• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1
    Neofita
    Data registrazione
    16-08-2014
    Residenza
    Verona
    Messaggi
    12

    Tirocinio + tesi sperimentale aiuto!!! Problemi con tirocinio

    Scusate se scrivo qui, non so se sia corretto, ma sono nuova e devo orientarmi

    Sono iscritta al secondo anno di specialistica di neuroscienze e ho trovato un tirocinio super interessante (su cui farò la mai tesi sperimentale), solo che tale tirocinio prevede che vada nelle scuole materne a somministrare dei test (molto brevi) a 50 bambini di 4 anni e 50 di 5.

    Piccolo problema: quindici scuole che ho contatto, quindici scuole che mi hanno chiuso le porte in faccia, dicendomi che interferisco con la didattica, che sono pieni, ecc. quindi niente soggetti=niente tirocinio=niente laurea.

    A voi è mai capitato di non aver soggetti? Come avete risolto?

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Tirocinio + tesi sperimentale aiuto!!! Problemi con tiroc

    A me personalmente non è mai capitato non avendo fatto mai ricerche di questo tipo ... ma mi rendo benissimo conto che (anche sentendo quello che mi raccontano amici e colleghi) che non sia affatto semplice e sia un problema comune...
    Generalmente chi va a fare una ricerca, chi chiede di somministrare test ecc è visto dalle scuole (dirigenti e molti insegnanti) come uno che viene a rompere le scatole, che ruba ore al loro lavoro che deve essere portato con una certa scadenza e regolarità e uno che ficca il naso nelle loro cose tramite uno strumento di valutazione come viene visto (e come è il test)...
    Mi immagino che scuole con bambini piccoli siano anche impaurite dal dover dare spiegazioni ai genitori per tutta una serie di questioni.. ovviamente i genitori devono essere al corrente, devono dare autorizzazioni e non è così scontato che le diano.. proprio perchè si associa il test alla valutazione e di conseguenza alla "malattia" anche se magari tu indaghi tutt'altre cose...
    Una ragazza che conosco lavorava alla Coop e doveva fare la tesi sul burn out e chiese di somministrare il questionario nel suo ente.. le fu negato per ovvi motivi.. senza spiegazioni ma le spiegazioni erano ovvie.. si sa che i supermercati sono coacervi di burn out, stress lavorativo e lavoratori spesso insoddisfatti, stressati e sicuramente sottopagati.. e è ovvio che non vogliano che tali cose vengano alla luce...
    Non credo sia il caso delle scuole ovviamente.. ma di sicuro è facile che andando di porta in porta autonomamente le reazioni siano queste...
    Secondo me dovresti trovare un docente di riferimento , individuare un docente della tua facoltà possibilmente che conosci e con cui hai un minimo di rapporto e che lavora o ha lavorato con delle scuole e utilizzarlo come ponte... Un conto è come studentessa andare a bussare alle scuole chiedendo di somministrare un test, ben altro discorso è il professionista che conosce bene la o le scuole e che ha rapporti o ha avuto rapporti con il dirigente che chiede a loro una cosa di questo tipo..
    Pensaci, potrebbe essere una buona idea... Purtroppo sono questioni in cui c'entra soprattutto un discorso politico che poco ha a che vedere con la bravura, serietà, competenza, motivazione e modo di porsi del laureando..
    In bocca al lupo

Privacy Policy