• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1

    il mio ragazzo non riesce a venire

    All'incirca 6 mesi fa, ho conosciuto il mio attuale ragazzo. Poco prima di conoscerlo ho avuto una brevissima storia con un altro ragazzo, e .il mio attuale ragazzo lo sapeva e ne sembrava piuttosto geloso, al punto da affibiargli nomignoli strani e voler sapere se le cose "intime" che raccontavo a lui, le avessi raccontato anche all'altro

    La primissima volta in cui abbiamo provato a fare sesso, non gli si è rizzato, lui era mortificato, io l'ho presa molto alla leggera e la secondo volta è filato tutto liscio. Dopo un paio di volte in cui lo abbiamo fatto, mi sono accorta però che lui non riusciva a concludere (non veniva) e che, subito dopo il rapporto, si allontanava (per fare cosa, non lo so, anche se lo posso intuire...). Due settimane dopo mi sono trasferita .in un'altra Regione e abbiamo deciso di continuare il rapporto a distanza. Due mesi dopo la mia partenza, è venuto a trovarmi e lui, come al solito, quando lo abbiamo fatto, si dedicava intensamente a me ma lui stesso non riusciva a concludere. Ho provato a masturbarlo con la mano, ma dopo una decina di minuti, vedendo che non veniva, mi sono stancata, abbiamo smesso e gli chiesi come mai non riuscise a venire e se qualcosa per lui fosse cambiato(non ho menzionato tutte le altre volte in cui non riusciva a venire, in cui ho comunque sempre fatto finta di niente). Lui mi disse che io non c'entravo nulla, che non era cambiato niente. Due settimane dopo sono tornata a casa e ci siamo rivisti... lui come al solito non è riuscito a venire e quando una volta gli ho chiesto se fosse venuto, mi disse di no, che l'importante era che fosse venuto io. ho notato, fin dalle prime volte, in cui ci siamo fquentati, che è sempre stato molto altruista nei miei confronti e il fatto che riuscisse a far venire me, gli procurava sicuramente piacere (infatti dopo OGNI rapporto, mi chiedeva se fossi venuta...). il giorno precedente alla mia (ri)partenza, lo abbiamo rifatto e io, subito dopo il rapporto, me ne sono voluta accertare e ho notato che nemmeno stavolta aveva concluso. Lui sicuramente non si aspettava questo gesto da parte mia, l'ho notato dalla sua faccia sorpresa. Ora siamo di nuovo distanti, ci sentiamo sempre di meno e mi chiedo se valga la pena continuare... possibile che lui non sia poi mai stato tanto interessato a me? O che non sia abbastanza attrato da me, visto che non riusce neanche a venire? Con nessun altro ragazzo ho mai avuto problemi del genere....

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di John Snow
    Data registrazione
    20-12-2011
    Residenza
    Oltre la Barriera!
    Messaggi
    1,523

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Bhe lui nei suoi altri rapporti concludeva? O è solo un problema con te?

    Può anche essere che sente meno sensibilità e che quindi resiste di più(magari usate profilattici che tolgono meno sensibilità). Non credo che dipenda dal fatto che non sia interessato ne attratto da te, altrimenti non proseguirebbe una storia, specie se a distanza.
    Finchè non crea un evidente problema a lui, non dovresti preoccupartene piu di tanto.

    Ci sono 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono.

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di _stella marina_
    Data registrazione
    11-01-2007
    Messaggi
    2,185

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    spesso questo problema e problemi simili, sono dovuti a cause psicologiche più profonde.... per cui se avete accertato che non ci sono cause organiche (e quindi eventualmente il tuo ragazzo ha effettuto tutti gli esami necessari ad escluderle), ed il problema persiste, e da parte vostra c'è la volontà di provare a risolverlo stando comunque insieme, io vi suggerirei di pensare ad una terapia psicologica... fare "finta di niente", sottovalutando l'importanza del problema per entrambi i membri della coppia, alla lunga, provoca solo un deterioramento del rapporto con conseguente allontanamento reciproco, e la probabilità molto alta che o l'uno o l'altra, ricorrano a partner sostitutivi (chiamiamoli così), con tutte le brutte conseguenze del caso...... non è mia volontà allarmare te o lui, ma mi sento di metterti di fronte a quanto può capitare in situazioni come queste...
    la terapia psicologica può aiutarvi a risolvere il problema, e farvi avere una vita sessuale soddisfacente sia per te che per lui, oppure aiutarvi comunque a capire l'origine del problema, che a volte porta inevitabilmente due persone a separarsi... ma conoscere la verità, è ciò che serve per cercare e poi trovare la vera felicità.
    Un abbraccio
    http://www.youtube.com/watch?v=1MlfMOO2BkM
    "Ed è forte quello che ho dentro, distante dalla mediocrità, ho bendato i miei occhi da tempo per non vederla"

  4. #4

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da John Snow Visualizza messaggio
    Bhe lui nei suoi altri rapporti concludeva? O è solo un problema con te?

    Può anche essere che sente meno sensibilità e che quindi resiste di più(magari usate profilattici che tolgono meno sensibilità). Non credo che dipenda dal fatto che non sia interessato ne attratto da te, altrimenti non proseguirebbe una storia, specie se a distanza.
    Finchè non crea un evidente problema a lui, non dovresti preoccupartene piu di tanto.



    La storia, per ora, prosegue, anche se entrambi non crediamo molto in questo tipo di rapporto (lui me lo ha detto diverse volte, e anch'io gliene ho accennato). Non so se avesse questo problema anche con la sua ex, non abbiamo ancora parlato di questo suo porblema... so solo che loro due sono rimasti insieme 5(!) anni... cmq, una volta ho provato a masturbarlo con la mano e lui, anche se dopo un'eternità, effettivamente quella volta è riuscito a venire.
    spesso questo problema e problemi simili, sono dovuti a cause psicologiche più profonde.... per cui se avete accertato che non ci sono cause organiche (e quindi eventualmente il tuo ragazzo ha effettuto tutti gli esami necessari ad escluderle)
    dopo il rapporto si allontanava sempre... presumo andasse a masturbarsi, o no? Ho notato, poi, che, quando lo facciamo, è fin troppo concentrato.... e non ho capito se cerchi di raggiungere l'orgasmo o se ci sia dell'altro... mi sentirei di escludere che non provi attrazione per me (altrimenti alla fine di ogni rapporto, non mi chiederebbe se sono venuta), ma non posso averne la certezza....
    Ultima modifica di *Chloe84 : 13-10-2012 alle ore 20.50.09

  5. #5

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    ma cosa intendi per "cause psicologiche"? Che ha difficoltà a lasciarsi andare? Cmq, non mi sembra normale, chiedere dopo ogni rapporto se si è venute... :/

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di John Snow
    Data registrazione
    20-12-2011
    Residenza
    Oltre la Barriera!
    Messaggi
    1,523

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Fosse l'unica cosa a non essere normale qui

    Scherzi a parte, io se avete intenzione di proseguire seriamente,ne parlerei faccia a faccia di tutti gli eventuali problemi e affronterei la cosa con un sessuologo.
    Se colme hai detto non ci credete molto, provate qualcosa di diverso, qualche fantasia nuova fino a che non vi stufate
    Ci sono 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono.

  7. #7

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da John Snow Visualizza messaggio
    Fosse l'unica cosa a non essere normale qui

    Scherzi a parte, io se avete intenzione di proseguire seriamente,ne parlerei faccia a faccia di tutti gli eventuali problemi e affronterei la cosa con un sessuologo.
    Se colme hai detto non ci credete molto, provate qualcosa di diverso, qualche fantasia nuova fino a che non vi stufate
    con un sessuologo?? Dici?? Io sono sicura del mio amore per lui, ma non sono sicura che il sentimento sia ricambiato...

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    La difficoltà o l'impossibilità di raggiungere l'orgasmo da parte di un uomo è una condizione patologica riconosciuta ufficialmente... Me la sono andata a rivedere su Internet ( si chiama anorgasmia maschile... ) ed è chiaramente specificato che può avere diverse cause e possibili terapie... Non credo affatto che tu lo debba interpretare come un segno di scarso interesse da parte sua, secondo me non c'entra nulla...
    Il caso del tuo ragazzo, peraltro, non pare gravissimo visto che, almeno una volta, è riuscito a raggiungere l'orgasmo... È possibile, anzi credo sia anche piuttosto probabile, che col tempo, con l'instaurarsi di un clima di fiducia reciproco ( per esempio non avere più atteggiamenti indagatori nei suoi confronti, per scoprire se sia venuto o meno: è la cosa peggiore che tu possa fare... ) il problema si risolva da solo.
    Altrimenti, dovesse persistere, l'unica sarebbe cercare un aiuto professionale da parte di un sessuologo.
    Mille auguri.
    Ultima modifica di joker.the.mad : 14-10-2012 alle ore 10.15.05

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    fare delle ipotesi su una problematica penso vada bene, sono alla base del pensiero razionale anche se ultimamente la questione sul forum appare controversa. le diagnosi fatte da google però non le prenderei senz'altro in considerazione. a naso piuttosto direi che molte persone in alcuni periodi della propria vita possono soffrire di una certa ansia da prestazione. la loro preoccupazione più grande per farla breve diventa quella di "essere all'altezza", e questo obiettivo supera la naturalezza del provare e dare piacere in un momento che è di tutti e due, e per tutti e due. sono per lo più fasi transitorie che hanno a che fare con lo stress o un precedente evento traumatizzante, ma io non mi preoccuperei se la cosa va avanti da poco tempo. diversamente puoi spiegargli che fare l'amore o fare sesso è bello quando si è davvero in due, altrimenti tu ti senti solo un misuratore di prestazioni o un giudice, ed in più non hai quella parte di soddisfazione che una persona ottiene quando vede nell'altro il piacere che è stato in grado di dare ad esempio. parlare un pò di questo insieme senza soffermarcisi troppo sopra, e se la cosa continua a lungo e tu tieni a lui introdurre con moooolto tatto la possibilità di parlare con un sessuologo, che è senz'altro la strada più indicata ed indolore

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    le diagnosi fatte da google però non le prenderei senz'altro in considerazione
    La tua ironia è del tutto fuori posto: "anorgasmia maschile" non è la diagnosi di una malattia, ma solo la descrizione di una condizione... Che può essere temporanea o di lunga durata o permanente... Descrizione che contiene in sè le più varie cause e motivazioni, comprese quelle da te ipotizzate.
    Questo solo per amore di precisione: per il resto hai scritto cose condivisibili, anche perchè, sostanzialmente, sono le stesse cha abbiamo scritto tutti, gli unici consigli che si possono dare a Chloe.

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    La tua ironia è del tutto fuori posto: "anorgasmia maschile" non è la diagnosi di una malattia, ma solo la descrizione di una condizione... Che può essere temporanea o di lunga durata o permanente... Descrizione che contiene in sè le più varie cause e motivazioni, comprese quelle da te ipotizzate.
    Questo solo per amore di precisione: per il resto hai scritto cose condivisibili, anche perchè, sostanzialmente, sono le stesse cha abbiamo scritto tutti, gli unici consigli che si possono dare a Chloe.
    sbagli la mia non era affatto ironia, le diagnosi certamente non si fanno informandosi in internet come riporti. vedi ogni patologia o quadro sindromico è la descrizione di una condizione, sono nozioni di psicopatologia elementare. si possono azzardare ipotesi tenendo presente che lo si fa su basi molto parziali e puor parler, mentre il tenore generale delle tue considerazioni andava verso una direzione che non condivido. senza polemica davvero. chiarito questo restituiamo spazio al post per altre considerazioni o commenti

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    sbagli la mia non era affatto ironia, le diagnosi certamente non si fanno informandosi in internet come riporti.
    Ed io, infatti, nessuna diagnosi ho fatto: dire che qualcuno ha una "anorgasmia" equivale solo a dire, con un termine più elegante, che "non riesce a venire"... Esattamente come dire che ha una "cefalea" equivale a dire "ha mal di testa"... oppure come "ha una pirosi gastrica" equivale a dire "ha bruciori di stomaco".
    Fare una diagnosi è tutta un'altra cosa ed, ovviamente, deve essere riservata a chi ne ha competenza specifica.... Competenza che, sia detto per inciso, chiunque faccia, oggi come oggi, un professione intellettuale acquisisce anche utilizzando Internet, purchè ne abbia le capacità, non solo studiando i libroni universitari...
    Chiudo definitivamente l'OT scusandomene con Chloe.

  13. #13

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    La difficoltà o l'impossibilità di raggiungere l'orgasmo da parte di un uomo è una condizione patologica riconosciuta ufficialmente... Me la sono andata a rivedere su Internet ( si chiama anorgasmia maschile... ) ed è chiaramente specificato che può avere diverse cause e possibili terapie... Non credo affatto che tu lo debba interpretare come un segno di scarso interesse da parte sua, secondo me non c'entra nulla...
    Il caso del tuo ragazzo, peraltro, non pare gravissimo visto che, almeno una volta, è riuscito a raggiungere l'orgasmo... È possibile, anzi credo sia anche piuttosto probabile, che col tempo, con l'instaurarsi di un clima di fiducia reciproco ( per esempio non avere più atteggiamenti indagatori nei suoi confronti, per scoprire se sia venuto o meno: è la cosa peggiore che tu possa fare... ) il problema si risolva da solo.
    Altrimenti, dovesse persistere, l'unica sarebbe cercare un aiuto professionale da parte di un sessuologo.
    Mille auguri.
    Speriamo si risolva da solo... beh, io ho avuto il sospetto che non venisse, quindi me ne sono voluta accertare.... potrei averlo ferito in qualche modo?? E' sucesso l'ultima volta in cui ci siamo visti, ma stiamo continuando a sentirci, ogni tanto, per messaggio ecc. ecc.

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    Citazione Originalmente inviato da *Chloe84 Visualizza messaggio
    Speriamo si risolva da solo... beh, io ho avuto il sospetto che non venisse, quindi me ne sono voluta accertare.... potrei averlo ferito in qualche modo?? E' sucesso l'ultima volta in cui ci siamo visti, ma stiamo continuando a sentirci, ogni tanto, per messaggio ecc. ecc.
    Vedi, qualora ( ipotizzo... ) questo per lui sia un problema cronico, è ovvio che vedendoti "controllare" si sia sentito messo sotto esame... Secondo me ( ma è solo un mio parere... ) la strategia migliore, almeno per adesso, è cercare di farlo diventare un "non problema".... Per lui sarà sicuramente più facile venirne fuori se, ogni volta che avete un rapporto,non si sentirà, appunto sotto esame...
    Poi, certo, dipenderà da come andranno le cose, sia in relazione al suo problema sia, più in generale al vostro rapporto...
    Se il rapporto si dovesse consolidare e, contemporaneamente, il suo problema persistere, è ovvio che, a quel punto, dovrete parlarne sinceramente e, se del caso, di comune accordo richiedere l'aiuto di un professionista competente.
    Non esiste una soluzione ora ed adesso, valida in ogni caso e per sempre: è un percorso che dovrai calibrare di volta in volta in relazione all'evoluzione del rapporto.
    Ancora i miei migliori auguri.

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: il mio ragazzo non riesce a venire

    se il non venire è conseguenza di un altro disagio (lo stesso che lo porta a preoccuparsi solo del fatto che tu venga per capirci), è naturale che si trovi in un momento delicato nel quale è estremamente sensibile, e dove più che di dubbi avrebbe bisogno di sicurezze. in sè stesso in primis. tieni presente però che le ipotesi possono essere tante e non necessariamente legate a te o ad un'ansia da prestazione etc. io un pò come tutti ho raccolto spesso le confidenze dei miei amici o amiche e senza andare oltre non è una rarità quello che state vivendo. personalmente mi preoccuperei davvero se la cosa si protraesse per un tempo considerevole, e questo va relativizzato alla regolarità dei vostri rapporti. in quel caso io ne parlerei in modo chiaro ma brevemente per non amplificare la cosa. e sopra tutto punterei al fatto che entrambi vivete una difficoltà, in modo tale da non centrare tutto il peso su di lui, con tutto ciò che questo comporta. per joker, i libroni universitari in effetti servono a darti cognizione di un contesto, quello relativo al tuo settore di competenza. internet è un mezzo dove trovare spesso ulteriori informazioni, che puoi manipolare quando hai già competenze di insieme. per questo è sbagliato fare diagnosi o auto diagnosi basandosi su un'infinitesima frazione dell'insieme, che è ciò che la rete può resituirti riguardo un argomento. è pericoloso oltre che sbagliato. anche la confusione che fai su sintomi e diagnosi può dirti qualcosa. il non venire è un segno o sintomo, l'anargasmia solo una possibile diagnosi e non un modo più elegante per intendere il mancato raggiungimento dell'orgasmo. il mal di testa o il mal di pancia sono due segni o sintomi, rispetto i quali cefalea e pirosi gastrica non sono modi più eleganti per definirli, ma solo due possibili diagnosi.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy