• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    09-09-2008
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    925

    teoria dell'attaccamento

    Sto affrontando la parte teorica (la piu noiosa) relativa alla teoria dell'attaccamento, in cui analizza i contributi relativi alle differenti teorie.Psicanalisi ed etologia ok, ma Per quanto riguarda il collegamento con le teorie cognitiviste parla di "sistemi" rifacendosi ai sistemi orientati ad uno scopo che fanno, tra l'altro, scattare tutta quella serie di comportamenti volti a favorire la prossimità con la figura di attaccamento. Ora la mia domanda è questa: parlando di "sistemi" ci si riferisce soltanto ai comportamenti oppure è anche giusto considerare lo scambio bambino-care giver-ambiente come un sistema (ed anche in questo senso, secondo me, i comportamenti messi in atto dal bambino sono funzionali all'adattamento a questo "sistema")?

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    542

    Riferimento: teoria dell'attaccamento

    Beh lo scambio bambino caregiver deve per forza rientrare in un sistema....vuoi per rispondere alla societá o alla famiglia conunque si è dentro un sistema e dunque i comportamenti devono essere funzionali a un sistema o anche a un sottosistema. Cerca la teoria di olson, la trovi facilmente su google.
    In poche parole dice che vi essere nè un sistema troppo rigido nè uno troppo aperto, stessa cosa accade per i sottosistemi. Pensa ai coniugi, loro sono un sottosistema, i figli sono un sottosistema. I loro confini devono essere ben delineati ma comunque non rigidi.
    Vedi se ti ritrovi con ció che hai studiato e con la teoria di olson

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: teoria dell'attaccamento

    Ciao LeLa
    Forse c'è un po' di confusione tra i diversi significati della parola "sistema" secondo le diverse teorie che tu citi

    - per la teoria sistemico-relazionale, il sistema è, come dice studentessaa, un insieme di elementi e delle loro interazioni: esempi di sistemi possono essere la famiglia, un gruppo classe, un determinato ambiente sociale, e anche sottosistemi come quello bambino - caregiver. I sistemi, in senso relazionale, hanno appunto la caratteristica di contenere al proprio interno una serie di relazioni tra i diversi membri che lo compongono (come ad esempio, appunto, la relazione di attaccamento, che è proprio, mettiamo il caso, del sistema famiglia)

    - secondo la teoria cognitivista, esistono dei sistemi cosiddetti motivazionali, cioè una serie di comportamenti che ciascun animale e ciascun essere umano mettono in atto spontaneamente e spesso in modo istintivo. Questi sistemi sono funzionali prima di tutto alla sopravvivenza propria e della specie: uno di questi sistemi motivazionali è ad esempio l'attaccamento, senza il quale nessun cucciolo (umano e non) può avere speranza di sopravvivere, ed è per questo che i cuccioli sono tutti geneticamente programmati per ricercare e mantenere il contatto con l'esemplare che riconoscono come figura di attaccamento (vedi il caso degli studi di Lorentz con gli anatroccoli...). Altri esempi di sistemi motivazionali sono il sistema riproduttivo, il sistema attacco-fuga, il sistema esplorativo (che ad esempio è antagonista al sistema dell'attaccamento: per esplorare, qualunque esemplare -uomo compreso- deve poter sentirsi sufficientemente al sicuro al punto da staccarsi dalla propria figura di attaccamento ed esplorare l'ambiente circostante...se non avviene esplorazione, l'esemplare non ha la possibilità di svincolarsi dal caregiver, e in età adulta ha problemi nell'integrarsi con il proprio sistema di riferimento - e con la parola "sistema" intendo in senso relazionale!!)

    Entrambe le due visioni della parola "sistema" c'entrano con la teoria dell'attaccamento: una è una visione più relazionale, l'altra è più una spiegazione comportamentale e biologica che riguarda tutte le specie, umana e animali...

    Spero di esserti stata utile e di aver capito i dubbi che ponevi
    A presto!
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  4. #4
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    09-09-2008
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    925

    Riferimento: teoria dell'attaccamento

    Citazione Originalmente inviato da arwen Visualizza messaggio
    Ciao LeLa
    Forse c'è un po' di confusione tra i diversi significati della parola "sistema" secondo le diverse teorie che tu citi

    - per la teoria sistemico-relazionale, il sistema è, come dice studentessaa, un insieme di elementi e delle loro interazioni: esempi di sistemi possono essere la famiglia, un gruppo classe, un determinato ambiente sociale, e anche sottosistemi come quello bambino - caregiver. I sistemi, in senso relazionale, hanno appunto la caratteristica di contenere al proprio interno una serie di relazioni tra i diversi membri che lo compongono (come ad esempio, appunto, la relazione di attaccamento, che è proprio, mettiamo il caso, del sistema famiglia)

    - secondo la teoria cognitivista, esistono dei sistemi cosiddetti motivazionali, cioè una serie di comportamenti che ciascun animale e ciascun essere umano mettono in atto spontaneamente e spesso in modo istintivo. Questi sistemi sono funzionali prima di tutto alla sopravvivenza propria e della specie: uno di questi sistemi motivazionali è ad esempio l'attaccamento, senza il quale nessun cucciolo (umano e non) può avere speranza di sopravvivere, ed è per questo che i cuccioli sono tutti geneticamente programmati per ricercare e mantenere il contatto con l'esemplare che riconoscono come figura di attaccamento (vedi il caso degli studi di Lorentz con gli anatroccoli...). Altri esempi di sistemi motivazionali sono il sistema riproduttivo, il sistema attacco-fuga, il sistema esplorativo (che ad esempio è antagonista al sistema dell'attaccamento: per esplorare, qualunque esemplare -uomo compreso- deve poter sentirsi sufficientemente al sicuro al punto da staccarsi dalla propria figura di attaccamento ed esplorare l'ambiente circostante...se non avviene esplorazione, l'esemplare non ha la possibilità di svincolarsi dal caregiver, e in età adulta ha problemi nell'integrarsi con il proprio sistema di riferimento - e con la parola "sistema" intendo in senso relazionale!!)

    Entrambe le due visioni della parola "sistema" c'entrano con la teoria dell'attaccamento: una è una visione più relazionale, l'altra è più una spiegazione comportamentale e biologica che riguarda tutte le specie, umana e animali...

    Spero di esserti stata utile e di aver capito i dubbi che ponevi
    A presto!
    Chiara
    Grazie mille, è esattamente quello che volevo sapere. Non volevo rischiare infilando la versione sistemico-relazionale, pur sapendo che l'accezione di "sistema" è differente rispetto a quella relativa ai sistemi comportamentali orientati allo scopo (che hanno appunto a che fare con il versante motivazionale). Differenziando i due discorsi ci stanno tutte e due grazie ancora!!

Privacy Policy