• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2

Discussione: un sogno inquietante

  1. #1
    Neofita L'avatar di principessasisi
    Data registrazione
    08-10-2013
    Residenza
    Catania
    Messaggi
    2

    un sogno inquietante

    Nel sogno andavo in bici (sono una ciclista amatoriale e frequento un gruppo di ciclisti) con una mia amica con la quale dovevamo raggiungere il resto del gruppo.Ricordo che la strada era in discesa e ad un certo punto vedo un negozio di articoli orientali,e poichè amo questo genere di cose,decido di fermarmi a curiosare,dicendo alla mia amica che l'avrei raggiunta successivamente,e lei pazientemente,sorridendo delle mie bizzarrie,prosegue.Parcheggio la bici davanti ad una piccola chiesa la cui porta era aperta e dalla quale proveniva una luce viva,intensa.Entro nel negozio e dò uno sguardo agli anelli,la mia passione.Ne trovo solo uno interessante,ma costava troppo e il prezzo era eccessivo per il tipo di anello,per quanto originale interessante troppo piccolo.Ne guardo altri ma sono tutti insignificanti e costosi,per cui decido di uscire dal negozio per rimettermi a pedalare,ma vengo "assalita"dall'insistenza del commerciante,un arabo che vuol vendermi altri oggetti,per cui entro in una stanza attigua credendo di trovare l'uscita,faccio per uscire ma mi rendo conto che non sto andando via dalla porta bensì da una finestra sotto la quale si trova una scala ripida,dalla quale scendo per andar via.Vado alla ricerca della mia bici e ricordo di averla lasciata incustodita,senza catenaccio,per cui mi assale la paura di non trovarla.Mi ricordo a quel punto di averla lasciata davanti alla chiesa,per cui mi tranqullizzo ripetendomi che davanti alla chiesa non si può rubare essendo questa frequentata da gente onesta.Trovo la bici,monto su ma mi accorgo che invece mi erano stati rubati i freni e la ruota anteriore.Dentro di me mi dico "poco male" la riparerò;a quel punto mi trovo in macchina con i miei genitori,i quali mi dicono che è giunto il momento di sottopormi ad un piccolo intervento.Dentro di me faccio fatica ad accettare l'idea di essere obbligata a fermarmi per qualche giorno per l'intervento,ciò significa che non potrò raggiungere gli altri membri del gruppo di ciclisti nè potrò vedere le mie amiche,ma i miei mi rassicurano dicendomi che le amiche non sarebbero sparite,le avrei ritrovate dopo il periodo di ricovero in ospedale,sarebbero sempre state lì.A quel punto accetto di andare in ospedale e mi preparo acconciandomi bene i capelli e truccandomi ma qualcuno,non ricordo bene chi,mi acconcia i capelli in modo diverso,in modo originale ma non come li avrei voluti e stessa cosa fa col trucco.Mia madre avalla l'idea del nuovo look sottolineandomi che dovendo sottopormi ad un intervento non avrei avuto bisogno di un trucco perfetto,quindi decido di entrare in sala operatoria.

  2. #2
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: un sogno inquietante

    Mi piacerebbe avere un migliore dono di sintesi, comunque il sogno sembra dirti che in questo omento della tua via stai prendendo delle decisioni diverse o differenti da quelle che prenderebbero le persone che conosci o amiche.
    (Non dando nessuno informazione su di te non si capisce se studi, lavori o se fai dell'attività agonistica)

    Questa scelta (fermarti per andare nel negozio) in qualche modo non ti porta al risultato sperato: non comperi nessun anello, perché il rapporto qualità prezzo non è secondo te ottimale (c'è da capire se questo simboleggia forse "una distrazione" di tipo affettivo) e oltretutto perdi parecchio tempo, "rimanendo indietro" rispetto agli amici ed avendo lasciato incustodita la bici, ti ritrovi nel non poterla temporaneamente utilizzare (se la bici simboleggiasse ad esempio le tue potenzialità è come se in qualche modo questa "sosta" ti avesse fatto perdere qualcuna di queste); ti dici che potrai ripararla, ma di fatto non la puoi guidare;
    nel sogno poi ti ritrovi in auto con la tua famiglia, non sei più tu che guidi o decidi dove andare (nei sogni questo simboleggia psicologicamente il gestire la propria vita o direzione da prendere nella vita), ma alla fine in qualche modo, sei costretta a farti aiutare dai tuoi genitori che alla fine ti convincono che è il momento di cambiare (devi fare un'operazione sulla tua persona!), e di seguire quanto loro ti dicono; tanto che alla fine non sei più padrona nemmeno di decidere come truccarti o pettinarti (per una donna entrambi simboli di identità o del modo in cui si vogliono presentare al mondo sia nel reale che simbolicamente) e segui senza ribellarti di fare quanto loro ti dicono.

    Sembra un sogno adolescenziale o di "confine", cioè un momento della tua vita dove fino ad ora hai fatto quello che desideravi, ma dato che non hai raggiunto da sola gli scopi prefissi, altri intervengono a indicarti che strada prendere per concludere qualcosa (con il tuo subconscio che ti tranquillizza in merito al fatto che le cose con le persone a cui tieni di più, ossia le amiche, accetteranno i cambiamenti che deciderai di affrontare, essendo comunque presenti anche se "non andrai in bici con loro").

    So che è poco per un sono così ricco di simboli, ma non sapendo quasi nulla del momento che stai vivendo è difficile anche dare una lettura realmente indicativa.

    Ciao
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

Privacy Policy