1

    Quale facoltà scegliere?

    Ciao a tutti, studio psicologia a Bari e ad Ottobre finisco la triennale. Avevo intenzione di fare la specialistica in un'altra città e volevo sapere (1) quali fossero le migliori facoltà per quanto riguarda la psicologia del lavoro e delle organizzazioni. (2) Il mio desiderio in realtà è di studiare a Roma, qualcuno magari iscritto alla Sapienza può dirmi se la magistrale in lavoro lì è buona o meno? Me la consigliate?

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Ciao Giovanni, Roma non te la consiglierei... Chi la frequenta non me ne ha parlato benissimo in generale, molto disorganizzata e caotica come facoltà, inoltre l'indirizzo maggiormente di lavoro non è secondo me il massimo in quanto non è molto specifico e alla fine a parte qualche esame parla un po' di tutto non trattando in maniera approfondita niente...
    Secondo me le migliori facoltà relativamente all'indirizzo di lavoro sono Cesena (ha un indirizzo molto buono e solido come impostazione ed esami), Padova che offre una varietà di indirizzi ottima e l'area di lavoro è ben sviluppata, Torino che ha un indirizzo basato molto sul benessere organizzativo. Poi non mi pare che ce ne siano altre che spiccano... Comunque ti consiglio di controllare bene i piani formativi delle varie facoltà e leggere piani di studio e programmi di esame per capire meglio quello che fa per te

  3. #3

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Grazie della risposta, in realtà ho controllato il piano di studi e mi sembra molto valido, sicuramente migliore rispetto a bari e ad altre città (mi è sembrato al pari di Cesena)... Cesena però l'ho esclusa, ci sono stato e come città non mi piace proprio! Il piano di studi di Padova mi lascia un po' dubbioso (la facoltà si chiama psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione e non ho capito se si sceglie un indirizzo meno). Aspetto al tre risposte!

  4. #4
    Venditore Accreditato OPs L'avatar di caramellina84
    Data registrazione
    27-06-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    750

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Io ho studiato a Roma (ma non ho fatto l' indirizzo lavoro) e mi sono trovata abbastanza bene con gli esami, ma male alla fine per il tirocinio... da questo punto di vista c'era molta disorganizzazione, infatti sono tornata nella mia città di origine per fare un tirocinio decente (Roma è satura di tirocinanti e non riuscivo a trovare nulla).
    Col senno di poi consiglierei una città più a misura d'uomo e meno dispersiva.

  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Citazione Originalmente inviato da Giovanni123 Visualizza messaggio
    Grazie della risposta, in realtà ho controllato il piano di studi e mi sembra molto valido, sicuramente migliore rispetto a bari e ad altre città (mi è sembrato al pari di Cesena)... Cesena però l'ho esclusa, ci sono stato e come città non mi piace proprio! Il piano di studi di Padova mi lascia un po' dubbioso (la facoltà si chiama psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione e non ho capito se si sceglie un indirizzo meno). Aspetto al tre risposte!
    Sai Giovanni per Roma sono un po' influenzato probabilmente perchè da quando hanno fatto l'accorpamento con medicina hanno totalmente ristrutturato i corsi di laurea rendendoli a mio parere meno specifici rispetto a prima quando l'indirizzo di lavoro era davvero ottimo...
    Però ecco intanto vedo che ci sono esami di Project Management.. che devo dire invidio molto.. una materia così apparentemente lontana dalla psicologia ma così importante in quanto la competenza nella progettazione è una skill di primaria importanza per uno psicologo (a prescindere dall'indirizzo). C' è un esame più centrato nella selezione del personale e uno nell'assessment con la Borgogni che è sicuramente utilissimo sia il primo che il secondo.. E c'è un esame sull'intervento in organizzazione che se non ho capito male si tratta di guidare lo studente verso una base per fare consulenze ... Di sicuro male non è.. mi sdubbia un po' il fatto che ci sia un anno comunque se non ho capito con di tutto un po' e il secondo anno che cambia per pochi esami da curricula a curricula...
    Trovo altre città più centrate diciamo...
    Ad esempio se vado a leggere Padova ha sicuramente un'ottica più integrata... se non ho capito male da qui http://didattica.unipd.it/didattica/...o3/1003554.pdf sembrerebbe esserci tre piani di studio o curriculum all'interno del corso magistrale, uno più su lavoro e organizzazioni, uno su sviluppo sociale e ricerca e uno sulla comunicazione.
    Questo link riporta esempi di piani di studio e come vedi ci sono varie possibilità di esami a scelta o opzionali che rendono forte una certa autonomia dello studente. Qui forse viene spiegato meglio il regolamento didattico...
    Insomma valuta un po', chiaramente controlla bene anche i criteri di ingresso per ogni magistrale, indicati generalmente in bando e regolamento che soprattutto per chi viene da un'altra sede possono essere più o meno stringenti.
    Personalmente Padova mi sembra più completo e ad ampio raggio relativo ai vari aspetti di psicologia del lavoro in più ottiche.. Di sicuro a Roma (come anche a Padova ) ci sono docenti di fama nazionale importanti...
    Valuta bene, ovviamente prendi anche in considerazione la città, perchè studiare fuori sede non è solo un'esperienza di studio ma anche di vita e tutto quello che si fa concorre a costruirci come persone e professionisti non solo relativamente allo studio e formazione ma anche a tutto il resto
    Facci sapere poi cosa sceglierai..

  6. #6

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Innanzi tutto grazie mille per le risposte! Dato che è una scelta importante, vorrei avere qualche altro confronto, anche perché sono ancora un po' confuso...
    La prima cosa che vorrei fare è escludere definitivamente Bari dalle mie possibili scelte, io ho fatto qui la triennale come ho già detto, mi son trovato bene ma diverse persone mi hanno sconsigliato la specialistica e molti miei colleghi la faranno altrove. Questo è il piano di studi ed effettivamente mi sembra ad un livello inferiore rispetto alle altre città: http://www.forpsicom.uniba.it/public...02015-2016.pdf
    Cesena ormai la considero fuori, ripeto: non mi è piaciuta per niente come città.
    Roma: il piano di studi mi sembra ottimo, soprattutto gli esami che hai specificato tu mi sembrano molto utili. Vorrei avere però qualche parere in più, soprattutto da chi studia alla Sapienza (ancora meglio da fuori sede), per sapere se ne vale davvero la pena, perché effettivamente mi hanno detto che l'università è un po' disorganizzata, la città è molto grande e costosa... quindi volevo essere informato anche da questo punto di vista. Una cosa mi sono dimenticato di dirvi: per accedere a Roma dovrò dare un esame in più (che è sempre un po' una rottura) per raggiungere 8 cfu in m/psi03.
    Il problema dell'esame in più invece non lo avrei se dovessi iscrivermi a Padova, dove da quanto ho letto bastano i miei 6 cfu in psi03. Padova sicuramente è una città più a misura d'uomo e meno costosa rispetto a Roma (se c'è qualcuno che studia a Padova, si esprima pure.) La cosa che non mi convince è il piano di studi: Duccio tu ritieni che sia migliore quello di Padova, ma vedo che mancano proprio quegli esami sulla progettazione, selezione, ecc. che invece Roma ha. Non so forse ci sono esami che toccano comunque questi argomenti? Se riuscissi a darmi qualche informazione in più sugli esami di Padova come hai fatto per Roma te ne sarei grato (:
    Aspetto altre risposte e vi ringrazio ancora!

