Buongiorno a tutti

In questa sotto sezione del forum "lavoro e imprenditoria" come avete avuto modo di notare nel corso degli anni, ci si confronta e ci si aiuta per affrontare i concorsi a cui ci si candida. E in effetti, al di lÓ poi del risultato effettivo (superare un concorso non Ŕ impresa da poco, per i molti fattori che entrano in gioco) il forum Ŕ sempre stato un ottimo strumento per affrontare esami universitari, il temuto EDS e anche per qualche concorso andato a buon fine

Con questo post cerco di riassumere le modalitÓ di presentazione di titoli e documenti da allegare alla domanda.

Innanzitutto per partecipare ad un concorso Ŕ necessario avere il titolo richiesto; questo pu˛ essere prodotto:

  • in originale
  • copia autenticata
  • autocertificazione


In originale significa che si va a scovare in soffitta, in cantina o chissÓ dove (oppure si tira fuori dalla cornice in stile barocco appesa al muro del salone) la pergamena che attesta che siete laureati in Psicologia.
La copia autenticata Ŕ una fotocopia del documento a cui va allegata la dichiarazione sostituiva di atto di notorietÓ per autocertificare la conformitÓ all'originale (riferimento legislativo: art. 19 del DPR 28.12.2000 n.445). In genere nel bando, allegato alla domanda si trova il documento prestampato in cui si scrivono i propri dati, si specifica il titolo in questione, si appongono data e firma, assumendosi la reposnsabilitÓ in caso di dichiarazioni mendaci.
L'autocertificazione consiste nel dichiarare di possedere un titolo/requisito (master, specializzazioni, corsi riconosciuti) con riferimento normativo all'art 46 del DPR 445/2000. Anche qui in genere c'Ŕ un prestampato che va compilato coi propri dati e inserendo i titoli autocertificati. In questo caso la fotocopia del titolo non serve.

Le modalitÓ di presentazione della domanda di partecipazione al concorso (per essere quindi ammessi alle prove) in genere sono le seguenti:

  • A mezzo Servizio Postale con lettera Raccomandata A.R.
  • Consegna diretta presso la Segreteria dell'Ente
  • Invio attraverso la casella di posta elettronica certificata


Se sono previste altre modalitÓ queste vengono specificate nel bando, in ogni caso il fax a breve non sarÓ pi¨ valido e anche l'indirizzo di posta elettronica semplice non viene di norma ritenuto valido. La PEC (posta elettronica certificata) Ŕ obbligatoria per i liberi professionisti e ha valore legale esattamente come una raccomandata con ricevuta di ritorno, ma deve esserci comunicazione da pec a pec affinchŔ ci˛ sia valido.

La Dichiarazione Sostitutiva dell'Atto di NotorietÓ viene in genere utilizzata anche per indicare, qualora richiesto e qualora non fosse sufficiente l'indicazione delle stesse all'interno del C.V., le pregresse esperienze professionali.

Ai sensi dell'art. 38 DPR 28.12.2000 N. 445, dichiarazioni sostitutive e autocertificazioni vengono sottoscritte in presenza del dipendente addetto a ricevere la documentazione se portate la domanda di persona; oppure sottoscritte allegando una copia del documento di identitÓ.

Ovviamente si deve sempre fare riferimento al bando di concorso, stamparselo e leggerlo per bene. Queste sono tuttavia le modalitÓ ritenute valide per Legge.