• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: un altro incubo

  1. #1

    un altro incubo

    Ho fatto un altro incubo che avevo già fatto in passato...dunque..ho sognato che andavo a casa di un professore per una ricerca o un approfondimento..questo era un tipo viscido e appiccicoso, ma dovevo andare a casa sua per forza e mi convincevo pensando che al max se lui ci avesse provato lo avrei respinto e me ne sarei andata..
    Arrivata a casa sua, parliamo dell'argomento e lui già inizia a essere troppo strano..poi mi dice di salire su una scala (io nn vedevo la fine) poi arrivo fino in cima e vedo che non c'è un altro piano, ma solo una botola..la fisso per un po' poi scendo senza aprirla (lui era sotto di me che guardava su verso di me) appena me ne accorgo scendo subito e poi insieme andiamo in cucina dove mi fa piegare, muovere ecc proprio con l'intento di guardarmi e prova a toccarmi.. Io a quel punto me ne vado..e mi sveglio di colpo..uff..

  2. #2
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: un altro incubo

    Ciao Tepore, più che darmi risonanze in termini di significato, questo tuo incubo mi suscita molte domande...
    perciò ho pensato di "guardarlo" da varie angolazioni, sperando di esserti di aiuto:


    - Prima di tutto: Se non erro stai seguendo una psicoterapia, per cui molto importante che tu riporti questo sogno nel setting terapeutico.


    - Alle volte i sogni sono il "prosieguo" di sensazioni e pensieri che si hanno durante il giorno...e questo potrebbe essere un aspetto da non sottovalutare: ossia il sogno ti fa vivere una situazione che temi, in modo da "mostrarti" come potrebbe essere/gestirla.
    Il professore esiste? Ti ha dato realmente queste sensazioni?...

    - Il sogno però si reitera nel tempo, pertanto al di là dell'aspetto di cui sopra, è possibile che il sogno abbia a che fare con il tuo rapporto verso la sessualità (solo tu puoi saperlo) o con un momento di cambiamento nella tua vita che hai qualche resistenza e difficoltà ad affrontare.

    - Simbolicamente: è possibile che tu debba ancora esplorare e conoscere meglio la tua parte maschile (che pure in qualche modo ti è necessaria: lui è un "professore""devi andare a casa sua per forza"perché devi fare una"RICERCA"***).
    Una volta lì ti fa salire delle scale (quindi simbolicamente una sorta di evoluzione***) ma ciò che trovi è una botola, che per te rappresenta qualcosa oltre la quale non vuoi o temi di andare (solo tu puoi sapere se ha a che fare con la tua sessualità o altri "temi" importanti nella tua vita, fosse anche un progresso in campo lavorativo) pertanto torni indietro e le cose / l'atteggiamento de tuo professore non sono cambiate, anzi...

    Spero di averti dato qualche spunto di riflessione perché questo incubo così avulso dal contesto mi rende arduo darti altri spunti.

    Ciao
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  3. #3

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da claudia1976 Visualizza messaggio
    Ciao Tepore, più che darmi risonanze in termini di significato, questo tuo incubo mi suscita molte domande...
    perciò ho pensato di "guardarlo" da varie angolazioni, sperando di esserti di aiuto:


    - Prima di tutto: Se non erro stai seguendo una psicoterapia, per cui molto importante che tu riporti questo sogno nel setting terapeutico.


    - Alle volte i sogni sono il "prosieguo" di sensazioni e pensieri che si hanno durante il giorno...e questo potrebbe essere un aspetto da non sottovalutare: ossia il sogno ti fa vivere una situazione che temi, in modo da "mostrarti" come potrebbe essere/gestirla.
    Il professore esiste? Ti ha dato realmente queste sensazioni?...

    - Il sogno però si reitera nel tempo, pertanto al di là dell'aspetto di cui sopra, è possibile che il sogno abbia a che fare con il tuo rapporto verso la sessualità (solo tu puoi saperlo) o con un momento di cambiamento nella tua vita che hai qualche resistenza e difficoltà ad affrontare.

    - Simbolicamente: è possibile che tu debba ancora esplorare e conoscere meglio la tua parte maschile (che pure in qualche modo ti è necessaria: lui è un "professore""devi andare a casa sua per forza"perché devi fare una"RICERCA"***).
    Una volta lì ti fa salire delle scale (quindi simbolicamente una sorta di evoluzione***) ma ciò che trovi è una botola, che per te rappresenta qualcosa oltre la quale non vuoi o temi di andare (solo tu puoi sapere se ha a che fare con la tua sessualità o altri "temi" importanti nella tua vita, fosse anche un progresso in campo lavorativo) pertanto torni indietro e le cose / l'atteggiamento de tuo professore non sono cambiate, anzi...

