• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1

    Lo psicologo ha sbagliato o sono io che interpreto male ?

    Buongiorno a tutti,
    Questa domanda mi sta facendo perdere il sonno .....
    Vi spiego la situazione, da un anno e mezzo sono in terapia di coppia con mio marito, ora ultimamente in terapia c'è solo mio marito, e come da accordi presi con lo psicologo, io settimanalmente gli mando delle mail per dirgli come va la situazione, insomma per aiutare lo psicologo ad aiutare mio marito. Ovvio gli accordi con lo psicologo prevedono che mio marito non sappia nulla di queste mail altrimenti perderebbe fiducia nei confronti del terapeuta.
    Ora è successo che durante le vacanze di natale ho scritto una lunga mail piena di miei pensieri e di mie preoccupazioni circa la risoluzione della nostra situazione familiare, ora nelle ultima seduta con mio marito il terapeuta gli ha detto che io gli ho mandato una mail e gli ha anche detto il contenuto della mail, questa senza chiedere preventivamente il mio consenso . Ho saputo il fatto due giorni dopo da mio marito e sono rimasta basita, sinceramente mi sento "tradita" dallo psicologo, sbaglio o non avrebbe potuto rivelare a mio marito quanto da me scritto ? Sbaglio o si tratta di una violazione alla deontologia professionale ? Ora diciamo la verità , delle violazione, ammesso che ci sia , mi importa poco, il problema e' che ora non riesco più a fidarmi del terapeuta, e non ho nessuna voglia né di aiutarlo né di parlargli! Secondo voi la mia visione è corretta oppure mi sto attaccando ad una questione di poco conto ? Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarmi a chiarire le idee

  2. #2
    fiona774
    Ospite non registrato

    Riferimento: Lo psicologo ha sbagliato o sono io che interpreto male ?

    Ciao annamari32,
    non credo che questo forum sia il luogo per rispondere a problematiche così personali.
    Ma non penso che sia possibile dare pareri esterni ad una vicenda così complessa.
    Se senti di aver bisogno di chiarire contatta lo psicologo e spiega le tue perplessità.
    Un caro saluto

  3. #3

    Riferimento: Lo psicologo ha sbagliato o sono io che interpreto male ?

    Ciao Fiona

    Ti ringrazio per la risposta anche se sinceramente non capisco, volevo solo sapere se uno psicologo può rivelare, nel mio caso al marito, quanto gli viene riferito in mail personale
    Perché se così sono io che mi sono arrabbiata per nulla
    Ho provato a parlarne con il terapeuta, ma mi ha ignorato e non ancora risposto
    Ciao

  4. #4
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,888
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Lo psicologo ha sbagliato o sono io che interpreto male ?

    Ciao annamari32 e benvenuta nel forum di Opsonline.

    Questo forum nasce per condividere diversi apsetti legati allo studio della psicologia e all'avvio della professione. Come vedi è strutturato in diverse sezioni e tra esse ci sono anche quelle tematiche, dedicate alla psicologia clinica e alla psicoterapia. In queste aree del forum si può discutere di aspetti teorici, criticità, modelli teorici di riferimento, pratiche e applicazioni della psicologia e della psicoterapia. Per regolamento non è possibile richiedere consulenze su casi personali nè lanciarsi in ipotesi di tipo diagnostico.

    Questo non sembra essere il tuo caso, però poni una questione personale, legata ad un percorso di terapia che, se non ho capito male, inizia come terapia di coppia e prosegue come individuale a favore di tuo marito. Ma individuale non è, dato che esiste questo accordo tra te e lo psicologo, in cui tu diventi una sorta di co-terapeuta "esterna" attraverso delle mail in cui riporti al professionista, settimanalmente, come va la situazione.

    Ecco, anche solo fermandosi a questo punto, diventa difficile per qualcuno che legge il tuo messaggio poter dire qualsiasi cosa...perchè vien da chiedersi: come mai questo accordo, come mai allo scuro del marito, come si concilia tutto ciò con la neutralità e l'equidistanza (dato che tu dici che al momento in terapia ci va il marito, ma non è chiaro se tu, anche non fosse accaduto ciò che è accaduto, avessi dovuto riprendere o meno) e molte altre cose ancora.

    Questo poi è un forum pubblico, in cui si discute di argomenti in generale e ognuno può dire la propria. E' anche per la tutela dell'utente che pone un quesito personale che il forum ha assunto questa posizione. Ogni cosa che venisse detta non avrebbe molto senso, poichè decontestualizzata e basata solo su una discussione in un forum. Per questi motivi l'unica risposta a questo quesito è quella che ti è stata fornita da Fiona.
    Si tratta di una situazione particolare e delicata, che va risolta con il tuo/vostro terapeuta
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

Privacy Policy