• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Psicologia matematica

  1. #1

    Psicologia matematica

    Qualcuno sa consigliarmi un libro valido di psicologia matematica? Non parlo di studi cognitivi sulla matematica o sulla logica. Tantomeno modelli neuroscientifici complessi. Non parlo neanche di psicometria. Ma delle basi matematiche e logiche necessarie per costruire un sistema. Precisamente la dinamica dei sistemi e la possibilità di accostare al funzionamento della mente un modello matematico teorico. Questo libro mi servirebbe per capire quali nozioni di matematica possono servire per costruire un modello della mente e come poter coniugare logicamente dati sperimentali diversi in un costrutto teorico unitario

  2. #2

    Riferimento: Psicologia matematica

    Direi che la disciplina più vicina a ciò di cui parli è la scienza cognitiva computazionale, che ha l'obiettivo di costruire le cosiddette architetture cognitive, cioè modelli descrittivi della mente tramite l'uso di linguaggio informatico, algoritmi, ecc.

    Uno dei più famosi modelli in materia è l'ACT-R sviluppato dal prof. Anderson della Carnegie Mellon University dagli anni '70 ad oggi.
    Fatti un giro su questi siti, può essere un buon inizio per capire se è ciò che ti interessa:
    - Pagina wikipedia dell'ACT-R
    - Sito ufficiale dell'ACT-R

    ciao

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2013
    Messaggi
    71

    Riferimento: Psicologia matematica

    Vado subito al sodo poiché mi informai anche io ampiamente e approfonditamente quando iniziai a sentire le medesime tue necessità. Per ora è quasi certo che tu abbia una idea alquanto confusa di come la Matematica possa accostarsi alla Psicologia Cognitiva. Il campo disciplinare a cui fai riferimento direi che si può definire sotto il termine ombrello di "Neuroscienze teoriche", disciplina a cui andrai a fare riferimento per colmare il tuo vuoto. Più precisamente parliamo di Neuroscienze Cognitive Computazionali (CCN) che si avvalgono di modelli computazionali matematici Top-down (ovvero motivati da un punto di vista teorico secondo cui il modello matematico va a costituire un modello di funzionamento cognitivo plausibile) e di modelli computazionali Bottom-up (ovvero costruiti sulla base delle evidenze empiriche sulla biologia delle reti neurali e sulla psicobiologia).

    Come fare ad avvicinarsi alla disciplina? Inizia da qui: https://grey.colorado.edu/CompCogNeu...p/CCNBook/Main
    Questo è un manuale che nell'ultima versione aggiornata è gratuito. Il prof. O'Reilly, autore, vanta una produzione in letteratura scientifica notevole che potrai approfondire dopo aver studiato attentamente il testo. Fatte le basi, dovrai procedere con lo studio degli articoli scientifici appositi. Un punto di riferimento in Italia è il prof. Marco Zorzi.
    L'approccio computazionale, devi sapere, prende origine dagli albori del "connessionismo", per cui è bene rispolverarsi le basi, ovvero la culla da cui tutto è nato. Direi che l'autore più indicato per questo "studio aneddotico" è James McClelland.

    Ti avviso subito che quello che andrai ad affrontare non si avvicina nemmeno lontanamente a ciò che le normali pratiche universitarie richiedono. Non si tratta dell'ennesimo modello cognitivo spiattellato su un libro pronto per essere imparato a memoria. Oserei dire che le Neuroscienze Computazionali stanno alla Psicologia Cognitiva come la Fisica Teorica sta alla Fisica classica. Quindi rispolvera qualche nozione di matematica: è sufficiente una rispolverata di Analisi Matematica I. Per altre info chiedi pure.

Privacy Policy