    Spero di averti dato qualche spunto di riflessione perché questo incubo così avulso dal contesto mi rende arduo darti altri spunti.

    Ciao
    Ciao! Dunque, no, ho finito la psicoterapia. Gli incubi che faccio solitamente sono sempre tutti di questo genere ma anche peggiori ..c'è sempre qualcuno che vuole farmi del male e, spesso, proprio a livello sessuale..
    tornando a questo sogno, ricordo che sono rimasta a guardare la botola perché sapevo che portava in soffitta e io non volevo andarci..per questo motivo sono scesa dalla scala e non ho aperto la botola..poi sono andata in cucina..
    no, non conosco questo uomo..non l'ho mai visto..non è mai stato un mio professore..
    grazie per la tua risposta..
    buona serata e buon week end!
    ciao!

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: un altro incubo

    Ciao Tepore Lunare, riprendo solo alcuni simboli che possono esserti utili per approfondire le suggestioni e le domande contenute nel post di Claudia1976.
    La "scala": ha a che fare con l'evoluzione continua e graduale.
    La "botola" che porta in "soffitta": è una via di ingresso, ma anche un possibile ostacolo. La "soffitta" è, simbolicamente, come la cantina, il luogo in cui sono rinchiuse le cose vecchie, del passato. I vissuti passati, le emozioni...
    La via dell'evoluzione, sembra dirti il sogno, ti porta fino all'ingresso della soffitta. Tu, forse, temi di andare oltre la botola... comunque decidi di tornare indietro.
    Il "professore": figura maschile (spesso rappresenta parti maschili di sé); figura anche che dovrebbe permettere di maturare, di acquisire comprensione (in quanto "professore" dovrebbe insegnare qualcosa o... supportare nella ricerca).
    Il sogno sembra dirti che l'evoluzione (come ha suggerito Claudia nel suo post) passa attraverso l'integrazione della parte "maschile", che potrebbe sostenerti nella tua "ricerca" evolutiva, ma che tu vivi come una presenza pericolosa (in questo caso, emerge l'aspetto viscido e appiccicoso...). Ma... è il professore, che tu vivi in maniera ambivalente, che ti spinge a salire...
    Forse... aprendo la botola, potresti entrare in soffitta e aprire le finestre, facendo entrare un po' di luce... forse, allora, potresti accorgerti che i "fantasmi" svaniscono alla luce del sole e... forse... anche il professore (mi ricorda un po' il "vecchio professore" della canzone di De André) potrebbe assumere un aspetto più tranquillo, meno viscido e appiccicoso... forse potrebbe vederti con occhi diversi e tu, pure, potresti vederlo (e vederti) con occhi diversi... forse...


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  5. #5

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da Hermes Ankh Visualizza messaggio
    Ciao Tepore Lunare, riprendo solo alcuni simboli che possono esserti utili per approfondire le suggestioni e le domande contenute nel post di Claudia1976.
    La "scala": ha a che fare con l'evoluzione continua e graduale.
    La "botola" che porta in "soffitta": è una via di ingresso, ma anche un possibile ostacolo. La "soffitta" è, simbolicamente, come la cantina, il luogo in cui sono rinchiuse le cose vecchie, del passato. I vissuti passati, le emozioni...
    La via dell'evoluzione, sembra dirti il sogno, ti porta fino all'ingresso della soffitta. Tu, forse, temi di andare oltre la botola... comunque decidi di tornare indietro.
    Il "professore": figura maschile (spesso rappresenta parti maschili di sé); figura anche che dovrebbe permettere di maturare, di acquisire comprensione (in quanto "professore" dovrebbe insegnare qualcosa o... supportare nella ricerca).
    Il sogno sembra dirti che l'evoluzione (come ha suggerito Claudia nel suo post) passa attraverso l'integrazione della parte "maschile", che potrebbe sostenerti nella tua "ricerca" evolutiva, ma che tu vivi come una presenza pericolosa (in questo caso, emerge l'aspetto viscido e appiccicoso...). Ma... è il professore, che tu vivi in maniera ambivalente, che ti spinge a salire...
    Forse... aprendo la botola, potresti entrare in soffitta e aprire le finestre, facendo entrare un po' di luce... forse, allora, potresti accorgerti che i "fantasmi" svaniscono alla luce del sole e... forse... anche il professore (mi ricorda un po' il "vecchio professore" della canzone di De André) potrebbe assumere un aspetto più tranquillo, meno viscido e appiccicoso... forse potrebbe vederti con occhi diversi e tu, pure, potresti vederlo (e vederti) con occhi diversi... forse...

    Ah ok..allora non saprei..non saprei che fantasmi ci siano..le cose che ci sono in soffitta le so molto bene (almeno penso di saperle e averle analizzate già tutte)..
    grazie per la risposta..

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da TeporeLunare Visualizza messaggio
    Ah ok..allora non saprei..non saprei che fantasmi ci siano..le cose che ci sono in soffitta le so molto bene (almeno penso di saperle e averle analizzate già tutte)..
    grazie per la risposta..
    Ciao TeporeLunare, mi permetto una considerazione (cosa per me non abituale) che non ha a che fare direttamente con i simboli dei tuoi incubi e, forse, va anche oltre quello che sarebbe consentito in un forum come questo. Ma... è quello che mi viene da ritornarti come mia risonanza.
    Penso che tu abbia perfettamente ragione quando dici che le "cose che sono in soffitta" le conosci molto bene, perché le hai "analizzate già tutte".
    I tuoi sogni/incubi, però, forse... vogliono "spiazzarti"... ti ripropongono non tanto un contenuto che tu bene conosci, ma... situazioni in cui tu puoi "sperimentare" i vissuti legati a quei contenuti...
    Non credo, in altri termini, che tu in "soffitta" (se mai deciderai di andare oltre la "botola"...) possa trovare cose nuove, che non conosci... ma solo sperimentare vissuti che, normalmente, nella vita diurna, non possono presentarsi legati al pensiero di "quelle cose" perché l'angoscia che ne deriverebbe, forse, sarebbe insopportabile...
    Il sogno, anche quando si manifesta come incubo, ha in sé una sua "saggezza"... forse, i tuoi incubi ti richiamano alla necessità, non tanto di conoscere dei contenuti che già sai, ma di sperimentare (e, quindi, rielaborare) dei vissuti passati e problematici, cosa che, probabilmente, non ti è semplice fare nella via diurna... forse... ma, se fosse così, non sarebbe certamente poco...


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  7. #7

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da Hermes Ankh Visualizza messaggio
    Ciao TeporeLunare, mi permetto una considerazione (cosa per me non abituale) che non ha a che fare direttamente con i simboli dei tuoi incubi e, forse, va anche oltre quello che sarebbe consentito in un forum come questo. Ma... è quello che mi viene da ritornarti come mia risonanza.
    Penso che tu abbia perfettamente ragione quando dici che le "cose che sono in soffitta" le conosci molto bene, perché le hai "analizzate già tutte".
    I tuoi sogni/incubi, però, forse... vogliono "spiazzarti"... ti ripropongono non tanto un contenuto che tu bene conosci, ma... situazioni in cui tu puoi "sperimentare" i vissuti legati a quei contenuti...
    Non credo, in altri termini, che tu in "soffitta" (se mai deciderai di andare oltre la "botola"...) possa trovare cose nuove, che non conosci... ma solo sperimentare vissuti che, normalmente, nella vita diurna, non possono presentarsi legati al pensiero di "quelle cose" perché l'angoscia che ne deriverebbe, forse, sarebbe insopportabile...
    Il sogno, anche quando si manifesta come incubo, ha in sé una sua "saggezza"... forse, i tuoi incubi ti richiamano alla necessità, non tanto di conoscere dei contenuti che già sai, ma di sperimentare (e, quindi, rielaborare) dei vissuti passati e problematici, cosa che, probabilmente, non ti è semplice fare nella via diurna... forse... ma, se fosse così, non sarebbe certamente poco...
    Grazie! Così è più chiaro! Che cosa significa "sperimentare" i vissuti legati a quei contenuti? Beh certamente l'angoscia sarebbe fortissima..ma in sostanza, che cosa dovrei capire da questi incubi? Io l'unica cosa che ci vedo è la trasposizione delle mie fobie o paure derivanti dai miei vissuti o poche rare volte (grazie a Dio) spezzoni dei miei vissuti..ma oltre al fatto di starci male, non saprei proprio quale "gusto macabro" la mia mente ci trovi a ripropormi le mie fobie..

