• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    WhatsApp: indispensabile oggi?

    Ho voluto aprire questa discussione per sapere il vostro parere su uno strumento che, al giorno d'oggi, sembra essere indispensabile nella comunicazione, cioè WhatsApp.
    Premetto che fino a qualche mese fa non sapevo neanche cosa fosse, poi ho letto su Wikipedia che è un'applicazione basata sulla messaggistica istantanea multipiattaforma per smartphone creata nel 2009 (ho copiato la definizione ).
    Mi sono resa conto (opinione del tutto personale) che oggi se non hai questo strumento all'interno di un gruppo (familiare o amicale) sei sempre un po' ai margini, le persone evitano di fare chiamate (un po' per non spendere soldi e un po' perché tramite i messaggi la comunicazione è più rapida), insomma sembra che la parola d'ordine sia "velocità".
    Io non amo molto comunicare tramite sms, preferisco le vecchie telefonate, ma forse dovrei aggiornarmi se voglio interagire con le persone e non sentirmi sempre "l'ultima" nell'essere messa al corrente di ciò che succede intorno a me.
    Voi avete notato differenze tra il "prima" e il "dopo" la nascita di questa applicazione nel modo di comunicare delle persone che vi conoscono?
    E' capitato che vi abbiano cercato meno per il fatto che non avevate questa modalità di comunicazione?
    A me si, ci sono state persone che prima sentivo con una certa costanza, poi, a poco a poco, sempre meno proprio perché non ero immediatamente raggiungibile.

  2. #2
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,940
    Blog Entries
    3

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    bell'argomento Anais

    Io ho notato questa differenza con Facebook. Non l'ho avuto per un bel po' e tuttora lo uso con un nick, ho pochissimi amici, ma all'inizio mi sembrava di essere fuori dal mondo (mi sembravano anche un po' fuori gli altri, a volte soprattutto le persone che non avevano mai toccato un computer in vita loro e lo compravano apposta ). Quindi, capisco la sensazione.
    L'ho fatto perchè a quei tempi non esisteva ancora wapp (o whatsapp che sia) e sono lontana mille km dalla maggior parte dei miei affetti, per cui mi ha aiutato a (ri)entrare nella dimensione quotidiana delle persone più care a me e che hanno fatto parte del mio quotidiano durante la mia vita.
    Con wapp è la stessa cosa, è più immediato di facebook perchè su wapp comunichi con le persone non con pagine che riguardano i tuoi interessi o altro. Con i gruppi poi è molto bello perchè è come se fossi a casa con mio fratello e mia sorella o davanti a un caffè con le mie amiche (siamo amiche ormai da 20 anni). Puoi condividere foto, video, commentare un programma tv ... Certo, se non fossi così distante l'uso di wapp sarebbe più limitato e il contatto di persona più frequente e insostituibile. Ma anche senza distanze così grandi, magari wapp è utile per chi lavora tutto il giorno e non ha tempo, o è a casa con l'influenza,o altri mille casi...
    (Una cosa deleteria sono i gruppi delle mamme, se usati male...e parlo per esperienza...)
    Per cui, non la ritengo una diavoleria moderna, dipende chiaramente dall'uso che se ne fa.

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  3. #3
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Grazie Grace.
    Io mi sono decisa ora a farmi uno smartphone proprio per wapp.
    In effetti è un'applicazione utile per comunicare con persone lontane, ma anche con persone vicine, perché praticamente lo hanno quasi tutti.
    Io sono stata titubante fino a questo momento perché non mi piacerebbe essere contattata da persone con cui non mi sento da tempo e che magari hanno ancora il mio numero dopo anni ma ho saputo che si possono bloccare i contatti con cui non si vuole comunicare.
    Un po', sinceramente, sono ancora legata alla "telefonata", mi piace ascoltare la voce, parlare più che scrivere, soprattutto quando conosco persone nuove, penso che parlare implichi un impegno maggiore (parlo più che altro nella conoscenza che potrei avere con un ipotetico ragazzo) ma comunque anche nello scrivere e nel modo di scrivere si può capire un reale interesse da parte di qualcuno, anche se l'sms mi sembra un qualcosa di più superficiale rispetto ad una telefonata, poi certo dipende dall'argomento, l'sms mi sembra utile per brevi conversazioni ecco, non so se sono riuscita a spiegarmi bene.

