• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1

    Scuola di sessuologia o Master?

    Ciao a tutti!
    Ho un grosso dubbio: secondo voi è meglio frequentare una scuola di sessuologia o un master?
    Sono laureata in Psicologia, ho l'attestato di Esperto in educazione sessuale, conseguito presso l'AISPA, e mi piacerebbe approfondire questo ambito. Oltre alla scuola di Psicoterapia, mi piacerebbe iscrivermi a quella di sessuologia.
    L'istituto di Roma ISC mi sembra molto interessante. Tutte le scuole che ho visto, in particolare ISC-Roma e AISPA-Milano dividono il percorso in 4 anni (2 di consulenza, 2 di sessuologo) e oltre al costo ho paura che soprattutto per quanto riguarda il primo biennio vengano affrontati i soliti temi (Pagare tanto e frequentare per due anni, per sentire le solite cose teoriche, assolutamente no!)
    So che le scuole che ho visto (Aispa-Milano e ISC-Roma) sono riconosciute dalla FISS, ma vorrei sapere se esiste un Master in sessuologia sempre riconosciuto, senza obbligatoriamente iscrivermi ad una scuola di quattro anni.

    Grazie mille!

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Ciao Teresa allora non conosco queste scuole, ne conosco una di due anni di Roma (ma senza averci esperienza diretta o indiretta) che è presieduta da Fabrizio Quattrini che conosco come fra i maggiori esperti del settore in campo sessuologico italiano...e il percorso dura due anni la scuola si chiama Istituto Italiano Sessuologia Scientifica . Il riconoscimento della FISS e' sicuramente una buona cosa ma non ti fermare a quello... e non prenderlo come garanzia di qualità...
    Il sessuologo è una professione che non esiste giuridicamente ... e gli enti privati non danno titoli (danno attestati) ma danno competenze.. Quindi che sia riconosciuto dalla FISS.. non sia riconosciuto, rilasci attestati o meno.. conta veramente il giusto dato che questi enti non danno alcun titolo giuridico ma "solo" un saper fare... Quindi conta il programma del corso e i curricula dei docenti, la presenza di stage, tirocini, esercitazioni pratiche ecc..
    Mi spiego... oggi giorno ci sono centinaia di enti di formazione che dicono di rilasciare attestati e titoli inesistenti dal punto di vista giuridico.. come criminologo, sessuologo, psicologo giuridico, psicologo scolastico... Non esistono formalmente... Tu se e quando andrai a fare consulenze e intervento psicologico in ambito sessuologico lo farai come titolo accademico in quanto psicologo iscritto all'albo e non certo per un titolo che non esiste giuridicamente rilasciato da un ente formativo privato (anche se ottimo e eccellente formativamente).
    Quindi secondo me ti conviene scegliere il corso che maggiormente reputi formativo e utile alla tua formazione e percorso..
    Per quanto riguarda la scuola di specializzazione serve per diventare psicoterapeuta... Non per forza devi farla e non per forza per trattare dei disturbi devi essere psicoterapeuta... Ovviamente avrai delle tue specificità con potenzialità e limiti...
    Ad esempio conosco persone che tra tirocinio e post abilitazione hanno fatto corsi, master, ecc.. fra cui anche una scuola di due anni di sessuologia e ora lavorano, hanno pazienti.. e li seguono... Non fanno psicoterapia formalmente detta ma utilizzano tecniche e strumenti appresi tramite il percorso universitario, i tirocinio, questi master e corsi fatti... Chiaramente quando arriva un paziente che presenta comorbilità o disturbi che non sanno trattare inviano... ma in generale oggi giorno a mio parere la maggior parte delle persone non necessita di psicoterapie vere e proprie ... ma presenta dei disturbi o disagi di altro tipo che si collocano in quella intersezione gestibile da uno psicologo che si è ben formato dopo la laurea non tramite una scuola di specializzazione.
    Questo ci tengo a ribadirlo perchè molti studenti e psicologi la sentono come un passo obbligato, io sono del tutto favorevole alla scelta di fare la scuola e anzi se costasse almeno la metà di quello che costa forse la farei anche io... però deve essere una scelta libera perchè considerata formativa e utile al proprio bagaglio formativo e personale.... A volte vedo studenti che già durante la magistrale scelgono la scuola.. Io credo che prima di fare un investimento di 20mila euro.. bisogna aver almeno tentato a spendersi come psicologi...

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Ciao a tutti,
    premetto che non conosco nulla riguardo la formazione specifica in sessuologia. Il mio modello di riferimento è quello psicoanalitico e, sulla base di questo, ho maturato questa riflessione: la sessualità fa parte integrante della persona nel suo insieme. Come viene considerata da chi si occupa specificamente solo di questo aspetto? Come può (se è così, non so) essere trattata come una cosa a sé stante? Non c'è il rischio di frammentazione?
    A mio modo di vedere, una persona o una coppia di persone che porta ad uno specialista (persona formata in quell'ambito) una serie di difficoltà riguardanti la propria vita sessuale, ha tutto un mondo dietro, in cui le difficoltà sessuali sono solo uno degli anelli della catena.
    Non c'è secondo voi il rischio - in diversi ambiti della psicologia, ma qui forse emerge in modo più evidente - di una frammentazione nella "cura" della persona (modello medico, appunto) e, insieme a questo, che lo psicologo diventi un mero esecutore di tecniche?
    Ultima modifica di Lyanne : 25-08-2015 alle ore 12.03.36 Motivo: accordo soggetto - verbo in frasi con disgiunzione ("o")

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Allora secondo me no... o almeno uno psicologo anche nel lavoro con un ambito specifico come quello sessuologico si forma un proprio modello di intervento.. chiunque lavora secondo un modello.. sia esso psicoterapeuta, psicologo o altro... ha una base teorica di riferimento ben strutturata in base alla quale lavora...
    Non credo che il lavoro in ambito sessuologico sia un lavoro puramente tecnico.. anzi credo che sia un lavoro in cui si lavora specificatamente su quell'aspetto ma prendenso sempre la persona nella sua interessa con il suo vissuto e con le proprie esperienze...
    Ti faccio un esempio.. ho un amico psicologo che non ha fatto la scuola ma ha passato anni con vari master e corsi in cui ha imparato a utilizzare strumenti e tecniche secondo un modello ben preciso e in questo percorso ha fatto un master biennale di sessuologia... Una volta arrivò da lui una paziente con vaginismo che era stata precedentemente per un anno e oltre da una psicoterapeuta senza risolvere il suo problema... avevano fatto un bellissimo lavoro sull'autoconsapevolezza.. aveva compreso sicuramente molte cose ma il problema era rimasto uguale a prima e continuava a provocarle la stessa sofferenza .... Lui essendosi formato fra le altre cose specificatamente sull'ambito sessuologico l'ha presa in cura e in un percorso non so di quanto tempo l'ha aiutata a risolvere il problema e alla fine del loro percorso il vaginismo è stato curato...
    Io non credo che queste scuole/master diano un sapere esclusivamente tecnico.. credo che centrino il lavoro con la persona nella sua interezza (vissuti, emozioni, vita personale, rapporti relazionali, interiorità) ma calandosi specificatamente sugli aspetti sessuali... che sono molto specifici, necessitano di tecniche specifiche e di conoscenze anche fisiologiche, anatomiche oltre che psicologiche molto forti, e non vengono affrontati che molto marginalmente in una scuola di psicoterapia.

  5. #5
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Ti ringrazio per la risposta.

    Non so... non conosco questo tipo di specializzazione, penso però che, nel caso di problemi profondi, una psicoterapia ben fatta possa aiutare a migliorare nel rapporto con se stessi e con gli altri, di conseguenza anche nella sessualità.
    Senz'altro il modello teorico influenza, in un certo senso ti forma, eccome... penso ad una persona specializzata che prima ha fatto i conti con le sue di esperienze, e poi (mentre continua a farci i conti!), prova a farli anche con quelli del paziente. Naturalmente ci vuole tempo.
    Questo non significa che non ci siano persone che non sono psicoterapeute o che applicano altri modelli che non riescono ad aiutare il paziente, però faccio fatica a pensare a qualcuno che si occupa "solo" di sessualità.
    La sessualità è la risultante e in un certo senso è pervasiva: se non va, vuol dire che sotto c'è ancora da lavorare.
    Ultima modifica di Lyanne : 26-08-2015 alle ore 13.59.25 Motivo: aggiunta

  6. #6

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Duccio, grazie mille per le informazioni! Ho avuto modo di confrontarmi con altri esperti che mi hanno detto esattamente quello che tu mi hai scritto!
    Effettivamente, dopo una serie di ricerche e confronti, anche io sono arrivata a questa conclusione considerando che si sta parlando di una figura non riconosciuta giuridicamente.
    Per puro caso, sempre tramite opsonline, ho scoperto che proprio l'Istituto Italiano Sessuologia Scientifica ha riaperto le iscrizione in merito al Corso biennale in Psicosessuologia (Permette l'iscrizione ad un albo interno), e al 99% mi iscriverò a questo corso.

  7. #7
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Scuola di sessuologia o Master?

    Citazione Originalmente inviato da Lyanne Visualizza messaggio
    Ti ringrazio per la risposta.

    Non so... non conosco questo tipo di specializzazione, penso però che, nel caso di problemi profondi, una psicoterapia ben fatta possa aiutare a migliorare nel rapporto con se stessi e con gli altri, di conseguenza anche nella sessualità.
    Senz'altro il modello teorico influenza, in un certo senso ti forma, eccome... penso ad una persona specializzata che prima ha fatto i conti con le sue di esperienze, e poi (mentre continua a farci i conti!), prova a farli anche con quelli del paziente. Naturalmente ci vuole tempo.
    Questo non significa che non ci siano persone che non sono psicoterapeute o che applicano altri modelli che non riescono ad aiutare il paziente, però faccio fatica a pensare a qualcuno che si occupa "solo" di sessualità.
    La sessualità è la risultante e in un certo senso è pervasiva: se non va, vuol dire che sotto c'è ancora da lavorare.
    Io non ho detto che si occupano solo di questo.. ma che se il problema è quello centrano la questione su quello indagando a tutto tondo la personalità, il vissuto ecc ma andando ad indagare la specificità della questione... Io conosco tanti psicoterapeuti... tanti e tanti li ho seguiti (nel senso che essendo amici ho condiviso con loro il percorso... da amico raccogliendo i loro racconti) e nessuno di loro mi ha detto che si sente pronto a lavorare con questo tipo di disturbi.. perchè alcuni ambiti sono così specifici che non basta una psicoterapia "normale" ma che anche andando ad ampio raggio e anche esplorando vissuti o risposte disfunzionali (a seconda dell'approccio) non c'entrano quella che è la specificità che in campo sessuale è fondante... Loro fanno un lavoro terapeutico con la persona ma se hanno fatto un master in sessuologia hanno tecniche specifiche.. "esercizi" da fare... Io non so di preciso perchè non ho fatto questo master.. ma chi lo ha fatto mi ha raccontato che è speculare e molto ben preciso come tecniche di intervento...
    Inoltre bisogna dire che le scuole di psicoterapia anche molto furbescamente ci tengono a non trattare specifici argomenti e a restare vaghi su alcune cose perchè poi possono "vendere" successivamente training, corsi, ecc per approfondire altri argomenti.. amici psicoterapeuti mi hanno raccontato che spesso succedeva che facevano la lezione sull'argomento X.. e poi arrivati al nocciolo.. dicevano che non c'era tempo per approfondire e che se volevano c'era il training sui disturbi XYZ a Milano dal costo di 400 euro.... "e io pago"....

Privacy Policy