• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Lo psicologo e i social media

    Avevo sentito dire qualche tempo fa di una iniziativa o un progetto o qualcosa del genere promossa dall'ordine (forse ma non ne sono sicuro) della Lombardia riguardo allo psicologo e i social media... Non parlo dell'ambito clinico ma di un discorso a tutto tondo riguardo alla possibilità del lavoro di tipo psicologico applicato nei contesti mediatici virtuali.. So che questi ambiti sono in espansione all'estero.. Qualcuno ne sa qualcosa? Secondo voi potrebbe essere un mercato da cogliere al volo e se si in che modo e con quali prospettive?

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    mmh googlando non riscontro nulla.
    secondo me si può cogliere al volo, ma forse più all'estero che qui, appunto.

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Alcune di queste iniziative nascono sulla scia del self-marketing.

    Io ho fatto un corso sui social media gratuito di un giorno, ed è stato molto interessante e divertente (per me). Mi ha dato un sacco di spunti su cui riflettere, mi ha permesso di imparare delle strategie sull'uso di fb e del social marketing che mi sono tornate davvero utili.

    Poi è anche vero che a me i social media piacciono molto.....
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  4. #4
    Matricola L'avatar di diamanta
    Data registrazione
    02-10-2014
    Residenza
    veneto
    Messaggi
    17

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Io credo che nell'attuale insegnamento di Psicologia delle facoltà, almeno di quelle italiane, ci sia proprio questo vuoto riguardo ai social media. Voglio dire che ormai dovrebbero e potrebbero persino introdurre una materia apposta perchè ormai è un mondo parallelo a quello reale e non si può non tenerne conto. Inoltre sempre più spesso chi usa molto i social media, in maniera frequente, ha carenza di vita reale e si dovrebbero analizzare le terapie anche in base alle nuove abitudini dei pazienti/utenti.
    Nel centro del buio nero si possono trovare mille colori diversi.

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Diamanta, la psicologia delle dipendenze insegnata in molte facoltà italiane ormai si occupa ampiamente di internet addiction e correlazioni con altre dipendenze. E molto professionisti ormai lavorano di frequente con patologie web correlate ma anche imparando a conoscere le modalità del vivere virtuale.m del resto anche le dipendenze da gioco ormai hanno il loro versante sul web. Ci si lamenta che le facoltà siano poco aggiornate, ma su questo dato mi permetto di contraddirti.
    Ultima modifica di Morgana-z : 02-10-2014 alle ore 23.57.23

  6. #6
    Matricola L'avatar di diamanta
    Data registrazione
    02-10-2014
    Residenza
    veneto
    Messaggi
    17

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Allora sarà un caso sporadico che qui nella mia zona ho conosciuto tanti psicologi che non sapevano nulla dei social e alcuni non avevano ancora nemmeno una mail. Mi sembrava di parlare con persone che vivevano fuori dal mondo, altro che dottori! Poi ho anche dato un'occhiata spesso alle pagine blu degli psicoterapeuti e si trovano poche persone che si occupano di dipendenze da internet. Ovviamente non parlo di centri grandi come roma, milano o altre grandi città. In molte regioni manca proprio questo tipo di figura. Per non parlare di quelli che si occupano di perversioni sessuali, che riguardano anche il mondo virtuale. Io manco dalla facoltà da alcuni anni ma i miei colleghi mi dicono che le cose non sono cambiate di molto. Ma magari c'è differenza tra varie facoltà e città anche in questo caso.
    Nel centro del buio nero si possono trovare mille colori diversi.

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Mi sembra stranissimo che chi lavori non abbia una mail. Diversa è la reperibilità sul web e l'investimento x farsi trovare online, quello fa parte di una strategia di marketing che ancora appartiene a pochi.
    Mi sembra che gli ambiti a cui fai riferimento siano molto peculiari, e mi chiedo se la tua sia semplice curiosità o altro. E' pur vero che la formazione di un terapeuta non può essere solo quella universitaria, è importante formarsi sia seguendo le necessità della società, sia seguendo i propri interessi. La facoltà che ho frequentato si trova in un polo univeristsr io in cui si fanno ricerche molto interessanti, ma ogni facoltà di psicologia in Italia in realtà sceglie una direttiva da seguire (lavoro piuttosto che clinica, gruppi piuttosto che neuropsicologia....). Probabilmente la facoltà che frequentavi tu seguiva un filone si studi che non comprendeva certe discipline.
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  8. #8
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Io in ogni caso non parlavo esclusivamente, o almeno non solo e non nello specifico delle dipendenze e degli aspetti patologici...
    Ad esempio si possono studiare i gruppi virtuali, i processi virtuali applicati alle teorie psicologiche andando in un ambito di modelli e sistemi complessi (quindi dominio della fisica) applicati alla psicologia... Una lettura in chiave internet delle teorie psicosociali legate ai gruppi.
    Conosco personalmente ricercatori e persone che se ne occupano a livello di ricerca..Certo non a tutti piacerà... si parla di sistemi complessi, equazioni differenziali e modelli lineari a cui si applicano concetti e teorie proprie nel caso alla psicologia sociale e dei gruppi..
    Credo che sia un campo nuovo ed estremamente interessante.. visto non di buon occhio da chi lavora in un'ottica della psicologia vecchia e stantia.,.. che vedono il lavoro dello psicologo in maniera settorializzata... Alla fine i tempi cambiano, 20 anni fa internet era qualcosa di quasi sconociuto e per pochissimi.. Oggi è diventato qualcosa che fa parte delle vite di tutti, chiunque ha un accesso a internet, dalla persona più anziana (proprio tempo fa in autobus due signore sulla settantina in bus che probabilmente non si vedevano da anni si sono salutate e si sono ripromesse di cercarsi su facebook ...) ai giovanissimi.. ed è ovvio che i processi virtuali siano un fenomeno sociale a tutti gli aspetti... Quando si crea un buco, una opportunità in qualche modo va colmato anche per poi non lamentarsi se determinati ambiti sono presi d'assalto da altre figure professionali che probabilmente sono state più pronte ad annusare l'aria e a cogliere l'occasione..

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    Duccio, sai su cosa sto riflettendo in questi giorni?
    su come la dimensione corporea, disinvestita nei rapporti online come strumento comunicativo, perda significato e diventi meno oggetto di attenzioni e di investimenti. E' un'idea in fieri, che spero di poter tracciare meglio prossimamente.
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  10. #10
    Matricola
    Data registrazione
    14-04-2017
    Messaggi
    17

    Riferimento: Lo psicologo e i social media

    E' un tema davvero attuale e come spesso capita negli ambienti universitari è assai poco trattato rimanendo chiudi e gretti. vedo però che qualcosa si è mosso, qui dove ho studiato io vi sono approfondimenti e professori molto preparati sull'argomento. Credo saremo noi nuove generazioni a poter trattare questo tema con più partecipazione: sappiamo di cosa si parla in sostanza.

Privacy Policy