• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    19-06-2008
    Messaggi
    112

    psicologo del lavoro non abilitato - cosa si può fare e cosa no?

    Ciao a tutti!
    è circa un'oretta che leggo discussioni varie in cerca di risposta alla mia domanda "Come laureata in psicologia del lavoro, ma senza abilitazione e iscrizione all'albo, cosa posso fare?". Dopo aver letto tanto mi sento più confusa di prima
    Vi pongo la mia situazione specifica. Lavoro da poco nella funzione Risorse Umane di una grande azienda, quindi ci si occupa di selezione, formazione, ecc... Mi è stato assegnato il compito di gestire il processo di valutazione dello stress lavoro correlato; per la valutazione preliminare non ci sono problemi perchè utilizzeremo la check list Inail che non richiede competenze professionali specifiche.
    Qualora fosse necessario effettuare anche una valutazione approfondita, io come psicologa NON abilitata potrei gestire un focus group, effettuare interviste o somministrare questionari (non psicologici)?
    In generale, quali aspetti della gestione delle Risorse Umane sono riservate a psicologi abilitati? So che questo è un campo ancora non delimitato ma spero almeno di riuscire a capire quali "aspetti psicologici" possono essere gestiti senza una temporanea abilitazione.
    Grazie in anticipo!!

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: psicologo del lavoro non abilitato - cosa si può fare e c

    A parte che non esiste uno psicologo non abilitato , si è psicologi sono dopo essersi iscritti all'albo, mancando l'iscrizione si è dottori in psicologia.
    Nelle risorse umane ci lavorano un po' tutti facendo quasi sempre le stesse cose senza alcun vincolo... Solo la somministrazione di test psicologici è ad appannaggio esclusivo degli psicologi (quindi iscritti all'albo)... Per il resto, colloqui di selezione, somministrazione di questionari, focus group e qualunque altro strumento o processo che non preveda un assestment e somministrazione di test puoi farlo senza problemi, te come un laureato in filosofia...
    Uno dei motivi per cui una percentuale bassissima dei direttori del personale (o gestori delle risorse umane) ha una laurea in psicologia è proprio perchè si utilizzano poco reattivi psicologici... soprattutto quando parliamo di piccole e medie aziende dove si punta a far quadrare i conti e a privilegiare figure tecniche (economisti, giuristi ecc) che diano quel saper fare tecnico necessario alle aziende per quel fine... Un gestore e amministratore del personale deve conoscere bene la contrattualistica e il diritto del lavoro e quindi per le aziende è meglio assumere un economista o giurista per poi formarlo sulla selezione che assumere uno psicologo per formarlo su contrattualistica e co...
    Il discorso dello stress lavoro correlato e degli adempimenti in merito è vago e oggi totalmente preso d'assalto dai medici che fanno quello che vogliono... Nel testo della legge si usa spesso la parola psicologia e si fa riferimento spesso al benessere psicologico ma non si fa mai riferimento a chi deve fare cosa... per cui è tutto abbastanza aleatorio...
    In ogni caso.. interviste, questionari (psicologici o meno), focus group sono utilizzati da sempre in tanti ambiti da non psicologi.. penso al campo della ricerca sociale dove lavorano educatori, sociologi, pedagogisti ecc che basano ricerche, progetti e ricerche azioni proprio su questi strumenti..
    Quindi vai tranquilla e anzi direi che è un bene che ti facciano fare queste cose.. legalmente non hai niente da temere

  3. #3

    Riferimento: psicologo del lavoro non abilitato - cosa si può fare e c

    Ciao!!
    Mi unisco alla discussione perchè ho un dubbio, spero possiate darmi una mano a vederci più chiaro...
    Sn laureata alla triennale in psicologia del lavoro e alla specialistica in psicologia clinica, un'azienda mi ha chiesto di intervenire per migliorare la prestazione lavorativa dei dipendenti e di effettuare la formazione della responsabile delle risorse umane.
    Per qnt riguarda il primo punto, ho proposto un questionario esplorativo e sn giunta a dei risultati, ora devo solo buttare giù un progetto; per qnt riguarda la formazione, invece, pensavo di proporre un corso ke trattasse la comunicazione, stress, mobbing e burn out, il counseling e qlc nozione sul coaching con relative esercitazioni.
    Potreste darmi qlc dritta?
    Grazie mille!!

Privacy Policy