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,424

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Ciao Anais e ciao Grace torno nel forum dopo un pò di tempo.
    Anais, capisco quel che vuoi dire. Per quanto mi riguarda anch'io ho lasciate passare del tempo prima di utilizzare l'app dell'argomento.Non cedo mai alle novità commerciali o tecnologiche tanto facilmente
    Un pò ci si adatta a questi nuovi modi di comunicare, dall'altra però i rapporti umani richiedono presenza, voce, sguardi e quindi ben venga la telefonata a viva voce per sentire un familiare,amici lontani !

  5. #5
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Ciao Haidy, che bello rileggerti!
    Grazie per la tua opinione, mi ritrovo molto in quello che hai scritto, anch'io ho bisogno di tempo prima di abituarmi alle novità.
    A volte mi sembra di cadere dal pero quando parlo con gli altri!

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di viola74
    Data registrazione
    20-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,736

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Io sono approdata allo smartphone e quindi a Wapp da poco più di due anni, quindi un po' più tardi rispetto ad amici e parenti che già lo usavano.
    Non ho mai amato fare lunghe conversazioni tramite sms e quindi neanche tramite Wapp... ma devo ammettere che è utile. Non sempre si trova il tempo per una telefonata, oppure tu hai tempo e la persona che vuoi sentire è impegnata... quindi scrivi su Wapp e l'interlocutore, quando può, risponde. Mandare foto, video e immagini umoristiche lo trovo particolarmente divertente, ed è bello anche far parte di un gruppo
    Credo che ad una certa età, quando si lavora e si hanno figli, conciliare i tempi per una telefonata sia davvero difficile. Allora per restare in contatto con vecchi amici, soprattutto se lontani, Wapp è quasi indispensabile. E io provengo dall'era paleozoica, in cui, tra amici, ci si scriveva lettere di carta e le telefonata da città distanti costava parecchio!! quindi ora è decisamente meglio!
    Facebook è un altro discorso... ad un certo punto da una cinquantina di contatti che avevo (comunque pochi rispetto a molti utenti) sono passata a dieci mi ero davvero stancata di leggere post di persone con cui non ho uno scambio di commenti, opinioni, saluti, messaggi... c'è gente che esagera con la pubblicazione di fatti e foto personali, e non mi piaceva... allora ho lasciato solo qualche parente, e qualche amico strettissimo. Tutti gli altri, se vogliono mie notizie, possono contattarmi su Wapp
    E in ogni caso, Facebook lo uso molto meno rispetto ai primi tempi. Mi limito a seguire aggiornamenti di pagine sulla psicologia, o pagine su cazzate divertenti che fanno ridere

  7. #7
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Non ho facebook e non lo farò, l'ostentazione di foto personalmente non la capisco, potrebbe essere utile per commentare pagine ad esempio di letteratura o altri interessi comuni.
    Per tornare a wapp, mi avete convinto, lo farò.
    Grazie viola per aver risposto.
    Mi piace sapere cosa ne pensate di queste diavolerie moderne.
    Spero che risponderanno anche utenti che ora non scrivono più, un po' mi mancano.

  8. #8
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Io non né l'uno né l'altro. Ero iscritta a Facebook qualche anno fa, poi mi sono tolta, mi sembrava richiedesse parecchio tempo. Ogni tanto ci ripenso, c'era anche modo di partecipare a discussioni interessanti e spazio per scrivere: certo, bisogna selezionare e focalizzarsi solo su quello che interessa, o può essere potenzialmente interessante, e non è facile perché il materiale è tantissimo e il rischio è che tutto scorra e si livelli. Però, secondo me, può essere interessante, anche per attività, gruppi di studio o di lavoro, associazioni, volontariato, ecc.
    Whatsapp non mi attira perché non mi piace chiacchierare e quando parlo preferisco farlo di persona, se possibile, o via mail. Amo poco anche le telefonate, infatti parlo lo stretto indispensabile.
    Non mi piace l'idea di essere sempre raggiungibile e di essere distratta da messaggini quando non ho voglia di leggerli. Non sempre si ha voglia di sentire altre persone e secondo me è importante che ci si incontri quando entrambi si ha qualcosa da dire (che interessi a tutti e due).
    Se due persone hanno voglia di comunicare, il modo lo trovano.

