• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    Quale Scuola?? Scint, Arpci, integrata... Help me please!!!

    Ciao a tutti!!
    Dovrei iscrivermi a una scuola di specializzazione.. Potete aiutarmi a scegliere per favore??
    Avete qualche notizia sulla Scint o l'Arpci che sono ad approccio cognitivo - interpersonale?
    Sull' aspic o ssspc che sono ad approccio integrato..
    E poi ce e sono mille altre come la Sef (psicoterapia funzionale).. sono veramente confusa,
    anche perchè non ho informazioni ed è chiaro che prenderle da un sito creato dalla scuola sarebbe relativamente attendibile..
    Mi interessano molto le opinioni personali di chi le ha conosciute/conosce in prima persona o conosce qualcuno che ha frequentato.. o giù di lì...
    Vi prego di aiutarmi e darmi qualche info ....Grazieee

  2. #2
    Neofita
    Data registrazione
    12-03-2007
    Residenza
    livorno
    Messaggi
    5

    Riferimento: Quale Scuola?? Scint, Arpci, integrata... Help me please!

    Ciao Federottola,
    io ti posso parlare della mia esperienza personale.
    Ho infatti appena terminato il percorso quadriennale alla scuola di Psicoterapia Cognitiva di Grosseto e ti assicuro che la sceglierei altre cento volte. L'impronta è principalmente cognitivo-comportamentale ma ci sono anche insegnamenti con pacchetti terapeutici di ultima generazione come la mindfulness e la schema therapy. i punti di forza sono l'orientamento verso la ricerca scientifica, la presenza di relatori validi e conosciuti come Liotti, Mosticoni e Francesco Mancini, e la competenza dei didatti, Quest'ultimo veramente un valore aggiunto.
    Spero di averti dato info utili
    Dario

  3. #3

    Riferimento: Quale Scuola?? Scint, Arpci, integrata... Help me please!

    Grazie mille Dario!! Anche io vorrei un insegnamento "aperto" che approfondisca un orientamento ad ampio respiro contattando anche altri approcci come ad es. quelli che hai citato..... Purtroppo però sono di Roma e vorrei scegliere una scuola nella mia città..

  4. #4
    Partecipante L'avatar di g.i.o.d.i
    Data registrazione
    09-10-2007
    Messaggi
    30

    Riferimento: Quale Scuola?? Scint, Arpci, integrata... Help me please!

    Federottola, buone notizie per te... Nel caso ancora non avessi deciso
    L'SPC di cui parla darioclinica la trovi anche a Roma, ma essendo la sede centrale in una grande città potresti trovare i posti disponibili già esauriti per quest'anno...davanti a questo problema Grosseto potrebbe essere un buon compromesso, stessa scuola, stessi docenti...stessa ottima preparazione, certo c'é il viaggio e le spese di pernottamento ...ma ci sono strutture convenzionate che permettono di risparmiare

  5. #5
    Partecipante
    Data registrazione
    23-05-2013
    Residenza
    Provincia di Torino
    Messaggi
    32

    Riferimento: Quale Scuola?? Scint, Arpci, integrata... Help me please!

    Ciao, provo a dare un contributo per quanto possa essere utile, anche se non ho frequentato l'ASPIC di Roma ma la SPIC di Busto Arsizio (per ragioni logistiche) che é ad approccio integrato. Nella nostra formazione abbiamo fatto riferimento anche ad alcuni testi di Giusti (dell'ASPIC). Per quanto ne so, l'approccio di Giusti parte da un retroterra fortemente gestaltico e rogersiano per poi proseguire in modo integrato attraverso un approccio pluralistico. Questo vuol dire che tende al superamento di un'integrazione puramente teorica o tecnica o eclettica (es la multimodale di Lazarus) e pratica un'integrazione che, dando pari dignità ad ogni approccio (cognitivo-comp., dinamico, gestaltico, centrato sul cliente, sistemico), mira ad usufruire dei contributi di questi a seconda delle caratteristiche del pz, del setting, della domanda, della fase della terapia, della singola seduta anche e del terapeuta stesso.

    Frequentando la SPIC, anche se partiamo più da un approccio dinamico, facciamo lo stesso discorso e proviamo ad attuare l'integrazione pluralistica. In base alla mia esperienza, concepisco in qualche modo l'approccio integrato come una ovvia evoluzione del percorso della psicoterapia in senso lato, l'ho scelto e lo sceglierei nuovamente anche se all'inizio e in più momenti del percorso, almeno nel mio caso, mi sono trovato a gestire non poca confusione. Se vuoi fare l'approccio integrato, credo che sia importante essere sempre curiosi e non soffermarsi mai su qualche teoria o tecnica guardando ad essa come la panacea di ogni problema. Nel mio caso, ho trovato importantissima l'analisi didattica e lo studio personale perchè in fondo, ognuno deve trovare la propria "integrazione" in qualche modo a seconda delle proprie caratteristiche. Inoltre si impara a "ragionare" e ad intervenire in un ottica multilivello (si adatta la teoria e la tecnica al pz e non viceversa).

    Spero di esserti stato utile.

Privacy Policy