• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1

    La nostra relazione e le sue "dipendenze"

    Buonasera, io e il mio ragazzo ci siamo lasciati dopo 6 anni, rimanendo in buoni rapporti..una storia stupenda che però è finita proprio per questi due vizietti che piacevano tanto a lui, e per niente a me; io non ho mai fumato in vita mia, nemmeno sigarette, bevo poco...insomma io tranquilla, sana, lui tipo da bar e da nottate fuori con gli amici; eppure ci siamo innamorati, io per tutto questo tempo mi sono fatta andare bene tutto, lo accettavo..finchè non mi sono stancata; lui esagera, fuma tanto, anche 3 canne al giorno, tutti i giorni, da molti anni, e beve tanto, tutte le sere..Ha avuto una vita difficile, con tanti problemi, con l'adolescenza si è avvicinato a questo mondo entrando nelle compagnie sbagliate..Abbiamo entrambi 30 anni, pensavo che con il passare del tempo sarebbe cambiato, che si sarebbe data una regolata..ho iniziato a preoccuparmi per la sua salute, anche in vista di un futuro progettato insieme, casa..figli...ma niente, e io mi sono stufata..degli eccessi, del suo ambiente, di certi amici, di andare insieme a prendere il fumo e così via..Adesso l'ho capito, per lui la priorità sono le canne, è un qualcosa che gli ha preso cervello, anima e corpo, non lo so, sempre a parlare di quello, sempre con la fissa del bere.Invece volevo essere io la sua droga..mi amava, me lo dimostrava, ma io a un certo punto pretendevo che cambiasse, che smettesse, pensavo che gli bastasse una donna che lo amava a farlo stare bene, e invece no, volevo che lo facesse per la sua salute ovviamente, e lo ammetto si, anche per noi, per me, perchè io non ero più felice, non stavo più bene con la sua vita, col suo stile di vita...Pensavo di essere importante da scegliere me, e invece lui mi ha detto che chiedergli di smettere di fumare per lui è come smettere di respirare, che è come l'aria, e che non glielo posso chiedere, perchè non è giusto; gli piace troppo fumare, fa parte del suo essere, del suo modo di vivere la vita, le giornate, mi ha detto che non smetterà mai di fumare...ma io ho sempre pensato che se mi amava forse poteva farlo un tentativo.Io sono arrivata al limite e l'ho lasciato, e dopo quasi 2 mesi non è tornato,speravo si rendesse conto che i valori nella vita sono altri.Secondo voi lui ha una dipendenza? so che quando non ha il fumo quasi impazzisce, insomma..ne ha bisogno, è in ansia, nervoso.Forse potevo/dovevo fare diversamente? I suoi genitori gli hanno detto che se vuole lo aiutano, che lo portano in un centro, da qualche parte..ma lui gli ha risposto che " se vuole smette da solo ", che non ha bisogno di quelle cose..POSSIBILE CHE QUESTI VIZI SIANO PIU' PIU'FORTI DEI SENTIMENTI, DELL'AMORE? secondo lui devo trovarmi una persona diversa, che non faccia queste cose.Mi ha lasciata andare via così....E'possibile che per lui sia così difficile rinunciare?sono io che chiedo troppo?le persone come il mio ragazzo fanno fatica ad uscirne?o sono io che ho trovato quello che in realtà non mi amava abbastanza da cambiare vita...???

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di viola74
    Data registrazione
    20-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,736

    Riferimento: La nostra relazione e le sue "dipendenze"

    l'unica cosa che mi sento di risponderti, è che nessuno può cambiare per un'altra persona. ci può provare e magari ci riesce per un po' di tempo. ma poi certe tendenze riemergono. ...e fare qualcosa per la propria salute non è neanche un motivo sufficiente, a volte.
    il vero cambiamento deve avvenire ad un altro livello, e va portato avanti per se stessi, non per qualcuno che lo chiede.
    molte persone non sono in grado di uscire da certi ingorghi da soli, ci vuole l'aiuto di un terapeuta, di una comunità nel caso delle dipendenze, ecc. ma un partner potrebbe proprio non bastare, mi dispiace....
    e poi mi sembra di capire che lui non ne abbia neanche l'intenzione. è già difficile superare certi problemi quando lo si decide, figuriamoci quando non si è motivati fino in fondo.
    mi dispiace, forse sono cinica, ma penso che sia così. tu ci hai provato, come potevi... ma se lui ti ha lasciata andare, forse puoi solo andare...
    "Solo gli inquieti sanno com'è difficile sopravvivere alla tempesta e non poter vivere senza." (Emily Brontë)

    "Forse non siamo capaci di amare proprio perché desideriamo essere amati, vale a dire vogliamo qualcosa (l'amore) dall'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza" (Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere)

Privacy Policy