• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1

    Lavoro Post-Laurea: Un pò di dubbi

    Ciao a tutti, sono un neolaureato magistrale in psicologia dello sviluppo. Come sapete mi attendono 12 mesi di tirocinio per poter sostenere l'esame di stato. A causa di un mio grande vizio (ogni tanto devo nutrirmi) devo cercare un attività che mi assicuri un minimo di entrate. Considerando che sono un appassionato di DSA, avevo pensato a delle lezioni private un pò particolari, si tratterebbe di potenziamento delle abilità scolastiche nella scuola dell'infanzia. avevo pensato di prendere come linee guida alcuni testi di valutazione e programmazione d'intervento, tra cui "L'intelligenza numerica" di Lucangeli per la matematica, "Disgrafia e recupero delle difficoltà grafo-motorie" di Pratelli per la scrittura e un testo simile per la lettura.
    La mia più grande paura è quella di sconfinare in servizi che, in quando non iscritto all'albo, non posso offrire.
    I testi che sto utilizzando sono tutti testi rivolti anche a insegnanti quindi presumo non ci siano problemi nell'utilizzarli anche senza l'abilitazione. Nel pubblicizzarmi, oltre ovviamente a ribadire di non essere un professionista, dirò anche che si tratta di un potenziamento per bambini con lievi difficoltà scolastiche, quindi nessun DSA diagnosticato.
    Sto sbagliando qualcosa? Vi sono altre precauzioni da prendere?
    Grazie a chiunque possa darmi un mano!

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Riferimento: Lavoro Post-Laurea: Un pò di dubbi

    Beh allora.... ho tanti amici che negli anni universitari, sia durante la triennale che durante la magistrale (avevano tutti fatto sviluppo con tanti esami sui bes e dsa... anche specifici) che davano ripetizioni ai bambini con dsa applicando specifiche tecniche studiate nei loro esami... Non si proponevano per potenziamento ecc.. ma semplicemente li aiutavano nei compiti.. erano ripetizioni, aiuto nei compiti ma con delle competenze in più diciamo... Era tutto a nero ovviamente..
    Ovviamente do per scontato che tu sappia quello che fai.. che conosci l'argomento ecc... Io non conosco bene l'argomento ma di sicuro non parlerei di potenziamento cognitivo, riabilitazione ecc.. perchè sono termini che rimandano ad atti tipici dello psicologo...
    Non so bene neanche questi testi e in che modo vengano utilizzati da insegnanti.. sicuramente gli insegnanti li adopereranno per favorire l'apprendimento e si tratterà di tecniche che non prevedono una abilitazione... Ci sono anche corsi per diventare "tutor dell'apprendimento" se non sbaglio rivolti anche a non psicologi (neuropsicomotricisti, insegnanti, studenti di psicologia ecc ecc ecc) ... quindi immagino che non tutte le tecniche siano ad appannaggio esclusivo dello psicologo..
    Io fossi in te mi proporrei per aiuto nei compiti o ripetizioni a bambini con difficoltà nell'apprendimento... non userei altri termini perchè facilmente fraintendibili, puoi usare il tuo titolo di dottore in psicologia ma non parlerei di potenziamento cognitivo, di riabilitazione.. ma solamente di aiuto, ripetizioni ecc..

Privacy Policy