    PS Viola, anch'io ricordo il tempi della carta da lettere: scrivevo volentieri a due amiche, una in particolare, della Sardegna, che avevo conosciuto al Gaslini. Mi piaceva tanto la carta da lettere e la sceglievo con cura. Per il telefono è diverso, per anni non l'ho avuto, e quando mio padre si è deciso a metterlo mi è sembrata una grande conquista.
    Ultima modifica di Lyanne : 19-04-2016 alle ore 10.54.10

  9. #9
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,940
    Blog Entries
    3

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Anche io vengo dall'era delle lettere ..quando sono partita per Padova, nel 2003, io e le mie amiche ci scrivevamo. Allora non c'erano le offerte con 1000 messaggi etc a 10€ come ci sono adesso, al massimo ci si divertiva con la Christmas Card o la Summer Card, quindi gli sms in altri periodi costavano di più. Secondo me Wapp su questo aspetto non ha paragoni, molto del successo che ha è per il risparmio che offre.
    Effettivamente, pensando a ciò che ha scritto Lyanne, ha questo piccolo difetto delle doppie spunte blu (quelle che segnalano che il destinatario ha letto il messaggio) che a volte può causare casini diplomatici se non sei pronto a rispondere e il tuo interlocutore non ha pazienza...o altri milioni di motivi...

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  10. #10
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Eh, però, anche lì: è necessario rispondere subito? E la nostra libertà?
    A me vien da pensare: rispondo quando ho tempo e se non ha pazienza s'attacca , però mi rendo conto che se arriva un messaggio, ci pensi comunque, figuriamoci in un gruppo quanti messaggi arrivano.
    Penso agli adolescenti in particolare e all'attenzione che questo argomento sta assumendo anche nell'ambito della relazione terapeutica. La pazienza, l'importanza di aspettare, di tollerare il fatto che l'altro aspetta una mia risposta, che non posso essere sempre disponibile e l'altro non può esserlo per me... c'è un mondo lì sotto.

  11. #11
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Grazie Lyanne.
    L'arrivo dei messaggi aumenterebbe la mia ansia ma forse wapp potrebbe essere uno strumento utile per gestirla, rispondo quando voglio e posso alla fine.
    Potrebbe essere utile non avere sempre il cellulare a portata di mano, non mi piacerebbe diventarne dipendente.

  12. #12
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Citazione Originalmente inviato da Anais Visualizza messaggio
    rispondo quando voglio e posso alla fine.
    Questa mi sembra una premessa fondamentale .
    Credo che in alcuni casi, ad esempio persone lontane o che non è possibile incontrare sul momento, la presenza di un filo sia importante.

  13. #13
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Qualche settimana fa mi sono reiscritta a Facebook, dopo lunghi ripensamenti, e ieri mi sono fatta attivare Intenet sul cellulare, anche se mi sembra che a volte vada a volte no...poco male. Mi hanno chiesto se volevo WhatsApp, ho detto di sì senza pensarci tanto, già che c'eravamo, dopo ci ho dato un'occhiata e per ora l'ho disattivato..al momento non mi attira. Facebook invece mi piace perché è una finestra sul mondo: per me l'obiettivo è essere aggiornata, poter selezionare le informazioni, commentare quello che mi interessa e scambiare qualche parola con le persone, in un luogo pubblico. Penso che se uno strumento che incuriosisce viene personalizzato e "tagliato su di sé", come un abito, alla fine possa risultare meno ostile.

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di viola74
    Data registrazione
    20-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,736

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Hai ragione, Lyanne, Facebook è più utile come luogo pubblico, piuttosto che privato. Cioè, coltivare relazioni personali con le singole persone attraverso Fb non mi piace più e infatti cancellerei il mio account se fosse solo questo. Invece è interessante leggere i post che arrivano dalle pagine pubbliche che seguiamo, che possono essere frivole e divertenti o utili e profonde... Oppure iscriversi nei gruppi, e scambiare opinioni sul tema specifico che caratterizza il gruppo. O semplicemente essere aggiornati, leggere e riflettere.
    La condivisione con i contatti personali può essere carino ma solo a livello superficiale. Condividere una canzone o la notizia su un argomento di interesse comune, ma... insomma, io non sto condividendo più nulla con quella decina di contatti che ho perché lo trovo inutile, anzi... devo ammettere che poco tempo fa ho deciso di ripulire il mio account e ho cancellato tutti i miei post dall'iscrizione (un paio di anni fa) ad oggi ...è stato catartico
    poi due giorni dopo hanno diffuso la notizia che anche i Radiohead hanno fatto la stessa cosa su tutti i social a cui erano iscritti!!
    Comunque, io continuo a preferire i forum, i siti, i blog... anche perché su Fb è tutto volatile.... è difficile in una pagina ritrovare un post, un articolo, una notizia pubblicata in passato, perché non esiste un indice né un elenco o una suddivisione per argomenti.

    Tornando a Whatsapp... proprio in questi giorni, parlando con un amico, mi è capitato di commentare il fatto che le famose spunte blu e la mancanza di risposta causano grosse ansie, ipotesi non realistiche sulle amicizie che stanno andando alla deriva, sospetti di indifferenza dell'altro nei nostri confronti.... mentre magari l'interlocutore semplicemente non ha tempo di rispondere. E' allucinante, per una persona che tende ad essere un po' ansiosa. E se non lo sei, il disagio a volte lo senti lo stesso.
    In questi casi allora dico no, era meglio in passato, quando le lettere erano cartacee, i cellulari non esistevano e le telefonate costavano parecchio c'era più spontaneità, forse. E più capacità di tollerare l'attesa. Ora è tutto... troppo rapido, e troppo online!

  15. #15
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: WhatsApp: indispensabile oggi?

    Capisco Viola e in parte sono d'accordo con quello che scrivi: anch'io in passato, dopo essere stata per un po' iscritta a Facebook, mi sono cancellata perché mi sembrava che ci fosse poco da dire, che fosse solo una vetrina, che le cose rimanessero in superficie, almeno con i contatti con le persone conosciute, ecc. Credo che in parte sia vero, però, per come sono, credo che un po' di leggerezza e di superficialità in questo momento mi facciano bene e cominciare con le persone che conosco mi sembra la cosa migliore. Insomma, per me, che in questi ultimi anni mi sono abbastanza rinchiusa, lo considero un passo avanti. Nello stesso, Facebook permette di appronfondire notizie, pagine di interesse, cultura, intrattenimento, ecc., e conoscere anche settori nuovi, diversi da quelli solitamente frequentati.

    Per quanto riguarda WhatsApp non lo conosco però (poi magari cambierò idea), mi sembra più un luogo di chiacchiere tra amici/amiche (fanno bene anche quelle, ci mancherebbe) o di contatti e passaparola all'nterno di un gruppo chiuso di persone. Può avere i suoi lati positivi (ad es. amiche, persone che non possono vedersi di persona), però c'è anche il rischio che l'amica del gruppo, ad esempio, ti contatti per cose personali, non dico ogni momento ma quasi... Credo che siano cose che si possono senz'altro gestire e che magari questo "allenamento" faccia anche bene ad entrambi, chi scrive e chi riceve, ma io in questo momento non me la sento..non lo escludo, però, in futuro. In fondo, già passare dall'escludere qualcosa a priori, per rigidità, a cominciare a pensarlo, magari con l'idea di prenderlo in considerazione dopo, mi sembra un segnale di apertura...poi si vedrà.

    Non sono d'accordo, invece, sul "meglio" del passato, anche se anche a me a volte viene fa pensarlo: nel senso che la sfida, secondo me, sta proprio nel non perdere noi stessi (l'interno), rapportandoci comunque con i cambiamenti che inevitabilmente ci sono da un'epoca all'altra e quella che stiamo vivendo è caratterizzata da un vortice di cambiamenti, repentini. E questo crea disagio, ma è anche occasione di trasformazione e di movimento, cioè di vita.
    A presto

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy