• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 23
  1. #1
    Partecipante L'avatar di _adriano_
    Data registrazione
    27-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    42

    I Disturbi di Personalità

    Tutti abbiamo una personalità, ossia un nostro modo particolare di comportarci, pensare, sentire e percepire. Ma cosa si intende per personalità disturbata?
    Ultima modifica di crissangel : 18-07-2013 alle ore 17.10.05
    Chi vuole veramente qualcosa trova una strada. Tutti gli altri una scusa
    (Proverbio africano)

    Adriano Stefani (.it)

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    542

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Non so, forse dovresti leggere il dsm Iv per farti un pò un'idea, se non sei uno psicologo invece come credo non saprei come aiutarti.

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da _adriano_ Visualizza messaggio
    Tutti abbiamo una personalità, ossia un nostro modo particolare di comportarci, pensare, sentire e percepire. Ma cosa si intende per personalità disturbata?

    Ciao Adriano, un disturbo di personalità si ha quando il modo di percepire, sentire, comportarsi, di una persona "devia marcatamente dalle aspettative di cultura dell'individuo" come dice appunto il DSM-IV, che è un manuale diagnostico dei disturbi mentali molto diffuso, ma non l'unico.
    Secondo i suoi criteri, un disturbo di personalità è "rigido",quindi resistente al cambiamenti, insorge nell'adolescenza o nella prima età adulta e causa difficoltà all'individuo in uno o più settori della sua esistenza (relazioni, lavoro, ecc). Inoltre non può essere spiegato da una condizione medica o dall'uso di medicinali o sostanze.
    Una persona può soffire di un disturbo di personalità in maniera più o meno marcata, e di conseguenza vivere alcune limitazioni nella propria vita, ma non necessariamente rendersi conto che c'è qualcosa che non va, che la sua vita in qualche modo è ristretta.
    Se il disturbo fa tutt'uno con la persona, è più difficile che la persona lo avverta come un problema e chieda aiuto: in questo caso si dice che il disturbo è egosintonico.
    Se invece la persona sente il suo disturbo non in sintonia con se stessa, è possibile che questa stonatura sia il segnale di inizio che la spinge a cercare aiuto per stare meglio: in questo caso il disturbo si dice egodistonico e, in genere, è a un livello meno grave.
    Non so se ho risposto, in parte, alla tua domanda: il discorso è molto vasto ed è difficile condersarne i punti essenziali in poche righe.
    Ultima modifica di Lyanne : 12-08-2013 alle ore 00.49.48

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di ludovicamaria
    Data registrazione
    14-03-2011
    Messaggi
    163

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Ciao Lyanne, ma qual è la differenza tra i disturbi di personalità e i disturbi psicotici, in fondo anche quest'ultimi causano disadattamento nel sociale anche se in maniera più accentuata...Ho sentito uno psichiatra dire che la schizofrenia sarebbe un disturbo di personalità, in un certo senso può essere giusta questa affermazione?

    Grazie in anticipo a chi mi vuole rispondere.

  5. #5
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da ludovicamaria Visualizza messaggio
    Ciao Lyanne, ma qual è la differenza tra i disturbi di personalità e i disturbi psicotici, in fondo anche quest'ultimi causano disadattamento nel sociale anche se in maniera più accentuata...Ho sentito uno psichiatra dire che la schizofrenia sarebbe un disturbo di personalità, in un certo senso può essere giusta questa affermazione?

    Grazie in anticipo a chi mi vuole rispondere.
    Ciao ludovicamaria, premetto che io non sono ancora psicologa, quindi provo a risponderti per quello che ricordo dallo studio...allora, i disturbi di personalità sono considerati come modi pervarsivi, rigidi di sentire e comportarsi, qualcosa che si è stabilito nel tempo e si è fissato in un certo senso, non così per la schizofrenia, o i disturbi dell'umore, ad es., che possono insorgere in un momento particolare, con delle "punte" o cicli di diversa intensità. Infatti nel DSM vengono classificati su assi diversi per la diagnosi.
    Ciò non toglie, che possano presentarsi insieme.
    Poi, il DSM si basa su un tipo di classificazione categoriale (il disturbo c'è/non c'è), quindi non prende molto in considerazione la possibilità che un disturbo possa manifestarsi a diversi livelli, mentre il PDM, che ha un'impostazione psicodinamica, considera che un disturbo possa presentarsi a livello nevrotico, borderline o psicotico, con gradi diversi di compromissione.

    Il livello psicotico è considerato il più grave, con disturbi a livello di identità e dell'esame di realtà (confini, interno-esterno, chi sono).
    Per le caratteristiche che presenta, la schizofrenia viene considerata nell'ambito delle psicosi.
    Nello stesso tempo, seguendo il discorso dei "gradi", i disturbi di personalità possono presentarsi a livelli diversi e quindi ci saranno notevoli differenze tra, ad un es., una persona che presenta un disturbo di personalità paranoide a livello nevrotico e una che presenta lo stesso disturbo a livello psicotico.

