• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1

    Svolgere la professione tramite consulenze.

    Salve, sono uno studente di psicologia e volevo sapere se si può svolgere la professione facendo consulenze per le varie branche della psicologia. Ad esempio: c'è la possibilità di svolgere una consulenza nell'ambito della psicologia del lavoro (ciò che fanno i reclutatori), poi successivamente fare consulenza nel campo della psicologia dello sport e così via?

  2. #2
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,888
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Svolgere la professione tramite consulenze.

    Ciao, certo che è possibile ma dipende dall'inquadramento contrattuale. Ovviamente per ogni branca ci vuole una specifica preparazione, che non è solo quella universitaria ma anche la formazione, le esperienze, gli approfondimenti che si fanno dopo la laurea.
    Per ogni settore ci sono possibilità differenti e modalità di selezione differenti
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  3. #3

    Riferimento: Svolgere la professione tramite consulenze.

    Grazie per la risposta, ma io mi chiedevo anche. Se uno psicologo si laurea per esempio in psicologia cognitiva e studia da autodidatta psicologia dello sport può offrirsi come consulente nel campo della psicologia sportiva o deve obbligatoriamente conseguire i master inerenti alla psicologia dello sport?

  4. #4
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,888
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Svolgere la professione tramite consulenze.

    Anche in questo caso la risposta è si. Quando ci si laurea, la Laurea è unica indipendentemente dal corso seguito e dopo il superamento dell'Esame di Stato e regolarizzazione attraverso iscrizione all'Albo, si è Psicologi. Ne consegue che tutto ciò che rientra nel mansionario dello Psicologo è potenzialmente fattibile: la Legge che istituisce la figura dello Psicologo indica gli ambiti e le peculiarità della professione dello psicologo e il codice deontologico ne amplia il respiro attraverso le indicazioni etiche e deontologiche.
    Se io mi sento predisposto, formato e competente in un ambito e voglio propormi attraverso un progetto di consulenza a qualche Ente o Struttura, lo posso fare.
    Il master o una formazione specifica possono essere richiesti in particolari ambiti, come ad esempio la psicologia giuridica/forense, ma in generale non sono obbligatori e vincolanti per costruirsi una propria formazione o un proprio ambito di intervento (certo la formazione continua e il continuo aggiornamento sono di fondamentale importanza e previsti dal codice professionale, nel nostro ambito non potrebbe essere diversamente).
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,909

    Riferimento: Svolgere la professione tramite consulenze.

    Ciao Matteo, non sento di dover aggiungere altro all'ottimo commento di Crissangel...
    Volevo solo aggiungere che a mio parere anche se siamo fortemente dagli indirizzi dei nostri corsi di laurea triennali e magistrali a sentirci come psicologi a compartimenti stagni.. in realtà dovremmo fin dall'università ragionare in termini dinamici e costruire la nostra professionalità in senso ampio.. Questo non vuol dire che possiamo fare tutto ciò che ci pare .. ma che non abbiamo obblighi di legge (nel senso che l'abilitazione è alla professione di psicologo e non di psicologo del proprio indirizzo) ma obblighi formativi relativamente ad una competenza sempre solida, aggiornata e concreta sui nostri ambiti di riferimento.
    I master e corsi servono a questo.. a darti delle competenze.. Non abilitano mai (a parte rari casi previsti dalla legge, come ad esempio per lavorare come CTU è previsto un iter formativo specifico concordato da ordine e tribunale)... Le uniche cose che abilitano sono l'esame di stato e iscrizione all'albo alla professione di psicologo e la scuola di specializzazione in psicoterapia all'esercizio della psicoterapia..
    Il resto come psicologo puoi farlo (eccetto rari casi di cui sopra ad esempio)..
    Il master o corso deve essere un modo per acquisire strumenti e non per legittimare qualcosa che è già legittimo come psicologo
    Se abbiamo fatto psicologia dello sviluppo, o psicologia clinica.. e vogliamo iniziare ad occuparci di psicologia dello sport nessuno può vietarci di farlo, ma starà a noi capire come acquisire quelle conoscenze e competenze base per poter iniziare a muoverci in questo campo.. Corsi? Master? Training specifici? Studio di manuali ? Dipende sempre dal contesto, dal nostro progetto professionale...
    Di sicuro senza aver mai studiato e imparato a fare sostegno psicologico non basterà un manuale ma dovremo per forza fare un percorso che ci insegni a farlo... Ma magari se (metti caso) abbiamo studiato i metodi attivi all'università, conosciamo già le tecniche di base di gestione dell'aula e abbiamo nozioni di educazione degli adulti.. possiamo anche iniziare approfondendo dei manuali e "buttarci" in una prima esperienza formativa...
    Secondo me

  6. #6

    Riferimento: Svolgere la professione tramite consulenze.

    Vi ringrazio per le vostre delucidazioni e per la vostra pazienza.

Privacy Policy