• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Johnny
    Ospite non registrato

    servizio delle iene sull'anoressia

    qualche giorno fa ho visto un servizio shock delle IENE su una ragazza che soffre di anoressia.
    Dico servizio shock non per la storia che raccontava, che è più o meno la storia di tutte le ragazze che soffrono di anoressia, ma per la tendenza a spettacolarizzare l'anoressia e alimentare la curiosità morbosa.

    Qualche spunto di riflessione: non pensate che l'intrusione della "iena" nella vita di questa ragazza abbia contribuito alla decisione di questa ragazza di suicidarsi?
    Se l'avessero lasciata in pace sarebbe ancora viva?
    C'era davvero bisogno di raccontare al mondo la storia di questa ragazza per sensibilizzare sul tema dell'anoressia?

    http://www.video.mediaset.it/video/i...anoressia.html
    Ultima modifica di Johnny : 26-01-2013 alle ore 13.40.58

  2. #2
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    A me ha dato l'impressione che il suo suicidio non sia stato premeditato, da come il padre raccontava mi è sembrato una sorta di impulso, forse come ribellione al ricovero. Se non ho capito male quando è tornata a casa si è trovata i carabinieri dentro e forse temeva un altro tso.
    Per quanto riguarda il servizio, a me non è apparso spettacolarizzante, però questo dipende dallo spettatore, ma se si dovesse calcolare il rischio di trovare persone veramente sensibili o coinvolte nel problema non se ne parlerebbe proprio, a un certo punto.
    Poi non so quanto parlare dell'anoressia in generale possa sensibilizzare, sinceramente...l'effetto devastante che ha, finchè non vedi com'è, forse non riesci a immaginartelo. Non so, a me è apparso molto rispettoso come servizio (meglio di quello sulla Tommasi...avrebbero dovuto chiamare la polizia altro che accompagnarla sul set, in quelle condizioni..).

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di GIUNONE
    Data registrazione
    20-01-2005
    Residenza
    Iperuranio
    Messaggi
    1,443
    Blog Entries
    1

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    non pensate che l'intrusione della "iena" nella vita di questa ragazza abbia contribuito alla decisione di questa ragazza di suicidarsi?
    Se l'avessero lasciata in pace sarebbe ancora viva?
    C'era davvero bisogno di raccontare al mondo la storia di questa ragazza per sensibilizzare sul tema dell'anoressia?
    Purtroppo questi tuoi interrogativi sono agghiacciantemente pertinenti....Sicuramente l'intrusione nella sua vita di grandi riflettori, insieme agli interrogativi che le son stati posti ed ai tentativi di fornirle aiuto, avranno in qualche misura alterato l'equlilbrio interiore che si era data, probabilmente minando un senso di sicurezza interna già compromesso..

  4. #4

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    Hanno fatto bene a mandare questo servizio. Non è stata una spetaccolarizzazione, hanno fatto vedere cos'è l'anoressia così com'è. Più della metà delle persone la considera una malattia per ragazzine viziate e insicure che si fanno influenzare dalle immagine della televisione con ragazze magre e belle. Come se l'anoressia fosse una scelta, una debolezza delle ragazze a questi stereotipi e con una buona dose di volontà e forza di carattere queste possano guarire. Hanno fatto vedere che l'anoressia è una malattia che non si conosce abbastanza in cui l'anoressica è imprigionata e non ne può uscire, neanche se vuole. La gente questo non lo sa e l'ho visto con l'esperinza personale.
    Il suicidio della ragazza non c'entra niente con la iena, anzi fin da subito ha dimostrato di apprezzare la sua presenza.

  5. #5
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    Qualche spunto di riflessione: non pensate che l'intrusione della "iena" nella vita di questa ragazza abbia contribuito alla decisione di questa ragazza di suicidarsi?

    http://www.video.mediaset.it/video/i...anoressia.html
    Personalmente penso che sia una cosa da non poter escludere del tutto. Certamente Nadia Toffa ha contribuito a far capire alla ragazza di essere in un punto di non ritorno. Quando sei in un punto di non ritorno puoi decidere di smetterla, ma in questi casi è davvero difficile, è come un tarlo nel cervello che ti chiede di continuare, è più forte di te...

    Io invece volevo parlare del comportamento della famiglia e dell'ospedale. Nello specifico, io capisco che da parte dell'ospedale non ci sia stata vigilanza a sufficienza... ma è stata davvero la fuga della ragazza a provocarne il suicidio? I familiari si sono accaniti in modo esagerato con l'ospedale, come se fosse stata la fuga a causare il suicidio, come negare che il problema stava a monte, al di là del ricovero...
    Di fronte ad un evento del genere che senso ha dare la colpa a qualcuno, chiedere rimborsi, come se la famiglia avesse fatto tutto il possibile. Ma a me non sembra, visto che la ragazza se ne andava in giro per la città a fare ciò che voleva e visto che la famiglia, invece di reagire, era più depressa della ragazza.

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di marzia84
    Data registrazione
    15-09-2006
    Residenza
    prov. napoli
    Messaggi
    795

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    penso che il servizio delle iene sia stato rispettoso come tutti i servizi delle iene soprattutto quando si parla di argomenti cosi delicati. Lo scopo di tale servizio penso sia quello di sensibilizzare di più la nostra società verso questa grave malattia che il più delle volte viene male interpretata e male gestita da tutti, le persone malate di anoressia non sono assistite bene e nemmeno le famiglie delle anoressiche. non mi sento di colpevolizzare la famiglia in questione perché vedere le propria figlia malata che rifiuta la vita non deve essere facile per nessun genitore, e soprattutto un genitore non riesce ad usare la razionalità difronte a certe situazioni quindi io condanno l'ospedale che dal momento in cui una persona viene ricoverata con protocollo TSO ha il sacrosanto dovere di prendersi cura di una ragazza che sta facendo del male a se stessa anche legandola a letto se necessita, perché non puoi perderti un paziente a grave rischio di suicidio, è negligenza. Ne ho sentiti tanti di casi simili, dove le strutture ospedaliere non ricoveravano ragazze anoressiche perché non rientravano nella procedura di ospedalizzazione per 1kg, e le povere famiglie venivano lasciate sole senza nessun aiuto. Le iene fanno bene a mandare in onda questi servizi anche se molte volte sono un po' troppo pesanti e dolorosi, ma almeno ci mettono di fronte alla realtà. E la realtà come sempre è che l'Italia fa veramente pena.
    Immagini di luci spezzate danzano davanti a me come milioni di occhi
    Mi chiamano attraverso l'universo
    Pensieri vagano come un vento irrequieto dentro una cassetta della posta
    Cadono alla cieca mentre seguono la propria strada attraverso l'universo
    Niente cambierà il mio mondo


    the beatles

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di ludovicamaria
    Data registrazione
    14-03-2011
    Messaggi
    163

    Riferimento: servizio delle iene sull'anoressia

    Citazione Originalmente inviato da marzia84 Visualizza messaggio
    penso che il servizio delle iene sia stato rispettoso come tutti i servizi delle iene soprattutto quando si parla di argomenti cosi delicati. Lo scopo di tale servizio penso sia quello di sensibilizzare di più la nostra società verso questa grave malattia che il più delle volte viene male interpretata e male gestita da tutti, le persone malate di anoressia non sono assistite bene e nemmeno le famiglie delle anoressiche. non mi sento di colpevolizzare la famiglia in questione perché vedere le propria figlia malata che rifiuta la vita non deve essere facile per nessun genitore, e soprattutto un genitore non riesce ad usare la razionalità difronte a certe situazioni quindi io condanno l'ospedale che dal momento in cui una persona viene ricoverata con protocollo TSO ha il sacrosanto dovere di prendersi cura di una ragazza che sta facendo del male a se stessa anche legandola a letto se necessita, perché non puoi perderti un paziente a grave rischio di suicidio, è negligenza. Ne ho sentiti tanti di casi simili, dove le strutture ospedaliere non ricoveravano ragazze anoressiche perché non rientravano nella procedura di ospedalizzazione per 1kg, e le povere famiglie venivano lasciate sole senza nessun aiuto. Le iene fanno bene a mandare in onda questi servizi anche se molte volte sono un po' troppo pesanti e dolorosi, ma almeno ci mettono di fronte alla realtà. E la realtà come sempre è che l'Italia fa veramente pena.
    Purtroppo il tso nei casi di anoressia è peggiorativo anche se a volte è necessario infatti dopo il ricovero la maggior parte di loro ritorna a non mangiare, questa patologia è molto difficile da curare perchè le ragazze hanno una forte determinazione a non nutrirsi e se lo fanno si sentono in colpa.
    I problemi che hanno portato a questa loro condizione sono gravi e vanno aiutate a superarli con terapeuti che si rendono disponibili anche fuori dallo studio medico o centri specializzati per questa patologia, è impotante che capiscono che la loro ostinata indipendenza dagli altri è la paura del rifiuto di non essere accettate come magari è successo in passato, ripeto i problemi che che ruotano intorno a questa patologia sono seri anche perchè sono accaduti durante periodi della loro vita che ancora erono bambine quindi molto fragili e mancanti di difese psicologiche.

Privacy Policy