  7. #7
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Quello che ti dico ovviamente sono mie riflessioni personali che non per forza valgono in assoluto...
    A Roma ci sono questi due esami interessanti che sono uno sulla selezione del personale e l'altro sul project management... Sicuramente tecnici e molto pratici.. Va detto anche che la selezione del personale e anche la progettazione sono qualcosa di molto tecnico, strutturato e poco psicologico (ovviamente finchè non vai a parlare in senso stretto di valutazione del potenziale, assessment center ecc per la selezione).. Io credo che al di là di tutto questi argomenti si possano benissimo studiare da autodidatta ... Ho amici non psicologi ma laureati in psicologia che lavorano nelle risorse umane e fanno selezione e mi dicono di quanto la selezione del personale sia in realtà qualcosa di molto meccanico, standardizzato e molto poco psy e lontano dalle cose studiate all'università... semplicemente applicano dei protocolli standard e i colloqui di selezione sono molto generici .
    Lo stesso per la progettazione.. è qualcosa di utilissimo ma molto tecnico .. Ora scegliere un corso per la presenza di questi due esami in particolare può essere buono ma non vorrei che uno riponesse troppe aspettative su skills che si apprendono anche da autodidatta studiando autonomamente...dato che gli altri esami di Roma non mi paiono niente di esaltante..
    Il curriculum di Padova mi piace di più perchè a mio avviso integra molto l'area di lavoro con esami diciamo di contesto relativi all'area della comunicazione/marketing e sociale che danno una formazione trasversale e ad ampio raggio molto buona mio avviso e secondo me necessaria soprattutto se uno vorrà lavorare come consulente aziendale e spendersi nella libera professione... che poi è il lavoro classico dello psicologo in ambito organizzativo.. Lavorando come psicologo e consulente aziendale sarà importante avere una vision sulla cultura aziendale, saper leggere i vari contesti, avere una modalità dialettica comune per interfacciarsi con i diversi attori organizzativi.. e questi aspetti sono molto più importanti di un esame sulla selezione e un esame di project management..
    Vedo esami molto vari, che spaziano sulla psicologia sociale, sugli aspetti di conflitto e cooperazione, sulle nuove tecnologie e sul marketing...senza tralasciare le risorse umane... Insomma a naso ho l'impressione che come magistrale dia una forma mentis e delle competenze tentacolari migliori proprio per una eventuale libera professione.. cosa che vedo meno nella magistrale di roma.
    Questa è un po' una mia impressione.. quindi personale e sicuramente soggettiva... Però ecco penserei anche a questi aspetti..
    Spero davvero che qualcuno che ha studiato a Roma e a Padova possa rispondere in modo più pertinente
    Sei andato a dare un'occhiata nelle stanze di Padova e Roma del forum (non ricordo se te lo avevo precedentemente chiesto ma nel caso potrebbe essere una buona idea)

  8. #8

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Stanze di Padova e Roma? Non sapevo della loro esistenza!
    Comunque qualche giorno fa ho chiamato la segreteria di Padova per sapere se accettavano chi si laurea ad ottobre... e mi hanno risposto di no ): Per 10 giorni non posso partecipare al test d'ammissione...
    Le università a cui posso accedere sono Roma, Milano e Bari (per il momento non sono a conoscenza di altre). Quindi dovrò scegliere necessariamente fra queste.

  9. #9
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Questa è la stanza di Padova
    http://www.opsonline.it/forum/forumdisplay.php?f=50

    Questa quella di Roma
    http://www.opsonline.it/forum/forumdisplay.php?f=21

    Questa la stanza di Milano
    http://www.opsonline.it/forum/forumdisplay.php?f=24


    Beh pensaci sopra.. controlla bene i piani formatici e poi scegli quello che ti convince di più
    Facci sapere cosa scegli

  10. #10

    Riferimento: Quale facoltà scegliere?

    Anche io voglio specializzarmi in psicologia del lavoro e penso proverò ad entrare a Cesena e a Roma, sperando di entrare a Cesena in quanto il piano di studi mi sembra migliore (almeno valutando quello che c'è scritto sul sito).
    Padova sinceramente l'ho scartata in quanto, oltre a psicologia del lavoro, si concentra molto anche sulla comunicazione e su sociale. Per quanto sociale sia indispensabile per psicologia del lavoro, volevo qualcosa di più mirato. Fatto sta che ritengo buona anche quella di Padova, tuttavia nel momento in cui andrai a scegliere gli esami (da quel che ho capito c'è una lista infinita di esami e ne devi scegliere solo alcuni tra quelli proposti) che vuoi nel tuo piano di studi, se vuoi fare lavoro, devi impostarli in modo che ti diano una formazione mirata proprio su lavoro (quindi evitare esami concernenti la comunicazione o altro, che sono comunque presenti).

Privacy Policy