• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1

    Professione dello psicologo

    Buon giorno a tutti sono nuovo di questo forum e mi sono iscritto per fare alcune domande di psicologia a veri psicologi già avviati nella professione.Molto probabilmente a Settembre mi iscriverò alla facoltà di psicologia a Londra.Una delle mie domande è proprio capire di cosa si occupa effettivamente uno psicologo.A me piacerebbe diventare uno psicoanalista e quindi agire immagino come libero professionista;per chi ha già affrontato questa strada mi sa dire che difficoltà posso trovare sul mio cammino o magari se è meglio seguire una strada invece che un'altra e se è un lavoro remunerativo o meno.Proprio a questo proposito circolano diverse voci su cui vorrei fare chiarezza.Mi hanno detto diverse volte che il lavoro di psicologo eccetto rare eccezioni in italia non è molto remunerativo soprattutto perchè la gente è soggetta ad una specie di chiusura nei confronti di questa professione magari in quanto non la comprende.Diverso sarebbe all'estero e mi riferisco particolarmente ad inghilterra e America dove la professione dello psicologo sarebbe molto più remunerativa in quanto la figura dello psicologo è concepita in maniera molto diversa;qualcuno mi ha detto che lo psicologo lì sarebbe il medico dei ricchi.Qualcuno sa rispondere a queste mie domande,magari qualcuno che proprio ha fatto esperienza all'estero e perchè no magari si trova ancora lì.

  2. #2
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Professione dello psicologo

    lo PSICOLOGO si occupa di tutto ciò che esula dalla "cura della patologia", ambito di esclusiva competenza dello psicoterapeuta.
    Quindi lo psicologo si occupa di tantissimi ambiti, dal counseling e sostegno psicologico, al potenziamento di aspetti quali l'assertività,l'autostima, ecc..Inoltre c'è la psicologia scolastica, la psicologia dello sport, la psicologia del lavoro...
    Sicuramente in Italia la situazione è un po' strana perché, pur essendo quella dello psicologo una professione regolamentata con tanto di Esame di Stato e Ordine professionale, la professione dello psicologo non ha "atti tipici" e ciò significa che molte cose che sono di competenza dello psicologo, le possono svolgere anche altre figure

    Per diventare PSICOANALISTA bisogna essere laureati (in psicologia va bene, sinceramente non so se valgono anche altre lauree) ed iniziare una analisi personale (2-3 sedute a settimana), fare domanda alla SPI o altre società di psicoanalisi (junghiana, freudnana, ecc..) e se ti ammettono puoi seguire le lezioni ed i training, alla fine del percorso acquisisci il titolo di psicoanalista.

    Diverso ovviamente il percorso per diventare PSICOTERAPEUTA ad approccio psicoanalitico, lì bisogna frequentare una specializzazione in psicoterapia.

    Tutto ciò, a quanto mi risulta, in Italia.
    In altri Stati non so


    ciao
    Ultima modifica di Johnny : 02-11-2012 alle ore 11.43.16

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Professione dello psicologo

    Ciao Marco, purtroppo in Italia c'è tutt'altra situazione rispetto all'Inghilterra, sono due mondi diversi. Qui su ops c'è una discussione molto approfondita di colleghi italiani emigrati all'estero, che riferiscono una realtà completamente diversa e decisamente migliore, eccolo qui: http://www.opsonline.it/forum/psicol...ero-36547.html Se proprio vuoi tornare in Italia, tornaci per le vacanze, il sole, il mare, il clima, la pizza, il colosseo...ma per lavorare come psicologo resta in UK che è meglio!

  4. #4

    Riferimento: Professione dello psicologo

    Grazie ad entrambi siete stati veramente molto utili

  5. #5

    consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    l'anno prossimo dovrei scegliere l'indirizzo di specialistica in psicologia clinica... oltre alla passione che ovviamente c deve ESSERE vorrei avere maggiori informazioni a livello pratico. dopo l'abilitazione se Non faccio la scuola di psicoterapia c'è possibilita di lavoro?? quale?? e che retribuzione media?? grazie mille!

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di -bijoux-
    Data registrazione
    15-01-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    453

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    La possibilità di lavoro da dipendente è molto bassa e da libero professionista potresti lavorare come psicologo in privato, però bisogna darsi da fare per farsi conoscere, è tutto molto relativo, c'è chi ce la fa e chi no, la retribuzione media non si può calcolare perchè appunto se hai pazienti e progetti o collaborazioni si può arrivare a mensilità anche molto alte e se non li hai guadagni zero, come tutti i liberi professionisti ...
    Inoltre anche se ti fai conoscere e ingrani ci sono mesi in cui guadagni di piu e mesi in cui guadagni di meno, come tutti i privati insomma...

  7. #7

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    grazie mille, è vero che come dipendente vieni di solito preso come educatore??

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di -bijoux-
    Data registrazione
    15-01-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    453

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    Bè si se uno cerca un lavoro da dipendente come educatore è facile trovare, però questo non riguarda solo gli psicologi, anche assistenti sociali ecc che se non trovano si buttano in questo lavoro che è spesso richiesto...

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di -bijoux-
    Data registrazione
    15-01-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    453

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    Citazione Originalmente inviato da -bijoux- Visualizza messaggio
    Bè si se uno cerca un lavoro da dipendente come educatore è facile trovare, però questo non riguarda solo gli psicologi, anche assistenti sociali ecc che se non trovano si buttano in questo lavoro che è spesso richiesto...
    altrimenti si può provare nelle aziende, nelle risorse umane... anche qui non si svolge propriamente la funzione di psicologo, si fa un lavoro d'ufficio che fanno anche persone senza la nostra formazione, ma la nostra laurea spesso è apprezzata in questo settore ...

  10. #10

    Riferimento: Professione dello psicologo

    e nelle aziende quindi com'è la situazione?? com'è sei inquadrato? si è sempre sotto pagati come mi dicono? faccio queste domande perchè ho sentito voci di molta gente che non trova lavoro e è sottopagata tanto da non riuscire ad uscire fuori casa per questa situazione e vorrei avere idee chiare sul settore magari che da più possibilità (ovviamente se compatibile con le mie passioni)

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di -bijoux-
    Data registrazione
    15-01-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    453

    Riferimento: Professione dello psicologo

    Nelle aziende se vieni assunto nelle risorse umane svolgi un lavoro d'ufficio e prendi quanto qualsiasi altro dipendente impiegato a seconda se lavori full o part time ... Certo la situazione è sempre soggettiva, magari ti laurei e trovi subito lavoro capitando nel posto giusto al momento giusto oppure può succedere che non ti assumono come in qualsiasi altra professione del resto ...

  12. #12
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,406

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    Citazione Originalmente inviato da -bijoux- Visualizza messaggio
    Bè si se uno cerca un lavoro da dipendente come educatore è facile trovare, però questo non riguarda solo gli psicologi, anche assistenti sociali ecc che se non trovano si buttano in questo lavoro che è spesso richiesto...
    Di questi tempi è difficile trovare anche come educatori, almeno per quanto riguarda la mia regione. Primo : ci sono altri che concorrono per questo tipo di professione (con la mini laurea di educatori, con laurea in scienze della formazione, per es.) Secondo, almeno dagli annunci che ho visto io e che mi riportano altre mie conoscenze ultimamente è sempre più richiesta l'esperienza pregressa nel settore educativo, quindi se uno non ha avuto occasione di farsi l'esperienza viene scartato. Poi la situazione nel settore dipenderà anche dalla zona geografica, probabilmente.
    Ultima modifica di Haidy2009 : 06-11-2012 alle ore 14.33.43
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  13. #13
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    Citazione Originalmente inviato da Haidy2009 Visualizza messaggio
    Di questi tempi è difficile trovare anche come educatori, almeno per quanto riguarda la mia regione. Primo : ci sono altri che concorrono per questo tipo di professioni (con la mini laurea di educatori, con laurea in scienze della formazione, per es.) Secondo, almeno dagli annunci che ho visto io e che mi riportano altre mie conoscenze ultimamente è sempre richiesta l'esperienza pregressa nel settore educativo, quindi se uno non ha avuto occasione di farsi l'esperienza viene scartato. Poi la situazione nel settore dipenderà anche dalla zona geografica, probabilmente.
    e poi in Lombardia e in Veneto (non so se anche in altre regioni) le strutture sono obbligate per legge ad assumere laureati in scienze dell'educazione, quindi il nostro campo si restringe ulteriormente

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di -bijoux-
    Data registrazione
    15-01-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    453

    Riferimento: consigli sul lavoro psicologo clinico!!

    Citazione Originalmente inviato da Haidy2009 Visualizza messaggio
    Di questi tempi è difficile trovare anche come educatori, almeno per quanto riguarda la mia regione. Primo : ci sono altri che concorrono per questo tipo di professione (con la mini laurea di educatori, con laurea in scienze della formazione, per es.) Secondo, almeno dagli annunci che ho visto io e che mi riportano altre mie conoscenze ultimamente è sempre più richiesta l'esperienza pregressa nel settore educativo, quindi se uno non ha avuto occasione di farsi l'esperienza viene scartato. Poi la situazione nel settore dipenderà anche dalla zona geografica, probabilmente.
    Guarda io sono di roma e una mia amica senza laurea lavora in un nido ... Come educatore non bisogna avere per forza la laurea (almeno non nel lazio), certo se ce l hai è meglio ma per legge non serve e quindi potresti trovare ugualmente, la stessa cosa per quanto riguarda il lavoro in cooperative e comunità ... La triennale in scienze dell'educazione e formazione in teoria serve solo per i nidi ma per legge no quindi prendono chiunque .... Poi c'è una triennale sanitaria invece che è proprio educatore professionale che a quanto ne so è molto richiesta ma è un altra cosa ...
    kmq in ogni caso e per ogni lavoro bisogna avere fortuna, magari sei super specializzato ma capiti in posti al completo e quindi non ti prendono, poi magari un neolaureato capita in un posto dove serve e lo prendono al volo ... Ci vuole pazienza ...
    Ultima modifica di -bijoux- : 07-11-2012 alle ore 19.52.43

  15. #15
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Professione dello psicologo

    Non vorrei dire bischerate ma quello che so, avendo un'amica educatrice con una laurea triennale anche in psicologia clinica oltre a scienze dell'educazione e' che ad esempio via via nelle cooperatrice assumeranno educatori solo persone con una laurea in scienze dell'educazione (educatori professionali o relazionali)... non so se ci sono delle nuove norme ecc ma lei lavora in una grossa cooperativa e le nuove assunzioni saranno sempre piu' in base ad una laurea specifica...

    Per la professione di psicologo si lavora come autonomo.. come? apri partita iva e ti proponi con progetti , collaborazioni, docenze per enti formativi, consulenze sia per aziende che per altri enti e strutture in un'ottica di autoimprenditorialita' e autopromozione...
    Come dipendente diciamo che dipende in che ambito... ci sono concorsi nel pubblico (ospedali ad esempio) come psicologi ma richiedono esercizio di psicoterapia e iscrizione all'albo da un tot di anni e soprattutto c'e' un posto e piu' di 3000 a concorrere con una speranza minima e con i mille dubbi sui presunti criteri meritocratici con cui avvengono le selezioni.

    Per le risorse umane il discorso e' diverso, si parte sempre (in toscana e' cosi' almeno) con uno stage.. esperienze sottopagate ma che dovrebbero essere formative... aziende o agenzie interinali... queste ultime diciamo che le piu' piccole puntano proprio sul turn over degli stagisti sottopagati ai quali fanno fare molta parte commerciale e dopo 3, 6 o 12 mesi li mandano via per prenderne altri a 200, 300 euro al mese (se va bene, a volte sono pagati niente, o 100 euro al mese o buoni pasto)... Agenzie interinali piu' grosse (GI,Adecco, Manpower ecc) puntano piu' su una formazione degli stagisti (in generale poi dièpende anche dalle sedi.. e se uno e' valido e l'ente ha bisogno lo puo' assumere perche' gli conviene comunque di piu' che prenderne un altro a cui insegnare nuovamente tutto per altri 6 mesi... per le aziende piu' o meno e' cosi'...Diciamo che le possibilita' sono due, enti piu' piccole, meno strutturate e con una cultura organizzativa e aziendale piu' bassa ti faranno fare un po' tutto puntando a fare "ciccia" come si suol dire, enti invece piu' grosse con una storia piu' articolata e importante ti daranno l'opportunita' di fare lo èpsicologo del lavoro... selezione del personale, valutazione del potenziale, formazione, ecc ecc ... Un mio amico assunto alla coop per due mesi ha fatto il commerciale, era stato assunto per quello, poi ha firmato un altro contratto per le risorse umane e mi ha detto che per la prima volta e' in un'ambiente dove gli fanno fare le stesse cose studiate sui libri.... Lui prima era stato in altre aziende ed enti come agenzie e un'azienda importante dove pero' non avevano la stessa attenzione alla gestione delle risorse umane.
    Per le risorse umane comunque non e' strettamente necessario che si sia psicologi, i test non li usano e se devono fare assestment psicologico e selezione con test hanno la societa' che produce i test che glieli fornisce, somministrano e fanno lo scoring... Le aziende preferiscono una persona formata in materie giuridico-economiche (con una solida base commerciale) per poi fargli fare un training su argomenti di tipo relazionale/psicologico, piuttosto che uno psicologo a cui fare una formazione di tipo commerciale diopo.. gli costa meno soldi e risparmia tempo... Nella realta' e cultura italiana le aziende puntano a fare soldi, prima viene il profitto, poi tutto il resto.
    Da una recente ricerca in toscana e' emerso che su 300 enti (fra strutture pubbliche e private.-.- quindi agenzie, aziende, comuni, ospedali ecc) i gestori delle risoprse umane solo il 2 per cento erano psicologi o laureati in psicologia, il resto erano giuristi, economisti.. e ultimamente anche gli ingegneri vanno via come il pane...

    Detto questo, se hai l'opportunita' di andare in Inghilterra o altrove coglila al volo.. l'italia e' bella.. per il mare, il sole, i monti, il clima (ultimamente neanche piu' di tanto).. puoi struttarla per le vacanze... ma per poco piu'
    Buona fortuna per tutto

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy