• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6

Discussione: Analisi per la tesi

  1. #1

    Analisi per la tesi

    Salve a tutti
    Avrei un dubbio sulle analisi effettuate per il mio lavoro di tesi... in poche parole volevamo studiare le differenze di genere nell'espressione delle emozioni (abbiamo preso in considerazione 4 categorie di emozione-positiva,rabbia, tristezza e neutra) ed abbiamo esplorato se le medie delle categorie si differenziassero l'una dall'altra. E' stata utilizzata un'analisi della varianza per misure ripetute sia per lo studio delle differenze di genere, sia per vedere se le categorie si differenziassero nella frequenza con cui sono state osservate.
    Vi chiedo aiuto perchè dovrei specificare quali sono le variabili e descrivere il tipo di disegno utilizzato...e non vorrei scrivere una cavolata purtroppo le analisi non le hanno fatte fare direttamente a me, mi hanno dato solo i risultati.

    Ringrazio chi risponde

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: Analisi per la tesi

    Ciao,
    che cosa è stato misurato e come? Ossia la variabile dipendente qual è?
    Perché tu parli di ANOVA e questo presuppone una v.d. metrica.
    Nello stesso tempo parli anche di categorie e le categorie hanno a che fare con variabili di tipo nominale.
    Medie delle categorie non esiste. Intendevi media di un punteggio ad un test? Son cose diverse.

    Nell'ANOVA la variabile indipendente è politomica (più livelli: es. tre gruppi di pazienti con disturbi di tipo nevrotico, borderline e psicotico), invece tu parli di genere, che è dicotomica (maschi e femmine).

    Poi dici, analisi della varianza per misure ripetute, e qui le cose sono ancora meno chiare, perché l'espressione "misure ripetute" presuppone che la v.i sia within, ossia entro i gruppi: gli stessi soggetti vengono sottoposti a tutti i livelli della variabile (ad es. tempo: inizio trattamento, dopo 3 mesi, dopo 6 mesi), mentre il genere è una variabile indipendente between, tra i gruppi (ogni gruppo viene sottoposto ad un solomlivello della variabile: una persona o è maschio o e femmina).
    Non riesco a capire.

    Potrebbe essere (però sto praticamente inventando):
    v.i.1: genere (due livelli: maschi e femmine) v.i. tra i gruppi, ossia between
    v.i.2: tempo (?) (quanti livelli?) v.i. entro i gruppi, ossia within
    v.d. punteggio al test ..sul riconoscimento delle emozioni, diviso in quattro scale (es. scala 1: rabbia)
    Stesso procedimento per le altre scale.

    In questo caso sarebbe un modello di ANOVA misto (una v.i tra i gruppi e una entro i gruppi), non mi spiego in altro modo "misure ripetute".

  3. #3

    Riferimento: Analisi per la tesi

    è stato condotto uno studio osservativo in cui ciascun soggetto è stato osservato in media 73 volte. La procedura consisteva nell'osservazione casuale dei soggetti, per 10 secondi, ai quali seguivano 5 secondi di registrazione dei comportamenti e delle emozioni in un'apposita checklist. Sono state calcolate le frequenze per ciascuna categoria e successivamente le frequenze sono state espresse in proporzioni di tempo. Per indagare se vi fossero differenze di genere nel comportamento è stata condotta un anova between subject proprio perchè, come dici tu, è una variabile tra soggetti. Per indagare le differenze di genere nell'espressione delle emozioni e per vedere se le 4 categorie di emozioni si differenziano per la frequenza con cui sono state osservate, è stata fatta una anova per misure ripetute. Mi hanno proprio detto e scritto, che "per indagare se vi fossero sia differenze di genere sia differenze tra le categorie è stata effettuata un'anova per misure ripetute" e di specificare quali sono le variabili indip. e di che tipo
    il mio ragionamento è stato: VI: Genere, a 2 livelli
    VI: Emozioni (4 livelli)
    VD: Frequenza delle emozioni

    Lo scopo è stato proprio quello di osservare come variassero le frequenze di ciascuna categoria di emozioni in base al genere. E ci siamo anche proposti di indagare se le 4 categorie di emozioni si differenziassero per la frequenza con cui sono state osservate.
    Non so se sono stata più chiara... grazie comunque

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: Analisi per la tesi

    Ma la variabile indipendente within qual è?
    Le emozioni sono 4, diverse, e da quello che scrivi sembra proprio che sia ciò che vuoi verificare (v.d.), attraverso la frequenza.
    Cioè. quante volte si è manifestata la rabbia, quante la tristezza, ecc?
    Ultima modifica di Lyanne : 02-07-2014 alle ore 16.12.31

  5. #5

    Riferimento: Analisi per la tesi

    Non ne ho la minima idea...non ho seguito questa parte del lavoro...me l'hanno solo data... ho l'output dell'anova per misure ripetute di spss dove il test degli effetti entro i soggetti riguarda le emozioni

  6. #6

    Riferimento: Analisi per la tesi

    Dall'anova per misure ripetute è emerso che le 4 categorie di emozione si sono presentate con una frequenza diversa, in particolare le emozioni neutre sono state osservate con una frequenza maggiore rispetto a quelle positive e negative, e le emozioni positive si sono presentate con una frequenza maggiore rispetto a quelle negative. Quello che non capisco è come è stata usata l'anova per misure ripetute per le studiare le differenze di genere...a meno che non è stata fatta l'analisi solo per i maschi, e poi solo per le femmine...

Privacy Policy