• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Anorgasmia

  1. #1
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Anorgasmia

    Ciao a tutti, vorrei porre alcuni quesiti sul tema in oggetto, perché temo che in Italia ci sia troppa poca conoscenza delle disfunzioni sessuali femminili (sembra solo importante parlare della disfunzione erettile, con buona pace delle case farmaceutiche che producono cialis e viagra come fossero caramelle...), e una di queste è proprio l'anorgasmia.

    Mi piacerebbe capire in generale, secondo voi, colleghi, ma sopratutto non colleghi, che informazioni avete in merito.

    Di cosa si tratta?
    Tipologia?
    Motivi di insorgenza?
    Conseguenze...?
    Correlazioni con altri disagi?
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Anorgasmia

    Ciao Claudia,
    tempo fa una paziente di una mia collega soffriva di tale disfunzione, correlata spesso a candidosi.
    Durante una co-visione con la collega, ipotizzai che l'anorgasmia di questa paziente potesse essere legata ad un rapporto estremamente conflittuale e castrante con la madre, che era sempre molto squalificante e punitiva verso la figlia che, a sua volta, non si sentiva legittimata a fare delle cose che amava e a trarvi piacere.
    Seguendo questo filone, la reiterazione della candidosi sembrava mandare un messaggio del tipo "qui non passa lo straniero", visto che il disagio associato al rapporto ogni volta glielo faceva vivere malissimo.
    Dopo tempo, dopo un percorso di terapia che aveva affrontato certi temi, dopo il distacco progressivo da situazioni familiari e amicali di cui vi dicevo sopra, questa persona sembra aver risolto la questione.
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  3. #3
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Anorgasmia

    Molto interessante questa somatizzazione, in effetti alcune rigidità nel rapporto con la figura materna possono avere come risvolto una mancata introiezione della femminilità in senso positivo.

    Nel caso della tua paziente, l'impossibilità della penetrazione, si avvicina di più al vaginismo (impossibilità / impedimento alla penetrazione) o alla dispareunia (dolore durante il coito).

    Qui l'impedimento all'orgasmo era bloccato addirittura sul principio, sarebbe stato utile capire se desiderio ed eccitazione fossero presenti.
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  4. #4
    Neofita L'avatar di wonderdg10
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    ancona provincia
    Messaggi
    4

    Riferimento: Anorgasmia

    Non penso che l'orgasmo sia obbligatorio e più che dire che alla base della mancanza di orgasmo ci siano dei problemi vorrei dire il contrario, cioè che il caso della donna è diverso da quello dell'uomo, cioè nel caso dell'uomo è una cosa quasi automatica nel caso della donna penso che intervengono vari fattori e che se non ci sono tutti l'orgasmo proprio non c'è.

  5. #5
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Anorgasmia

    Ciao wonderdg10, certo, nessuno dice che l'orgasmo sia obbligatorio averlo o provarlo; sicuramente uomini e donne sono diversi, pur esistendo una piccola percentuale di uomini che presentano casi di eiaculazione (manifestazione fisica dell'orgasmo) assente.

    E' anche vero che alla base di assenza di orgasmo ci possono essere vari e differenti fattori; che il fatto di non provare un orgasmo diventi un problema invece è soggettivo, per esempio quando si ha un partner: da sole si riesce a raggiungere l'orgasmo, ma col partner no (e non è causato da inesperienza o disinteresse da parte di quest'ultimo).

    Ci sono donne che si sentono "manchevoli" o che comprendono che il anche il partner si sente "in difetto"; inoltre non è da sottovalutare che il raggiungimento dell'orgasmo nel rapporto è recepito come segnale positivo, che in qualche modo determina il ripetersi o meno del rapporto sessuale, la sua frequenza...

    Inoltre vi sono donne che essendo anorgasmiche perdono fiducia in sé stesse, nella loro femminilità...precludendosi i rapporti amorosi, o vivendoli in modo poco sereno.

    Grazie per la tua opinione e contributo
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  6. #6
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Anorgasmia

    Secondo voi come mai le disfunzioni sessuali femminili riscontrano meno interesse / articoli/ produzione di quelle maschili?
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  7. #7
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Anorgasmia

    Secondo voi quali sono i fattori che predeterminano la possibilità di essere anorgasmiche?
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

Privacy Policy