• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1

    Dove è arrivata la "psicologia", e dove sta andando?

    Dove è arrivata la "psicologia", e dove sta andando? Devo ancora scegliere la facoltà universitaria. Mi interessa la psicologia, soprattutto psicoterapia. Ho letto un paio di libri base, ma autori "preistorici" (Jung, Lowen). Non conosco niente del mondo odierno della psicologia. Leggevo solo che il sogno non è quasi più considerato, che si stanno rifiutando/ridimensionando le teorie "concettuali", "empiriche", "teoriche" in favore di quelle "scientifiche", "esatte", che, se prima era più filosofia, ora è praticamente medicina-biologia-neuroscienze.
    Ah, e che gli psicologi sono ora un'aggrega di "filosofobici", che si basano solo su dati sperimentali da laboratorio, pedanti ingegneri del cervello, catalogatori di anime, conservatori e bigotti, alla ricerca della Verità Assoluta. (non mi picchiate, porto gli occhiali)
    Ho visto che ad es. Jung non è manco studiato, bollato come pazzo ciarlatano mistico (!!!)

    Cosa si considera ora in terapia? Quale base teorica? È morto il complesso edipico?
    Mi potreste poi consigliare testi classici di psicologia un po' più moderna, per aggiornarmi?

    Grazie

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597

    Riferimento: Dove è arrivata la "psicologia", e dove sta andando?

    Jung è uno dei pilastri fondamentali della psicologia, non direi proprio che non è più studiato!
    La psicologia in Italia purtroppo è molto bistrattata, te ne rendi conto già all'università dove la maggiorparte dei fondi vengono destinati alle facoltà di medicina e ingegneria. Diventare psicoterapeuta poi è un percorso lunghissimo e molto costoso che richiede un'enorme motivazione e difficilmente potrà dare i risultati sperati.
    Onestamente non consiglierei a nessuno di iscriversi alla facoltà di psicologia però se potessi tornare indietro lo rifarei mille volte.
    La psicologia è una scienza (diversa dalle scienze esatte) e come tale non può prescindere dal paradigma scientifico, tuttavia nel colloquio clinico la scientificità della psicologia consiste nel seguire un metodo che è molto flessibile e si adatta al paziente. Il sogno riveste ancora una grande importanza, nella terapia psicologica (non necessariamente psicoterapia) tutto ha importanza, tutto viene preso in considerazione e tutto viene analizzato all'interno del setting.
    Un ottimo manuale di psicologia generale è, a mio avviso, quello scritto da Mecacci che offre una buona introduzione al mondo della psicologia
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  3. #3
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Dove è arrivata la "psicologia", e dove sta andando?

    Devi anche considerare che Jung come Freud anche se sono dei "padri fondatori" appartengono ad un approccio, che è quello psicodinamico che non in tutte le facoltà viene apprezzato.. Ogni facoltà ha un suo approccio storico e di ricerca ben definito... Bisogna dire che io al liceo avevo studiato filosofia e l'unica cosa di più psicologico che si faceva era Freud e passava l'idea quindi che la psicologia fosse esclusivamente Freud...
    Una volta iscritto all'università mi accorsi di come invece Freud fosse non svalutato ma riletto molto criticamente e sicuramente senza dargli quella importanza che immaginavo al liceo... la mia è una facoltà ad impostazione prettamente cognitivsta anche se non mancano corsi e docenti con quell'approccio... Ricordo che un docente scrisse un libro di storia della psicologia senza inserire Freud perchè per lui non rientrava nella concezione di psicologia scientifica e a suo avviso non andava neanche citato.
    Quindi ecco a seconda della facoltà di psicologia dove ti vuoi iscrivere vedrai questa "svalutazione" o valutazione dell'approccio dinamico... Ma non fare l'errore di pensare che la psicologia sia uguale Jung e Freud... sono sicuramente fra i pilastri e molto ancora oggi viene da lì, ma oggi c'è una serie di approcci di studio, di ricerca e una modalità di conoscenza che tende ad uno studio scientifico per cui si tende più verso altri approcci... Ma direi che avrai sicuramente modo di studiare questo tipo di approccio .. un corso di psicologia dinamica è presente in ogni facoltà di psicologia.. quindi ecco on preoccuparti più di tanto, a prescindere dalle cose che ci insegnano siamo dotati di spirito critico e possiamo anche scegliere letture per approfondire da autodidatti

Privacy Policy