    Ultima modifica di Lyanne : 16-08-2013 alle ore 10.20.54

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di ludovicamaria
    Data registrazione
    14-03-2011
    Messaggi
    163

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Ciao Lyanne e soprattutto grazie della risposta...

  7. #7
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    i disturbi di personalità presentano queste caratteristiche:
    1. sono un modello abituale di esperienza interiore e di comportamento che devia marcatamente dalle aspettative della cultura di appartenenza; in particolare questo modello si manifesta in 2 o più delle seguenti aree: cognitiva (interpretazione della realtà) affettiva, relaz. interpersonali, controllo degli impulsi.

    2. questo modello è inflessibile e pervasivo
    3. provoca disagio e compromissione del funzionamento sociale, lavorativo o altre aree di vita
    4. il modello è stabile e l'esordio è almeno nell'adolescenza o prima età adulta


    i Disturbi di personalità attualmente sono classificati in 3 cluster:
    -cluster A (hanno in comune l'apparire bizzarri/eccentrici): paranoide, schizoide, schizotipico
    -cluster B (hanno in comune l'impulsività/emotività esagerata): antisociale, borderline,istrionico, narcisistico
    -cluster C (hanno in comune l'ansia/paura come tratto principale): evitante, dipendente, ossessivo compulsivo

    la distinzione tra i disturbi di personalità non è sempre netta a la stessa persona può essere "classificata" in più di un disturbo (specie nello stesso cluster, ovviamente).

    I disturbi dell'area psicotica sono completamente diversi e hanno in comune la compromissione dell'esame di realtà. Inparticolare il pià grave dei disturbi psicotici, la schizofrenia, presenza anche deliri e allucinazioni.

    Ci sono alcuni disturbi di personalità che possono assomigliare a psicosi e la linea di demarcazione è sfumata (in particolare il cluster A) ma sono completamente diversi per caratteristiche, esordio, decorso, terapia... altrimenti non li avrebbero distinti addirittura in categorie diagnostiche differenti

    Ad esempio alcuni studiosi tracciano un continuum di gravità che va dal disturbo schizoide-schizotipico- schizofrenia, pur appartenendo quest'ultima a una categoria diagnostica completamente diversa (hanno in comune l'interpretazione distorta della realtà, che giunge fino alla compromissione completa dell'esame di realtà nell'ultimo dei disturbi).

    ma qual è la differenza tra i disturbi di personalità e i disturbi psicotici, in fondo anche quest'ultimi causano disadattamento nel sociale anche se in maniera più accentuata
    tutti i disturbi psichiatrici sono causa di disagio clinicamente significativo e/o disadattamento sociale

    Ho sentito uno psichiatra dire che la schizofrenia sarebbe un disturbo di personalità, in un certo senso può essere giusta questa affermazione?
    assolutamente falso. Fra l'altro la terapia è completamente diversa (farmacologica e inserimento in strutture come i centri diurni per le psicosi; psicoterapia per i dist.di personalità,tempo fa solo quella psicoanalitica e lunga, mentre attualmente sta dimostrando molta efficacia anche la terapia cognitivo-comportamentale della durata di 1 anno massimo 2).
    Ultima modifica di Johnny : 17-08-2013 alle ore 09.12.30

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di ludovicamaria
    Data registrazione
    14-03-2011
    Messaggi
    163

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Ciao Johnny, grazie anche a te della risposta... Vorrei chiederti ancora cosa pensi sulla differenza di terapia per i disturbi di personalità e per le psicosi, sembra che avere un disturbo mentale come la schizofrenia non si ha diritto alla psicoterapie ma solo aiuti assistenziali attraverso comunità protette o centri diurni con finalità a mantenere stabili i pazienti invece che fare progetti per la "guarigione" facendo attività noiosissime fine a sé stesse.

  9. #9
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da ludovicamaria Visualizza messaggio
    Ciao Johnny, grazie anche a te della risposta... Vorrei chiederti ancora cosa pensi sulla differenza di terapia per i disturbi di personalità e per le psicosi, sembra che avere un disturbo mentale come la schizofrenia non si ha diritto alla psicoterapie ma solo aiuti assistenziali attraverso comunità protette o centri diurni con finalità a mantenere stabili i pazienti invece che fare progetti per la "guarigione" facendo attività noiosissime fine a sé stesse.

    quelle attività sono noiosissime e fini a sé stesse per te che sei sana, non certo per uno psicotico grave/schizofrenico...anzi se proponessi attività più "complicate", cioè più spinte sul piano della novità e della difficoltà probabilmente verrebbero rifiutate dal paziente che le vedrebbe come non alla propria portata dopo aver sperimentato la frustrazione di alcuni fallimenti.

    Interessante la distinzione di Mc Williams tra psicoterapia espressiva e psicoterapia di sostegno rispettivamente per pazienti con problemi di nevrosi e psicosi

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di ludovicamaria
    Data registrazione
    14-03-2011
    Messaggi
    163

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    quelle attività sono noiosissime e fini a sé stesse per te che sei sana, non certo per uno psicotico grave/schizofrenico...anzi se proponessi attività più "complicate", cioè più spinte sul piano della novità e della difficoltà probabilmente verrebbero rifiutate dal paziente che le vedrebbe come non alla propria portata dopo aver sperimentato la frustrazione di alcuni fallimenti.

