Negli ultimi tempi, le normative in materia di stalking, femminicidio, violenza fisica e psicologica, hanno subito importanti cambiamenti per tutelare maggiormente le vittime. Per quanto riguarda la relazione affettiva, ad esempio, è stato stabilito a livello penale che avrà un ruolo decisivo e di fondamentale importanza la relazione che intercorre tra il/i soggetto/i implicati nel reato e la vittima stessa, a prescindere che siano coniugi o conviventi.
Probabilmente questa decisione e' stata dettata dal fatto che sempre più spesso, i reati più gravi come l'omicidio, si consumano all'interno delle mura domestiche o comunque nell'ambito delle relazioni affettive. Ne e' la prova inconfutabile il fenomeno del Femminicidio che conta un numero sempre piu' elevato di vittime.
Il corso pone come obiettivo quello di approfondire le caratteristiche dei comportamenti criminosi, attraverso l'analisi delle relazioni affettive e delle cause che portano alla violenza. Particolare attenzione verrà posta anche alle tecniche d'intervento e alle norme regolamentari in materia di violenza di genere.
La metodologia formativa prevede un parte di teoria e una di lavoro esperienziale al fine di elaborare i vissuti professionali degli operatori coinvolti da vicino nelle tematiche del corso.
DESTINATARI
La proposta didattica si basa sulla prevenzione e trattamento a seconda delle figure professionali coinvolte: assistenti sociali, medici di famiglia, criminologi, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, counselor, avvocati, giornalisti, forze dell’ordine, operatori di primo soccorso, operatori centri di accoglienza, antiviolenza e ascolto, mediatori civili, mediatori familiari.
DOCENTI
Dott.ssa Emanuela Battisti
Dott.ssa Rosanna Canero Medici
Dott.ssa Daniela Di Renzo
Dott.ssa Laura Vigi
Dott.ssa Barbara Felcini (ASSOLEI)
Dott.ssa Cristina Gori (Neurologo, Psicologo)


Programma didattico

124 ore (7 moduli da 12 ore + 20 ore di tirocinio + 20 ore di supervisione)

“Devianza, emarginazione, marginalità”
“Aspetti criminologici: aggressività e violenza; omicidio; delitti a sfondo sessuale; droga e criminalità; pedofilia; omicidio in famiglia; suicidio allargato; omicidi seriali; Mass murder”
“Aspetti criminologici: le peculiarità del femminicidio”
“Infanticidio”
“Violenza sessuale”
“Violenza domestica: la spirale della violenza”
“La coppia penale (distorsione dell'attore osservato, interazionismo simbolico)”
“Indagini penali”
“Abuso minorile in famiglia: riconoscimento dei segnali di abuso. Intervento sulla famiglia del minore abusato”
“I mezzi di comunicazione: ostacoli al processo pensale e ostacoli alla creazione di una cultura del diritto”
“La dipendenza affettiva: analisi delle dinamiche dipendenti che degenerano in violenza e omicidio”
“Pericolosità e crimine; elementi di psicologia e psicopatologia forense”
“Il colloquio criminologico, l'intervista criminologica e l'importanza della traccia”
“Elementi di riabilitazione psicosociale”
“La riabilitazione minorile”
“Vittimologia: il disturbo post traumatico da stress, l'aumento della vulnerabilità personale, lo sviluppo della fobia sociale”

AL TERMINE DEL CORSO E’ PREVISTA UNA VERIFICA CONCLUSIVA E LA CERIMONIA CONSEGNA ATTESTATI

Sede del corso: Centro Linfa,via Albalonga 40, 00183 Roma
Contatti: info@centrolinfa.it - 0664821603