• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    28-04-2009
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    61

    sipp, spp e terapia a lungo termine

    ciao a tutti! eccomi arrivata alla difficile scelta della scuola di specializzazione. come è ovvio sono piena di dubbi!!! sarei interessata all'approccio psicoanalitico e la sipp mi ha colpito molto. c'è qualcuno che la frequenta che sa da darmi delle informazioni in più riapetto a quelle puramente organizzative che si trovano sul loro sito. cioè vorrei sapere le vostre impressioni personali. anche rispetto all'spp se possibile.
    detto questo passiamo al dubbio numero due: nonostante mi ritrovi tantissimo nell'orientamento psicoanalitico, a volte ho il timore d scegliere un metodo un po antiquato.. inoltre vorrei sapere se una volta uscito da questa scuola si è preparati solo x la psicoterapia a lungo termine o si sarebbe anche in grado di affrontare quella a breve termine. io sono convintissima del valore delle linghe terapie, ma in questo momento mi chiedo anche quanti pazienti potrebbero permettersela.. in sostanza non è che poi si resta senz lavoro?
    non è mia intenzione fare polemica.. vorrei solo che qualcuno con più esperienza di me mi desse un'opinione si questi argomenti... per fare una scelta piu serena!
    grazie a chi avrà voglia di rispondere!

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    28-04-2009
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    61

    Riferimento: sipp, spp e terapia a lungo termine

    ragazzi ma nessuno frequenta la sipp??

  3. #3

    Riferimento: sipp, spp e terapia a lungo termine

    Ciao, mi sento di risponderti ora (perché ho visto questa discussione per la prima volta oggi). Io mi sono appena iscritto al primo anno di corso alla Sipp e quindi devo ancora iniziare i corsi. Tuttavia ritengo che se la tua passione e il tuo interesse stanno nella psicoanalisi è giusto che ti avvicini a questo approccio, consapevole però del fatto che si tratta di un percorso faticoso e dispendioso. Rispetto alla tua domanda sui potenziali futuri pazienti, a SIPP in particolare (e tutte le successive scuole di psicoterapia psicoanalitica) nasce proprio dalla necessità di portare il metodo e la tecnica psicoanalitica al di fuori dello studio professionale e delle "obbligatorie" quattro sedute settimanali, in particolare per adattarla alle esigenze e possibilità delle istituzioni siano esse pubbliche o private. Attualmente è comunque chiesta, per necessità contestuali, ad ogni psicoterapeuta di essere flessibile sia nei tempi che nelle tariffe, per venire incontro alle esigenze e alle possibilità di diversi pazienti in diversi contesti. Poi indipendentemente dalla formazione che segui, sta comunque a te applicare, nella libera professione ma anche negli incarichi pubblici (se ancora ce ne sono...), la tua modalità professionale a contesti diversi. Quello che cambia fondamentalmente è il tipo di formazione. In termini pratici: la SIPP chiede un'analisi personale trisettimanale per almeno quattro anni, oltre a 140 ore di supervisione su casi che devi seguire ed essendo in formazione, probabilmente saranno cmq psicoterapie non retribuite. Quindi si tratta di un investimento, economico ma anche molto personale, che poi darà i propri frutti se sarai capace di "lavorare bene" e questo dipende molto da dove e come lavori. Spero di essere stato utile, ma se vuoi possiamo anche approfondire il tema.

Privacy Policy