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da TeporeLunare Visualizza messaggio
    Grazie! Così è più chiaro! Che cosa significa "sperimentare" i vissuti legati a quei contenuti? Beh certamente l'angoscia sarebbe fortissima..ma in sostanza, che cosa dovrei capire da questi incubi? Io l'unica cosa che ci vedo è la trasposizione delle mie fobie o paure derivanti dai miei vissuti o poche rare volte (grazie a Dio) spezzoni dei miei vissuti..ma oltre al fatto di starci male, non saprei proprio quale "gusto macabro" la mia mente ci trovi a ripropormi le mie fobie..
    La mia non vuole essere una risposta (anche perché non avrei i titoli per farlo e, comunque, il forum non sarebbe il posto adeguato), ma, semplicemente, l'esprimere quello che mi suscita dentro ciò che scrivi.
    Probabilmente, da questi incubi non devi "capire" nulla di più di quello che già sai. Forse, la questione è un'altra. Non sempre, "sapere" è sufficiente a superare una situazione problematica, quindi a "comprenderla". Il progredire, la vera "integrazione", si ha quando riusciamo a "contenere", in noi, non solo il "pensiero", ma il "vissuto" delle passate esperienze negative. E' difficile andare oltre fino a che non abbiamo "accettato" (non solo sviscerato, analizzato...) l'esperienza passata, con tutti i vissuti negativi che porta con sé... solo l'accettazione ci permette di "perdonare" l'altro (chi è all'origine delle esperienze negative) e, di conseguenza, anche noi stessi (che ci incolpiamo di quelle esperienze, come se fossimo noi la causa di esse)... Pensa, in alcuni sogni che hai postato c'è una bambina che tu non perdoni... e la prendi a schiaffi...
    La tua "mente", con gli incubi, probabilmente, non ha l'obiettivo di soddisfare un proprio "gusto macabro", ma di riproporti all'infinito (dici che gli incubi si ripetono) una situazione "conosciuta", ma forse non "accettata", fino a che l'accettazione non sia effettiva... forse, la tua "mente", con i vissuti angoscianti dei tuoi incubi, mira solo all'integrazione, all'accettazione, al perdono... perché tu non debba più schiaffeggiare la bambina che ti accompagna nell'ascensore (cioè nel percorso evolutivo)... forse...


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  9. #9

    Riferimento: un altro incubo

    Citazione Originalmente inviato da Hermes Ankh Visualizza messaggio
    La mia non vuole essere una risposta (anche perché non avrei i titoli per farlo e, comunque, il forum non sarebbe il posto adeguato), ma, semplicemente, l'esprimere quello che mi suscita dentro ciò che scrivi.
    Probabilmente, da questi incubi non devi "capire" nulla di più di quello che già sai. Forse, la questione è un'altra. Non sempre, "sapere" è sufficiente a superare una situazione problematica, quindi a "comprenderla". Il progredire, la vera "integrazione", si ha quando riusciamo a "contenere", in noi, non solo il "pensiero", ma il "vissuto" delle passate esperienze negative. E' difficile andare oltre fino a che non abbiamo "accettato" (non solo sviscerato, analizzato...) l'esperienza passata, con tutti i vissuti negativi che porta con sé... solo l'accettazione ci permette di "perdonare" l'altro (chi è all'origine delle esperienze negative) e, di conseguenza, anche noi stessi (che ci incolpiamo di quelle esperienze, come se fossimo noi la causa di esse)... Pensa, in alcuni sogni che hai postato c'è una bambina che tu non perdoni... e la prendi a schiaffi...
    La tua "mente", con gli incubi, probabilmente, non ha l'obiettivo di soddisfare un proprio "gusto macabro", ma di riproporti all'infinito (dici che gli incubi si ripetono) una situazione "conosciuta", ma forse non "accettata", fino a che l'accettazione non sia effettiva... forse, la tua "mente", con i vissuti angoscianti dei tuoi incubi, mira solo all'integrazione, all'accettazione, al perdono... perché tu non debba più schiaffeggiare la bambina che ti accompagna nell'ascensore (cioè nel percorso evolutivo)... forse...
    grazie! Io li ho perdonati..a questo punto penso più che altro che sia un modo per farmi vedere che posso trovare delle vie d'uscita dalle mie paure e che i soggetti delle mie fobie (tipo insetti ecc..) in realtà non possono farmi nulla..però è proprio brutto e anche un po' stancante fare gli incubi..soprattutto alcuni tipi..boh..prima o poi, forse, passeranno..

Privacy Policy