    Interessante la distinzione di Mc Williams tra psicoterapia espressiva e psicoterapia di sostegno rispettivamente per pazienti con problemi di nevrosi e psicosi
    Certo, mi soffermerei anche nel pensare che esistono psicotici schizofrenici che hanno una vita abbastanza accettabile almeno in apparenza, che vanno incontro a riacutizzazioni con conseguenti compensazioni, non diamo per scontato che tutti gli schizofrenici siano gravissimi e incapaci e non riescono fare attività più "complicate". Comunque questo era ciò che pensavo quando ho detto che spesso si parla di mantenimento invece di terapia della "guarigione" cioè andare oltre per progettare autonomia ,una autonomia che non serve solo per insegnare a fare la spesa o un lavoro (certo ci vuole anche questo) ma una autonomia dei sentimenti e delle emozioni cioè una identità . Non fossilizziamoci sullo stereotipo degli psicotici che sono tutti gravissimi che non sanno affrontare la realtà o non sono intelligenti oppure poco affidabili (naturalmente so che non pensi questo ma molte persone si, e purtroppo alcuni servizi psichiatrici sono improntati su questo).

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,170

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da ludovicamaria Visualizza messaggio
    Certo, mi soffermerei anche nel pensare che esistono psicotici schizofrenici che hanno una vita abbastanza accettabile almeno in apparenza, che vanno incontro a riacutizzazioni con conseguenti compensazioni, non diamo per scontato che tutti gli schizofrenici siano gravissimi e incapaci e non riescono fare attività più "complicate". Comunque questo era ciò che pensavo quando ho detto che spesso si parla di mantenimento invece di terapia della "guarigione" cioè andare oltre per progettare autonomia ,una autonomia che non serve solo per insegnare a fare la spesa o un lavoro (certo ci vuole anche questo) ma una autonomia dei sentimenti e delle emozioni cioè una identità . Non fossilizziamoci sullo stereotipo degli psicotici che sono tutti gravissimi che non sanno affrontare la realtà o non sono intelligenti oppure poco affidabili (naturalmente so che non pensi questo ma molte persone si, e purtroppo alcuni servizi psichiatrici sono improntati su questo).
    Comprendo quello che dici: senza generalizzare (ci sono, c'è da augurarsi, strutture in cui si guarda alla persona malata nella sua individualità) credo che sia il solito problema che si ritrova in tante strutture, non soltanto sanitarie, per cui non è la persona ad essere al centro, ma altre cose che contribuiscono a far perdere di vista ciò che veramente dovrebbe contare.
    Ultima modifica di Lyanne : 18-08-2013 alle ore 12.59.05

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    542

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    vado off topic se discuto con voi un problema che ho avuto? Temo di essere stata con una persona con disturbi di personalità

  13. #13
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,888
    Blog Entries
    4

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    Citazione Originalmente inviato da studentessaa Visualizza messaggio
    vado off topic se discuto con voi un problema che ho avuto? Temo di essere stata con una persona con disturbi di personalità
    Effettivamente si, nel senso che nel forum non è consentito portare situazioni personali e lanciarsi in valutazioni/diagnosi/proposte di trattamento da parte degli utenti che frequentano il forum.
    Tuttavia, è possibile discutere delle caratteristiche e dei parametri diagnostici di uno o più disturbi di personalità e di come si possono manifestare nella vita di tutti i giorni, sul comportamento, sul modo di relazionarsi, sugli effetti pragmatici di un sintomo, senza riferimenti a persone specifiche.

    Del resto, volevo fare una precisazione sul thread in questione: l'autore, _adriano_ è uno psicologo e aveva postato il tema del "disturbo" per una riflessione condivisa. Ho dovuto editare il riferimento al suo blog e chiedergli di postare nella sezione adatta, "messaggio promozionale" i riferimenti al suo sito (blog e attività personale) in quanto non è possibile pubblicizzarsi nel forum al di fuori di quella stanza
    Ultima modifica di crissangel : 20-08-2013 alle ore 13.49.25
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    542

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    okay allora nel rispetto delle regole proviamo a scrivere le caratteristiche di una generica persona
    - estremamente rigido in ogni idea, difficile che cambi opinione;
    - per fare eguagliare la sua idea alla tua ripete le cose all'infinito facendo accettare l'altro per sfinimento;
    - estremamente critico per ogni minima cosa;
    - ogni cosa davanti agli amici deve risultare perfetta ai propri occhi fino a perdere le proprie amicizie;
    - carattere estremamente orgoglioso
    Ultima modifica di crissangel : 20-08-2013 alle ore 13.47.41

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di studentessaa
    Data registrazione
    08-01-2010
    Messaggi
    542

    Riferimento: I Disturbi di Personalità

    nulla da dire?

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy